frutta primaverile

La natura rinasce e con lei torna finalmente in tavola la frutta primaverile, concentrato di colore e proprietà benefiche. La frutta tipica della stagione è un mix equilibrato fra i prodotti invernali più gustosi e le primizie della stagione calda, che conquistano grandi e piccini con la loro succosità. La frutta primaverile, oltre a essere perfetta a fine pasto, è ottima per dar vita a gustosi dolci e dessert. Cosa aspetti ad aggiungerla alla tua lista della spesa?

Frutti primaverili: quali sono?

Spuntano le prime fragole, fanno capolino le ciliegie e, sul finire della stagione, compaiono anche le albicocche. La primavera è una stagione in divenire e sono tantissimi i frutti che animano i reparti dell’ortofrutta da fine marzo a fine giugno. Ecco i più gustosi!

  1. Fragole

    Le prime fanno capolino a marzo, ma è da aprile che cominciano ad abbondare. Intensamente rosse, sono amate da grandi e piccini per il loro sapore dolce e intenso. Nascondono moltissime proprietà, diuretiche e depurative, e sono anche indicate per chi è a dieta perché povere di calorie. Inoltre (non tutti lo sanno) le fragole contengono anche il famoso xilitolo, grande alleato della salute di bocca, denti e gengive.
  2. Prugne

    Per portarle in tavola dovrai aspettare la primavera inoltrata, ma l’attesa ne accrescerà sicuramente la voglia. Celebri per essere grandi alleate del benessere intestinale, le prugne in realtà sono anche ricchissime di vitamine e sali minerali e rappresentano un valido aiuto contro la stanchezza fisica e mentale. Quale varietà preferisci?
  3. Ciliegie

    Sui banchi dell’ortofrutta compaiono a partire da maggio e sono una vera gioia per la vista. Ne esistono moltissime varietà ma ognuna di esse è caratterizzata da un gusto dolce e tondo. Quanto ai benefici, basti sapere che sono ricche di vitamina C e di potassio e contengono tantissimi antiossidanti, ottimi per ridurre l’infiammazione e contrastare l’invecchiamento cellulare. Se le mangi la sera, poi, sarà una vera e propria manna: alzeranno i livelli di melatonina e favoriranno il riposo notturno.
  4. Pere

    Sembra strano trovarle fra la frutta primaverile, eppure sono molte le varietà di pere che vengono raccolte in questa stagione. Perché non approfittarne, quindi? Le tipologie raccolte in questa stagione sono molto più morbide e succose, una vera e propria gioia per il palato. Scegli le pere Williams e andrai sul sicuro: oltre a essere ricchissime di fibre, contengono anche molti micronutrienti come vitamina C, vitamina K e potassio. Sono davvero irrinunciabili!
  5. More di gelso

    Con le more di gelso vogliamo contribuire a far tornare il tavola un frutto quasi dimenticato. Nere o bianche, sono dolci, carnose e succose e possono essere mangiate fresche o conservate sotto forma di confetture e marmellate. Ottime per chi soffre di stitichezza, le more di gelso sono anche rinfrescanti e hanno proprietà depurative e diuretiche. Provale una volta e non riuscirai più a farne a meno.
  6. Albicocche

    Ottime per prepararsi alla tintarella estiva, le albicocche sono caratterizzate da un sapore intenso e avvolgente e sono disponibili a partire da maggio. Protagonista indiscusso delle proprietà del frutto è il betacarotene, ottimo alleato della salute della pelle. Ricche di fibre, sono povere di calorie. Altro punto a favore è la presenza della vitamina A,  perfetta per contrastare gli effetti dei radicali liberi.
  7. Nespole

    Una polpa compatta, liscia e dolce per un frutto davvero particolare. Le nespole, infatti, vengono raccolte fra ottobre e novembre per poi maturare durante i lunghi mesi invernali. Cominciano a comparire sui banchi dell’ortofrutta tra fine maggio e giugno, quando raggiungono il giusto grado di maturazione. Antinfiammatorie, drenanti e ottime per la regolarità intestinale, le nespole sono un vero e proprio concentrato di salute!
  8. Avocado

    Oggi è coltivato anche in Italia ed è un motivo in più per portarlo in tavola abitualmente. L’iconica forma a pera nasconde un frutto ricco di grassi monoinsaturi, che favoriscono l’aumento del cosiddetto colesterolo buono. Questo frutto abbonda anche di antiossidanti e fibre, oltre che di vitamina A, C ed E.

