verdure primaverili

Lasciato alle spalle il freddo invernale, ecco bussare alla porta il primo tepore di stagione. Con lui arrivano tantissime novità, soprattutto sui banchi dell’ortofrutta che, come per magia, si animano di colori e sapori diversi. Si tratta delle verdure primaverili,che permettono di diversificare i piatti che porti quotidianamente in tavola. E allora continua a leggere per scoprire quali sono le verdure che la primavera porta con sé per poi approdare a ben tre ricette con cui fare bella figura a pranzo o a cena.

Verdura di stagione in primavera

I colori cambiano e diventano più accesi e invitanti. La verdura primaverile è il simbolo della rinascita e acquistarla significa anche fare del bene all’ambiente e a noi stessi. Comprare prodotti di stagione, oltre a ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente, ti permette infatti di fare il pieno di tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno in questo specifico periodo dell’anno. Non perdiamo altro tempo e andiamo a scoprire alcune delle tante verdure primaverili che potrai portare in tavola nei prossimi mesi.

  1. Spinaci

    Ecco una verdura che, dall’inverno, sconfina anche in primavera. Ricchi di vitamina A, di acido folico e calcio, gli spinaci contengono anche luteina, perfetta per mantenere al top la salute degli occhi. Non manca neanche una discreta dose di ferro: per favorirne l’assorbimento sarebbe bene condirli con del succo di limone, ricco di vitamina C. Per fare il pieno delle proprietà benefiche degli spinaci, soprattutto quando sono teneri e freschi, ti consigliamo di mangiarli crudi: la cottura, infatti, fa perdere quasi la metà delle sostanze nutritive presenti al loro interno.
  2. Asparagi

    Sono i protagonisti delle verdure primaverili e rappresentano il veroe proprio simbolo della stagione. Raccolti da marzo a giugno, hanno ottimeproprietà diuretiche e sono un aiuto per la salute dei reni. Oltre a questo sono ricchi di vitamina K e folati e hanno un ottimo quantitativo di fibre insolubili (fondamentali per il benessere intestinale). Ricchi di triptofano, poi, sono annoverati fra i cibi del buonumore. In cucina sono davvero versatili e si possono utilizzare in moltissimi modi. Dai risotti alle torte salate, si sposano benissimo con le uova. Provare per credere!
  3. Agretti

    Noti anche con il nome di barba di frate, gli agretti si cucinano velocemente e sono super versatili. Insomma, non possono assolutamente mancare fra gli ingredienti delle tue ricette primaverili. Ricchissimi di fibra insolubile, gli agretti sono gli alleati perfetti della salute intestinale. Calcio, potassio e magnesio, poi, completano un quadro nutrizionale di tutto rispetto. Provali all’interno della farinata, di una torta salata o semplicemente come contorno da accompagnare alle uova: non riuscirai a farne a meno!
  4. Zucchine

    Quanto ti sono mancate le zucchine durante l’inverno? Eccoci di fronte a una delle verdure primaverili più apprezzate, perché dolci, economiche, versatili e adatte a grandi e piccini. Hanno pochissime calorie, forniscono moltissimo potassio e contengono, inoltre, acido folico e vitamina E. Sono anche una verdura depurativa: diuretiche, combattono i problemi delle vie urinarie e aiutano anche l’intestino a rimanere in salute. In cucina possono essere usate in qualsiasi modo: dal pesto di zucchine alle zucchine ripiene, le puoi cuocere anche al vapore e alla griglia.
  5. Lattuga

    Le varietà di lattuga sono tantissime: dall’iceberg alla classica trocadero, non manca neanche la tipologia romana, caratterizzata da una forma più allungata. Si tratta di una verdura perfetta per i primi caldi di stagione, perché è composta per la maggior parte da acqua ed è in grado di idratare perfettamente l’organismo. Ricca di potassio, contiene anche magnesio e riesce, grazie alla glucochina, ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue. Insomma, potremmo passare ore a elencare i benefici della lattuga ma, per amor di sintesi, ti sproneremo semplicemente a comprarla e a valutare tu stesso di cosa è capace!
  6. Melanzane

    Per portare le melanzane in tavola bisognerà aspettare la primavera inoltrata, perché quelle di stagione cominciano a comparire sui banchi dell’ortofrutta a partire da giugno. E il motivo è presto detto: sono ricchissime di potassio, magnesio e fosforo, minerali utilissimi quando fa caldo e si suda molto. Non contengono molte calorie e, anzi, sono ricche di acqua e contribuiscono alla salute del cuore mantenendo sotto controllo i livelli di colesterolo. Quanto alle ricette con le melanzane, non hai che l’imbarazzo della scelta. Al sugo (ad esempio per una pasta alla Norma), grigliate o ripiene, potrai dar vita a piatti sempre diversi.
  7. Cicoria

    Non è gradita da tutti, ma chi la ama la mangerebbe tutto l’anno. La cicoria ha infatti un sapore amarognolo che però si smorza abbastanza con la cottura. Ricchissima di acqua e povera di calorie, è una verdura primaverile eminentemente depurativa e stimola l’attività di pancreas e fegato, oltre a rendere più facile la digestione. Potrai mangiarla come semplice contorno o, magari, renderla protagonista di una torta salata di tutto rispetto.
  8. Fave

    Per portare le fave in tavola bisogna aspettare un po’, perché le prime vengono raccolte fra aprile e maggio. Ma ne varrà la pena. Mangiate fresche, magari accompagnate da un buon formaggio stagionato, è una vera e propria estasi per i sensi. E non è solo il gusto a essere dalla loro parte, perché sono anche ricche di proprietà nutritive. Oltre a contenere un particolare aminoacido alleato della salute del cervello (Levodopa), sono ricche di fibre alimentari e hanno altresì proprietà diuretiche. Contengono anche un buon livello di ferro e vitamina C e consumarle crude durante la stagione di raccolta non può che far bene all’organismo.

3 ricette da provare

Fave, asparagi, zucchine, agretti. Le verdure primaverili sono così varie saporite che non aspettano altro di essere portate in tavola. E se sei a corto di idee non preoccuparti, qui di seguito trovi tre ricette da leccarsi i baffi. Provare per credere!

Vellutata di fave e asparagi

Il tempo in primavera è un po’ imprevedibile. Nei giorni di pioggia, ad esempio, una vellutata da consumare calda è proprio quello che ci vuole. Perché non prepararla con i prodotti di stagione?

Ingredienti

  • Un mazzo di asparagi
  • 200 grammi di fave fresche sbucciate
  • Uno scalogno
  • Succo di mezzo limone
  • Brodo vegetale
  • Olio Evo

Per preparare la vellutata di fave e asparagi è bene cominciare dal compito più noioso: sbucciare le fave e privarle della loro pellicina, il cui sapore è un po’ amarognolo. Per velocizzare l’operazione potrai sbollentarle per 3 minuti.

A questo punto lava gli asparagi e tagliali a tocchetti. Mettili in una pentola insieme all’olio e allo scalogno e fai insaporire il tutto. Una volta cotti, togli le punte con cui poi guarnirai il piatto. A questo punto aggiungi il brodo e le fave e fai cuocere per una decina di minuti, aggiustando di sale. Riduci le verdure in crema con il minipimer, aggiungi il succo di limone e impiatta, ricordando di aggiungere le punte degli asparagi a mo’ di guarnizione. Un filo di olio Evo a crudo completerà il piatto.

Torta salata con zucchine e provola

Perfetta per il primo pic nic di stagione, in questo piatto il sapore intenso della provola incontra la delicatezza delle zucchine per dar vita a una ricetta che farà furore. Mettiti subito all’opera.

Ingredienti

  • Pasta sfoglia
  • 4 zucchine
  • 2 uova
  • 250 grammi di provola (dolce o affumicata)
  • Uno spicchio di aglio
  • Sale
  • Pepe
  • Olio Evo

Lava le zucchine e tagliale a rondelle. Fai un soffritto di aglio e fai cuocere le zucchine a fiamma sostenuta, continuando a girare fino a quando non saranno cotte. Sbatti le uova e aggiusta con sale e pepe. Taglia la provola a cubetti e uniscila all’uovo sbattuto. Aggiungi ora le zucchine cotte. Srotola la pasta sfoglia e mettila su una teglia foderata di carta forno. Versa il ripieno e livellalo bene. Fai cuocere in forno già caldo a 180° per 30 minuti circa. Prima di servirla lasciala raffreddare un po’.

Nido di agretti con uovo poché

Un piatto scenografico, magari da inserire fra le ricette di Pasqua, è proprio quello che ci vuole. In questo caso a essere protagonisti sono gli agretti, con cui andrai a creare un vero e proprio nido su cui adagiare un buonissimo uovo poché, detto anche uovo in camicia.

Ingredienti

  • Un uovo
  • Un mazzetto di agretti
  • Parmigiano grattugiato q.b
  • 1 cucchiaio di aceto di vino
  • Olio Evo
  • Sale

Parti dagli agretti, che andranno puliti e lavati. Taglia la parte finale più dura e lavali sotto l’acqua corrente. Sbollentali in acqua salata per farli diventare teneri. Scolali e condiscili con olio, sale e pepe. Impiattali creando la forma di un nido.

Passiamo all’uovo poché: in un pentolino fai bollire acqua e aceto, abbassa la fiamma e, aiutandoti con un cucchiaio, crea un vortice. Rompi l’uovo e immergilo nell’acqua proprio all’interno del vortice. Lascia cuocere per circa un minuto e mezzo.

Una volta cotto, adagia l’uovo poché in mezzo al nido e ricoprilo con un emulsione di olio, parmigiano e pepe. Ci sarà da leccarsi i baffi.

Gli indispensabili per preparare le tue ricette:

Ti sei innamorato delle verdure primaverili e vuoi scoprire nuove ricette in cui utilizzarle? Oppure cerchi idee per passare le giornate nel periodo primaverile? Leggi il nostro articolo dedicato a “Cosa fare in primavera” e lasciati ispirare!