Permanente capelli

Amatissima negli anni ’80, criticata all’inizio del nuovo millennio, tornata a splendere negli anni ’20 del duemila. Stiamo ovviamente parlando della permanente, trattamento per capelli che torna oggi di moda in una sua versione molto più soft. Dimentica i classici ricci e dai invece il benvenuto a onde molto più morbide che ricordano da vicino le amatissime beach waves. La permanente ai capelli, insomma, non dà vita a volumi esagerati ma anzi torna in auge con uno stile del tutto innovativo e meno d’impatto di cui, ne siamo sicuri, ti innamorerai. Scopriamo meglio di che si tratta!

Cos’è la permanente e come agisce sui capelli? 

La permanente è un trattamento di styling che si avvale di prodotti chimici e bigodini per creare capelli ricci o mossi laddove sono naturalmente presenti capelli lisci. Le sostanze utilizzate, infatti, vanno a modificare le catene peptidiche che formano ogni singolo capello: in gergo si è soliti dire che la permanente “spezza” la struttura naturale del capello per poi domarla attraverso l’uso di bigodini, il cui spessore determina, poi, la vera e propria intensità del riccio. Al termine del trattamento i capelli vengono risciacquati per poi passare all’applicazione del neutralizzante, che fisserà la nuova struttura del capello in modo duraturo. 

Sulla carta sembra un trattamento molto intenso, ma la verità è che oggi questa tecnica si avvale di prodotti innovativi, molto meno aggressivi rispetto al passato. La permanente ai capelli oggi dà vita a capelli ricci e mossi senza tuttavia incidere troppo sulla loro vitalità. Anzi, dopo il trattamento la chioma apparirà fresca e idratata. 

Lunghezza dei capelli: quant’è importante? 

Quando si decide di fare la permanente, la lunghezza dei capelli incide molto sul risultato finale: gli styling migliori, infatti, si ottengono sicuramente sui capelli di lunghezza media. Non fraintenderci: la permanente sui capelli lunghi è sicuramente possibile, ma diventa particolarmente difficile sulle lunghezze oltre i 30 cm. Il peso stesso dei capelli diventerebbe infatti eccessivo e i ricci tornerebbero a distendersi in poco tempo.

In questi casi, quindi, è meglio optare per una permanente a onde ampie, che può essere realizzata con bigodini più grandi. In particolare potrai utilizzare: 

  • I bigodini a spirale per dar vita a un effetto a boccoli 
  • I bigodini conici per dar vita a onde molto naturali, quasi fossero delle beach waves 

Nel primo caso il look sarà decisamente bon ton, da acconciare poi come meglio desideri. Il secondo styling è molto più casual, perfetto per chi ama un effetto spettinato ma non troppo. 

Se, invece, opti per una permanente sui capelli corti, assicurati prima di tutto di avere un buon taglio di capelli: preferisci uno styling sfilato o scalato, perfetto per contenere il tipico volume che creerà il trattamento. Vuoi qualche esempio? Un carrè darà vita a un volume invidiabile e a uno styling ricercato e iconico. Se preferisci l’asimmetria, in un taglio rasato lateralmente la permanente renderà più dinamico lo styling, per un look decisamente rock. 

Quanto dura la permanente? 

L’effetto della permanente ai capelli ha una durata variabile che va dai tre ai cinque mesi circa. A creare il discrimine è proprio la tipologia di capelli che viene trattata. Inoltre, benché sia un trattamento oggi sicuro che utilizza prodotti meno aggressivi rispetto al passato, è opportuno dare “tregua” ai capelli fra una permanente e l’altra. In generale, sarebbe opportuno lasciar passare un minimo di quattro mesi (ma sarebbero meglio sei) fra due trattamenti. A permanente fatta, invece, è possibile prendersi cura dei capelli affinché lo styling duri più a lungo. 

Come prendersene cura 

Per fare in modo che la permanente duri il più a lungo possibile dovrai avere qualche accortezza nella gestione dei tuoi capelli. 

  1. Fai assestare la permanente

    Dopo aver fatto il trattamento, tocca il meno possibile la tua chioma perché i tuoi capelli si stanno ancora assestando. In questo modo la forma sarà più duratura nel tempo. Inutile dire che durante le prime 24/48 ore dovrai evitare di lavare i capelli e di usare pettine e spazzola. Chiedi comunque al tuo parrucchiere di fiducia ulteriori informazioni.
  2. Tieni i capelli sciolti

    Dopo il trattamento evita, per qualche giorno, le acconciature. Preferisci i capelli sciolti: l’uso di elastici, forcine, fasce e chi più ne ha più ne metta potrebbe modellare ulteriormente il capello.
  3. Non tingere i capelli

    O almeno evita di farlo per la prima settimana: devi infatti dare il tempo ai tuoi capelli di riprendersi prima di stressarli ulteriormente. Parla col tuo parrucchiere per programmare la tinta in un momento più sicuro per la tua chioma.
  4. Scegli shampoo e balsamo adeguati

    Per i tuoi shampoo settimanali scegli prodotti giusti e adatti per capelli con permanente, evitando quelli che contengono parabeni e solfati. Scegli uno shampoo specifico per capelli ricci che contenga magari aloe e/o vitamina E. Attenzione anche al balsamo, che deve essere leggero ma nutriente: un prodotto troppo ricco andrebbe ad appesantire i tuoi ricci. I capelli, inoltre, non andrebbero lavati più di due volte a settimana.
  5. Usa i giusti accessori

    Sì a pettini a denti larghi, no a spazzole troppo fitte. Una spazzola sbagliata renderebbe meno duraturo il trattamento, andando altresì a spezzare i capelli. Inoltre ricorda di pettinare la tua chioma solo dopo averla lavata e dopo aver applicato il balsamo.
  6. Scegli una giusta temperatura per l’asciugatura

    Quando asciughi i capelli con il phon, assicurati che la temperatura dell’aria non sia troppo alta, perché potrebbe seccare troppo i capelli, stressandoli o danneggiandoli. Usare il diffusore è sempre una buona idea, magari a testa in giù.

Rischi e considerazioni finali 

La permanente è rischiosa? No, a patto che venga fatta da un professionista aggiornato sui nuovi trattamenti di styling e sui prodotti da utilizzare. Ribadiamo, comunque, che si tratta di un procedimento che utilizza agenti chimici che, per quanto meno aggressivi rispetto al passato, stressano il capello: una volta fatta la permanente, quindi, sarà necessaria qualche piccola accortezza per non rovinarlo troppo. Ma se seguirai i consigli che ti abbiamo dato poco fa, non ci sarà nessun problema, soprattutto se desideri una chioma mossa e vaporosa da tanto tempo! 

Non rimanere indietro sui nuovi trend di bellezza e dai un’occhiata alla nostra sezione “Beauty”: oltre alle guide e ai consigli, abbiamo pronte per te tutte le novità del settore!