3 dolci da preparare in primavera

E con tutta questa frutta primaverile a disposizione sarebbe proprio un peccato non preparare un dolce! Te ne proponiamo tre, uno più buono dell’altro: si tratta di dessert perfetti sia per una merenda golosa, che per terminare in bellezza un pranzo o una cena con gli amici.

Crostata con marmellata di gelsi

Partiamo dalla pasta frolla per creare una torta perfetta per la merenda e la prima colazione. Ecco, qui sotto, ingredienti e procedimento.

  • 300 grammi di farina 00
  • 150 grammi di burro
  • 150 grammi di zucchero
  • Un uovo
  • 5 grammi di lievito per dolci
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Un pizzico di sale
  • Marmellata di gelsi

Lavora il burro a temperatura ambiente con lo zucchero, aggiungi l’uovo e amalgama bene fino a ottenere un composto omogeneo. A questo punto aggiungi la farina e impasta a fino a quando otterrai una pasta compatta. Ricava un panetto e avvolgilo nella pellicola trasparente. Prima di lavorarlo col mattarello ricorda di farlo riposare in frigorifero per almeno un’ora.

Fodera una teglia rotonda con la carta forno e metti al di sopra di questa la frolla lavorata e appiattita col mattarello. Aggiungi la marmellata di gelso e, con la sfoglia avanzata, ricava tante piccole striscioline per creare il classico reticolato da crostata. Inforna per circa 40 minuti a 150 gradi.

Mousse all’avocado e cioccolato

Ecco un dolce al cucchiaio perfetto da servire dopo un pranzo o una cena in grande stile. Si tratta di un dessert vegano che lascerà di stucco anche gli onnivori più convinti!

Ingredienti

  • Un avocado maturo
  • 150 grammi di cioccolato fondente
  • Due cucchiai di sciroppo d’agave (o di sciroppo d’acero per un gusto più intenso)

Sbuccia l’avocado e riducilo in crema utilizzando un mixer. Fai sciogliere il cioccolato a bagnomaria e aggiungi poi lo sciroppo di agave (o di acero). A questo punto aggiungi il cioccolato all’avocado e fai amalgamare bene gli ingredienti all’interno del mixer. Per guarnire puoi utilizzare delle scaglie di mandorle o della granella di pistacchio. Che bontà!

Cheesecake alle albicocche

Ecco una cheesecake fredda primaverile che fa venire l’acquolina in bocca. La base di biscotto sarà sormontata da una gustosa crema dolce al formaggio, che a sua volta accoglierà un topping con composta di albicocche fatta in casa: una delizia!

Ingredienti

Per la base:

  • 250 grammi di biscotti secchi
  • 120 grammi di burro

Per il ripieno:

  • 700 grammi di formaggio fresco morbido spalmabile
  • 150 grammi di panna
  • 70 grammi di zucchero
  • 8 grammi di gelatina in fogli

Per il topping:

  • 15 albicocche
  • 100 grammi di zucchero
  • 150 grammi di acqua
  • 40 grammi di amido di mais

Parti dal topping di albicocche, che poi lascerai raffreddare. Taglia la frutta a pezzetti e mettila a cuocere in un tegame con lo zucchero per 10 minuti. Spento il fuoco, frulla il tutto col minipimer e una volta ridotto il composto in purea, accendi nuovamente la fiamma. Aggiungi la maizena sciolta nell’acqua e continua a mescolare fino a quando la purea di albicocche non si sarà addensata.

Passa ora alla base della cheesecake: ti basterà sbriciolare i biscotti e aggiungere il burro fuso, fino a ottenere tante briciole appiccicose. Aggiungi il tutto in uno stampo a cerniera rivestito con carta forno e appiattisci con le dita in modo da ottenere una base compatta. Falla riposare in frigorifero.

Occupiamoci ora della crema al formaggio: metti la gelatina in ammollo in acqua fredda e, nel frattempo, unisci il formaggio spalmabile con lo zucchero e 130 grammi di panna. Fai scaldare la panna rimanente in un pentolino, aggiungendo poi la gelatina alimentare, fino a farla sciogliere completamente. Fai raffreddare il composto e uniscilo alla crema al formaggio già preparata. A questo punto puoi trasferire il tutto nello stampo, sulla base di biscotto. Livellata la superficie, aggiungi il topping di albicocche e fai riposare in frigo per almeno 4 ore. Il risultato sarà strepitoso!

Hai apprezzato i benefici della frutta primaverile e ancor di più le nostre ricette? Scopri tantissimi altri consigli per la stagione più bella dell’anno nella nostra guida a “Cosa fare in primavera“!

Gli indispensabili per preparare le tue ricette: