Donald Robertson x Westwing Collection: Manca 1 Giorno al Lancio!

Botox capelli

Hai i capelli danneggiati, opachi o spenti? Non c’è shampoo o trattamento che tenga? Forse non hai ancora provato il botox. Oggi la ricerca ha fatto tantissimi passi in avanti e l’innovazione nella scienza del capello ha finalmente ideato un particolare mix di principi attivi in grado di nutrire a fondo la tua chioma. In realtà il nome “botox” tra un po’ in inganno, perché quando si tratta di capelli, il botulino in realtà non figura fra gli ingredienti. L’effetto, tuttavia, è simile, perché in grado di ringiovanire letteralmente la chioma, donando morbidezza e lucentezza anche alle lunghezze. Se non hai mai sentito parlare del botox per capelli è il momento giusto per informarti su questo innovativo trattamento, altamente modulabile e personalizzabile. Continua a leggere per scoprire meglio di che si tratta. 

Botox per capelli: che cos’è e cosa contiene? 

Abbiamo parlato di mix di principi attivi, e a ragione: il botox per capelli – pur non contenendo la tossina botulinica – contiene un mix di sostanze che, opportunamente modulate, sono in grado di dare nuova vita ai capelli danneggiati. Le vitamine D e B6, il pantenolo, gli amminoacidi e le proteine lavorano insieme per regalare una nuova struttura ai capelli spenti o rovinati da colorazioni, lavaggi, sole e fenomeni atmosferici. La vera rivoluzione del botox sta tutta nello studio attento dei capelli: il cocktail di principi attivi, infatti, è modulabile in base alla tipologia di chioma e può essere arricchito con altre sostanze in base alle singole esigenze. 

In particolare, esistono due tipi di botox per capelli, ed entrambi si presentano sotto forma di crema o spray da applicare sulle lunghezze:

  • Botox a caldo: siamo di fronte al trattamento perfetto per capelli sottili e non colorati, indicato per chi cerca volume e lucentezza. 
  • Botox a freddo: indicato soprattutto per capelli colorati e chiome eccessivamente rovinate, questo trattamento lavora sulla struttura del capello, ripristinandola. 

Differenza tra cheratina e botox per capelli 

Il botox per capelli non va assolutamente confuso con la cheratina, altro trattamento famoso e molto in voga negli hair salon. Lo scopo principale della cheratina, infatti, è lisciante ed è indicato soprattutto per chi ha i capelli crespi e non necessariamente danneggiati. La botox hair therapy, al contrario, è una vera e propria coccola per i capelli rovinati: il mix di sostanze, infatti, lavora “rimpolpando” la struttura del capello, riportando la chioma alla sua originaria bellezza e donando allo stesso tempo volume e corposità. 

Per chi è indicato? Quali sono i benefici? 

A chi è consigliato il botox per capelli? Iniziamo col dire che il trattamento può essere fatto anche su chiome sane, ma che necessitano – magari – di più volume. In generale, tuttavia, è indicato soprattutto per chi si ritrova ad avere capelli danneggiati: perfetto per chi ha le doppie punte, è tuttavia un’ottima soluzione per tutti coloro che hanno fibre indebolite dopo anni di piastra, ferro e asciugature intense. Tuttavia sono anche altri i motivi per regalarsi il botox ai capelli: 

  • Chi ha i capelli crespi ne gioverà sicuramente, soprattutto perché renderà meno fragile la chioma e meno incline a risentire dell’umidità ambientale. 
  • Chi ha problemi di sebo e quindi di capelli grassi troverà nel botox un valido alleato, perché possiede anche un’azione purificante sul cuoio capelluto. 

I benefici del botox per capelli, insomma, sono quasi ovvi: volume e morbidezza si associano a una riduzione delle doppie punte e a una migliore struttura del capello, anche e soprattutto per chi ha i capelli tendenti al crespo.  

Come si applica?

Il botox per capelli è un trattamento che non necessita di molto tempo, anzi.

  1. Prima di iniziare

    Prima di procedere con l’applicazione dei principi attivi si prepara il capello con uno shampoo alcalino, il cui scopo è quello di aprire le cuticole e detergere in profondità la struttura del capello.

  2. Applica

    Senza asciugare la chioma, il trattamento viene applicato sulle lunghezze, lasciando una distanza dalle radici di circa un centimetro.

  3. Massaggia

    Procedi al massaggio del prodotto sui capelli, che viene poi lasciato in posa per un massimo di 40 minuti.

  4. Risciacqua

    Esegui il risciacquo con acqua fredda, necessaria per fissare all’interno del capello le sostanze nutritive appena applicate.

  5. Asciuga

    Asciuga e utilizza poi la piastra, solitamente a ultrasuoni: questo particolare strumento, infatti, non scalda il capello ma stabilizza il trattamento nelle fibre che compongono ciascun fusto. 

Durata e frequenza del trattamento 

Essendo un trattamento in crema o spray, il botox per capelli – almeno inizialmente – va applicato una volta a settimana nel corso dello stesso mese. Benché si possano notare miglioramenti fin dalla prima applicazione, per un effetto durevole è necessario essere costanti per circa trenta giorni. Terminata l’iniziale fase d’attacco, la tua chioma apparirà bella e nutrita per circa due mesi, con punte di tre per tutti coloro che hanno la fortuna di avere già in partenza capelli non troppo rovinati. In ogni caso ti consigliamo di farti consigliare dal tuo parrucchiere di fiducia, che saprà stilare un calendario preciso dei trattamenti in base alla tipologia dei tuoi capelli. 

Vuoi avere altre dritte sulla cura dei capelli? Sei interessato alle tematiche della bellezza e della cura del corpo? Dai un’occhiata alla sezione “Beauty” per non perderti nemmeno un aggiornamento!