Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

lavandino in pietra in giardino verde

“Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti”: ce lo dicevano sempre i nostri genitori quando eravamo piccoli. Ma adesso che il risparmio idrico (come di tutte le risorse naturali) è diventato un’urgenza e un tema scottante del dibattito quotidiano, è necessario che tutti noi ci attiviamo nelle piccole azioni quotidiane per risparmiare davvero questa risorsa preziosa. Qui ti daremo alcuni consigli per risparmiare acqua da applicare a casa, oltre a quelli che già conoscerai, come chiudere il rubinetto quando ti lavi le mani, i denti o ti fai la barba (lo sai che questo piccolo gesto ti fa già risparmiare). Ma andiamo per gradi.

Perché risparmiare acqua?

A volte pensiamo che l’acqua sia un bene che non ci verrà mai a mancare. Apriamo il rubinetto quasi senza pensarci, facciamo partire la lavastoviglie mezza vuota o non ci interessiamo della “piccola” perdita che abbiamo in bagno.

Il primo motivo per non sprecare acqua è di certo quello economico: risparmiare acqua ti fa risparmiare sulle bollette.

Ma il secondo è ambientale e si lega al tema della sostenibilità. L’acqua sul nostro pianeta è soprattutto salata, e solo una piccola parte (quella proveniente dalle falde acquifere e dai ghiacciai) è quella dolce, necessaria per la sopravvivenza della maggior parte delle specie viventi.

L’inquinamento causato dalle attività dell’uomo ne peggiora sempre di più la qualità; i cambiamenti climatici hanno diminuito le piogge e, allo stesso tempo, hanno portato a un aumento del consumo d’acqua, a causa dell’innalzamento delle temperature.

Quali sono, allora, i gesti che puoi compiere anche tu per ridurre il consumo di acqua e aiutare l’ambiente e il portafoglio?

Come risparmiare acqua: 10 consigli pratici

  1. Installa dei frangiflutti nei rubinetti di casa: questo comporta un risparmio di circa 6mila litri acqua all’anno per una famiglia di tre persone.
  2. Fai una manutenzione periodica dei rubinetti e controlla che non abbiano perdite (una piccola perdita può comportare uno spreco anche di 20 litri acqua al giorno). Tenere monitorato l’impianto idrico di casa, chiudendo le perdite (anche quelle del wc, che sono le meno evidenti), può farti risparmiare fino a 400 litri d’acqua.
  3. Se fai la doccia invece del bagno puoi risparmiare fino a 50 litri d’acqua (ma ricordati di chiudere il rubinetto quando ti insaponi!).
  4. Installa un sistema di scarico differenziato per il wc, che scarica 6 o 12 litri d’acqua a seconda del bisogno.
  5. Installa una doccia areata, con un sistema che mescola aria con l’acqua e ne aumenta il getto, rendendolo più potente e diminuendo il consumo.
  6. Se hai le tubature vecchie, isolale con la schiuma, che permette all’acqua di scaldarsi prima e quindi di doverne far scorrere meno prima che arrivi alla temperatura giusta.
  7. Fai partire la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico, scegli il lavaggio eco o a basse temperature, che consumano meno.
  8. Per la lavastoviglie, non usare l’asciugatura ad aria calda, ma aprila a fine ciclo. In commercio esistono nuovi modelli che si aprono automaticamente a fine lavaggio e si spengono da soli a fine asciugatura.
  9. Lascia le verdure in ammollo e non sciacquarle sotto il getto dell’acqua: così risparmi almeno 12 litri d’acqua.
  10. Per bagnare le piante, l’orto o i fiori, usa l’acqua recuperata da altre attività, come quella che hai usato per lavare le verdure. Se hai un giardino, puoi trovare un punto per posizionare un barile e recuperare l’acqua piovana, che ti servirà a irrigarlo, ma anche a pulire casa.

5 cose da sapere sul risparmio dell’acqua

Il risparmio idrico non passa solo dal rubinetto di casa, ma anche da altre scelte consapevoli che puoi fare in tutta la tua vita quotidiana. Ecco alcune cose che forse non sapevi e che possono guidare le tue scelte e aiutarti a risparmiare acqua:

  1. Usare pannolini lavabili e le alternative agli assorbenti usa e getta (come le coppette mestruali o la biancheria assorbente) permette non solo un risparmio economico, e di ridurre i rifiuti, ma anche un risparmio di acqua di circa il 25-30%. Gli assorbenti e i pannolini hanno anche parti di carta, e la produzione di carta comporta un grandissimo consumo d’acqua, che puoi aiutare a diminuire scegliendo le alternative ecologiche.
  2. Lavare l’automobile con il secchio e la spugna, invece che con il tubo dell’acqua, ti fa risparmiare fino a cento litri d’acqua.
  3. Gettare nel wc mozziconi di sigaretta, fazzoletti di carta o altri materiali non biodegradabili comporta nel deflusso uno spreco dai 5 ai 7 litri d’acqua.
  4. Recuperare l’acqua della pasta, ricca di amido, un ottimo sgrassante, è utile per lavare i piatti a mano.
  5. Anche gli alimenti hanno un impatto idrico e seguire una dieta mediterranea ricca di alimenti di origine vegetale permette di alimentarci bene e consumare meno acqua. Ad esempio, per produrre 1 chilo di carne di manzo sono necessari circa 16 litri d’acqua, mentre per un chilo di lattuga solo 5. 

Ricorda: prendersi cura dell’impianto idrico della tua abitazione e cambiare abitudini significa anche far bene all’ambiente.

Se poi vuoi anche qualche idea su come rendere la tua casa non solo più efficiente, ma anche più bella, registrati gratuitamente su Westwing: riceverai tanti consigli e offerte esclusive co sconti fino a -70%!