Donald Robertson x Westwing Collection: Manca 1 Giorno al Lancio!

Tia Taylor

Tia Taylor, content creator americana trasferita a Milano 8 anni fa, ci apre le porte del suo nuovo appartamento. 47 metri quadrati di stile, accoglienza e funzionalità. “Anche una casa piccolissima può essere bellissima”. Come? Tia ci svela i suoi segreti! 

Milano Milano

“Mi sono trasferita in Italia per studiare. Dopo la laurea, ho deciso di rimanere a Milano per cogliere le numerose opportunità che la città offre a tutti. Oggi sono ancora qui a esplorarle e lavoro come content creator”.  

“Il quartiere di Milano in cui trascorro più tempo è quello in cui vivo, ovvero NoLo e la Martesana. Mi piace questa zona perché credo che rappresenti la Milano vera, dove si possono trovare persone normali, che rendono questa città quella che è. Probabilmente non è un quartiere molto conosciuto e sicuramente neanche molto turistico, ma è davvero interessante, con tanto da scoprire”. 

Una casa piccola e accogliente

Casa per me è un posto dove ti ricarichi. Come definirei il mio stile? Minimal, moderno, ma allo stesso tempo cozy e funzionale, con pochi pezzi ma curati. 

“Il segreto per arredare un appartamento piccolo è sfruttare l’altezza, perché si riesce a guadagnare tanto spazio utile per lo storage”. Per la sua casa, Tia ha scelto mobili alti e capienti, che rendono lo spazio bello ma funzionale. Ma cosa rende un appartamento accogliente? “Ciò che fa davvero la differenza è l’utilizzo dei colori. Io, ad esempio, ho imparato a evitare il bianco, che può apparire freddo, sterile e impersonale”. 

Per le pareti, Tia Taylor ha scelto un colore chiaro, ma non bianco puro, che ha deciso di utlizzare invece solo per il soffitto. Per il pavimento ha preferito un effetto legno che vira al beige; per l’arredamento ha accostato toni di grigio. In questo modo l’appartamento risulta caldo e accogliente. 

Tre domande per Tia Taylor

Quali sono i tuoi pezzi preferiti? 

“I miei pezzi preferiti in questa nuova casa sono i lampadari, soprattutto quello della zona pranzo, per cui ricevo sempre tanti complimenti. Penso che i miei lampadari siano affascinanti e riflettano i diversi aspetti del mio stile: sono moderni e minimal”. 

Qual è stata la sfida più grande? 

Quando ho comprato la casa, la sfida più grande era rappresentata soprattutto dalla dimensione ridotta, aspetto che accomuna tanti appartamenti a Milano. Abbiamo cercato degli escamotage, con l’utilizzo di colori e materiali diversi, per far sembrare gli spazi più grandi di quello che sono. Tutte le zone sono divise e complete: questo ci fa vivere meglio la casa”. 

A quale sfizio non hai voluto rinunciare? 

“Senza dubbio la vasca da bagno. In America sono cresciuta con vasca e doccia unite nello stesso spazio e lo stesso ho voluto per la mia nuova casa qui. Credo che niente possa sostituire un bagno rilassante alla fine di una lunga giornata o settimana”. 

Ti è piaciuto l’appartamento milanese di Tia Taylor? Nella sezione “Storie di case” trovi tante altre abitazioni esclusive da cui prendere spunto. Lasciati ispirare!

Copia lo stile di Tia Taylor: