Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

estrattore e frutta fresca

Quante volte ti sei detto che avresti voluto mangiare più frutta durante la giornata? E quante volte hai cercato di convincere i tuoi bambini a finire la verdura che avevano nel piatto? Oggi ti parliamo di un elettrodomestico che potrebbe aiutarti a consumare (e far consumare) più frutta e verdura: l’estrattore di succo. Scoprirai qual è la differenza tra estrattore e centrifuga, le loro funzionalità e come scegliere il miglior estrattore in base alle tue esigenze. E ti raccontiamo, soprattutto, quali sono i benefici per l’organismo nel bere succhi preparati in casa.

Estrattore di succo: cos’è e come funziona

Prima di tutto, chiariamo una differenza: l’estrattore di succo non è una centrifuga (né tantomeno un frullatore), ma prima di spiegarti le differenze tra questi due elettrodomestici, ti spieghiamo come funziona un estrattore.

Il processo di estrazione dei succhi da frutta e verdura avviene a freddo. La verdura e la frutta sono spremuti da una lama detta coclea, una spirale che, ruotando, estrae il succo separandolo dalla polpa. Il movimento della coclea è molto lento e questo permette di mantenere intatti i principi nutritivi. Gli ingredienti, infatti, vengono spremuti e non sminuzzati, e possono essere usati anche con la buccia (tranne gli agrumi). Produce pochi scarti, e molto secchi, che possono essere riutilizzati in ricette di recupero, come torte dolci o salate.

Estrattore o centrifuga?

Eccoci allora alle differenze tra estrattore e centrifuga, che ti spieghiamo per guidarti nella scelta del miglior estrattore di succo.

Funzionamento

La prima differenza tra i due elettrodomestici è nel loro funzionamento. Se ti abbiamo già parlato di come funziona un estrattore, la centrifuga, invece, ha all’interno un setaccio con lame che ruotano a velocità molto alta e generano, appunto, una forza centrifuga che permette di separare succo e scarti.

Succhi

Il succo prodotto da un estrattore ha una consistenza più corposa e densa, ed è anche più omogeneo. Il centrifugato è, invece, più leggero e, dopo pochi secondi dalla sua preparazione, divide la schiuma dalla parte più liquida. I succhi ottenuti con l’estrattore conservano meglio le sostanze nutritive degli alimenti, soprattutto sensibili al calore, come le vitamine (la A, la C e la E), i minerali e gli antiossidanti. Inoltre, la centrifuga produce molto più scarto rispetto all’estrattore.

Potenza

La centrifuga lavora dai 1000 ai 10.000 giri al minuto, contro i meno di 100 dell’estrattore. Se con la centrifuga puoi preparare succhi molto più velocemente, per mantenere intatte le proprietà nutrizionali degli alimenti, come dicevamo prima, sarebbe meglio usare l’estrattore, che mantiene un numero dei giri più basso e non compromette con il calore i principi nutritivi degli alimenti.

Rumorosità

La centrifuga è molto più rumorosa dell’estrattore, che, invece, proprio perché si muove lentamente, è molto più silenzioso (e quindi puoi prepararti un estratto anche al mattino presto, quando tutti dormono ancora!).

Pulizia

Tra estrattore e centrifuga, è di sicuro l’estrattore quello più facile da pulire. Questo soprattutto perché gli scarti dell’estrattore vengono emessi in un serbatoio esterno, a differenza della centrifuga che spesso ha un serbatoio interno, e che rende più complessa la pulizia.

5 ragioni per scegliere un estrattore di succo

Perché dovresti scegliere di acquistare un estrattore? Ecco quali sono le cinque motivazioni per cui secondo noi non potrai più farne a meno.

5 motivi per acquistare un estrattore:

  1. Mantiene le proprietà nutritive delle verdure

    Bere un estratto di verdure è come mangiare verdure crude, che mantengono inalterate tutte le loro proprietà nutritive, tra cui gli enzimi. In cottura, infatti, si perdono molte proprietà delle verdure.

  2. Puoi conservare i succhi fino a 48 ore

    Puoi conservare in frigorifero un succo preparato con l’estrattore fino a 48 ore. Puoi allora preparare il giorno prima le bevande per fare ogni giorno una colazioe sana o da portare in ufficio o a scuola per uno spuntino salutare a metà mattina.

  3. Separi il succo dalla polpa

    Un buon estrattore di succo spreme la frutta e la verdura fino a ottenere una separazione quasi perfetta di succo e polpa: fino al 30% in più di succo rispetto a una centrifuga. Il succo, inoltre, è molto più digeribile rispetto all’alimento intero.

  4. È ideale per i bambini

    I succhi, oltre a essere nutrienti, sono più gustosi anche per i bambini, e per gli adulti che non amano molto le verdure fresche. Le ricette per preparare gli estratti sono infinite e puoi combinare frutta e verdura di stagione anche con frutta secca e spezie, a seconda dei tuoi gusti.

  5. È versatile per molte preparazioni

    Con l’estrattore puoi preparare non solo succhi freschi, ma anche gelati, pesti, zuppe o marmellate.

In commercio ci sono moltissimi modelli disponibili, devi solo scegliere il miglior estrattore in base alle tue necessità!

banner guide e consigli