Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

madeincasa2020 università piemontesi

Un mondo più sostenibile parte dalla conoscenza: lo sanno bene l’Università degli Studi di Torino, il Politecnico di Torino e l’Università del Piemonte Orientale, che organizzano l’evento social #madeincasa2020. L’obiettivo è quello di sensibilizzare sulle tematiche del riciclo e del riutilizzo di oggetti casalinghi: ecco una panoramica del progetto, potresti trovare qualche spunto da mettere in pratica in casa tua!

Cos’è madeincasa2020

Made in casa, cioè “fatto in casa” è un’iniziativa organizzata dalle università piemontesi e dai rispettivi Centri Universitari Sportivi con lo scopo di sensibilizzare studenti e non riguardo l’economia circolare, l’upcycling e il riciclo dei materiali e degli oggetti casalinghi.

Quante volte ci siamo trovati ad accumulare in casa oggetti dalle più svariate funzioni e poi doverli buttare nella raccolta indifferenziata o nella plastica? Le università piemontesi vogliono proprio aiutarci a pensare a questi oggetti che, avendo magari perso il loro scopo inizale, possono essere trasformati in altri oggetti o riutilizzati in modo creativo. In questo modo, possiamo ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti e indirizzarci verso uno stile di consumo più consapevole.

#madeincasa2020 è un evento organizzato da UniToGO, il Green Office dell’Università degli Studi di Torino, dal Green Team del Politecnico di Torino, dall’Università del Piemonte Orientale, insieme al Centro Universitario Sportivo Torinese e al Centro Universitario Sportivo Piemonte Orientale.

Come funziona l’iniziativa

Per partecipare a #madeincasa2020 si dovrà:

  • trovare un’idea originale su come dare una nuova vita ad un oggetto che abbiamo in casa, oppure costruirne uno nuovo con materiali di scarto
  • pubblicare su Instagram le foto degli oggetti
  • accompagnare il post con l’hashtag dell’evento #madeincasa2020 e dalla menzione (@) dell’Ateneo di appartenenza. 

Le foto delle idee più interessanti e innovative verranno condivise dagli Atenei e dai CUS e premiate con un’estrazione.

Alcune idee per partecipare a madeincasa2020

Sei a corto di idee per partecipare all’evento, oppure hai tanti oggetti inutilizzati in casa e non sai da dove partire? Ecco quattro consigli che potranno risvegliare la tua creatività!

  1. L’idea che ci viene subito in mente è riciclare le bottiglie di plastica che popolano ogni casa. Qui puoi trovare 10 idee per riciclare le bottiglie di plastica.
  2. Se sei abituato a fare la spesa al mercato della frutta e della verdura, sicuramente avrai in casa delle cassette di legno. Perché non trasformarle in complementi d’arredo? Ridipingile e smussa le eventuali parti con le schegge, poi fissa dei piedini fatti anch’essi con materiali di riciclo, come dei legnetti. Ecco un comodino zero-waste! Puoi anche inserire dei divisori con del compensato di recupero per riporre libri e riviste.
  3. Rimanendo in tema arredamento, alcuni di noi hanno in casa dei pallet, ad esempio dopo un trasloco. Che ne dici di trasformare i pallet in bellissimi mobili?
  4. Chi non ha in casa dei barattoli di vetro, conservati da anni, o delle giare che la nonna ci regalava piene delle sue prelibatezze fatte in casa? Puoi dare nuova vita ai barattoli di vetro in tantissimi modi! Inizia con il pulirli delicatamente con un detergente neutro. Puoi semplicemente usarli come porta spazzolini, come vasetti per i fiori o per ospitare le tue piantine grasse.
  5. Se vuoi fare un lavoretto in più, dipingi una giara con una vernice colorata ma non troppo coprente. Già così è diventato un bellissimo vasetto per riporre oggetti, ma puoi anche recuperare dalla cantina delle vecchie lucine di Natale che ormai non usi più. Infilale nel barattolo, accendile, e goditi la tua nuova lampada boho!

Per altri spunti puoi dare un’occhiata agli articoli della categoria sostenibilità. Siamo sicuri che troverai qualcosa per partecipare all’evento e pubblicare bellissime foto. Per i dettagli puoi consultare i siti ufficiali delle università piemontesi e… buon riciclo!