gita fuori porta milano

Quando si vive in città si sente spesso il bisogno di staccare e, almeno per un giorno, ritrovare un po’ di pace in un posto tranquillo. Laghi, città d’arte, borghi medievali, l’unico treno che arriva a oltre duemila metri d’altezza. I dintorni di Milano sono uno scrigno di tesori tutti da scoprire. Abbiamo fatto una selezione di sei escursioni imperdibili che puoi fare anche durante il weekend. Leggi la nostra guida per una gita fuori porta da Milano.

1. Greenway del Lago di Como

La Greenway è una passeggiata lungo la sponda occidentale del lago di Como. Un itinerario lungo circa dieci chilometri che parte da Colonno e arriva fino a Griante. Puoi decidere di partire dall’uno o dall’altro paese: a Colonno arrivi solo in macchina, mentre a Griante puoi arrivare anche in traghetto partendo da Bellagio (altra meta assolutamente da visitare!). Se vuoi fare la passeggiata solo in una direzione, c’è poi una comoda linea di autobus che ti riporta indietro.
Questa passeggiata è molto suggestiva sia per il paesaggio e gli scorci meravigliosi sul lago, che per i paesini e i borghi che attraversa. Lungo il percorso, merita di sicuro una tappa la Villa del Balbianello, su un promontorio della penisola di Lavedo, un luogo incantato oggi patrimonio FAI.

2. Mantova

Mantova, Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, è di sicuro una città che vale la pena visitare come gita fuori porta partendo da Milano. Qui nel XV secolo regnavano i Gonzaga che ne hanno fatto un vero e proprio gioiello del Rinascimento, e uno dei più importanti centri d’arte d’Europa. Alcuni degli artisti più importanti del periodo hanno lasciato la loro firma sull’architettura della città: da Pisanello a Leon Battista Alberti ad Andrea Mantegna.
A Mantova non puoi perderti Palazzo Ducale, l’immensa reggia dei Gonzaga (quasi una città-palazzo), seconda in Europa solo al Vaticano, e Palazzo Te, con gli affreschi del Mantegna. Nella Basilica di Sant’Andrea, con la sua splendida cupola, è conservata una delle reliquie più importanti del mondo: il Sangue di Cristo raccolto ai piedi della Croce. Infine, al Museo Archeologico puoi ammirare gli Amanti di Mantova, due giovani sepolti abbracciati oltre seimila anni fa.

3. Crespi d’Adda

Crespi d’Adda è un luogo unico e incredibile, assolutamente da visitare, oggi anche Patrimonio UNESCO. Fondato nel 1876 dall’imprenditore tessile Cristoforo Benigno Crespi, è uno straordinario esempio di quei villaggi operai che alla fine dell’Ottocento venivano edificati in Europa e nel Nord America da industriali che si occupavano anche di dare un alloggio adeguato ai loro operai.
Crespi D’Adda è stato un vero e proprio esperimento sociale, unico nel suo genere, che durò finché Crespi vendette la fabbrica nel 1929. Lì si trovano, oltre alle case, una Chiesa, un cimitero monumentale, scuole, un ospedale, un teatro, un campo sportivo. È tutto rimasto come allora, quasi sospeso nel tempo, ed è visitabile insieme alla centrale idroelettrica e al cotonificio.

4. Il Vittoriale degli Italiani

Un luogo unico e inaspettato, a un centinaio di chilometri da Milano perfetto per una gita fuori porta, è il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera. Costruito da Gabriele D’Annunzio nel 1921 per celebrare la sua “vita inimitabile” e le imprese degli italiani nella Prima Guerra mondiale, è un complesso di edifici e giardini affacciato sul Lago di Garda. Qui D’Annunzio visse i suoi ultimi 17 anni di vita. La vera e propria casa del poeta è la Prioria, formata da stanze letteralmente stipate di oggetti stravaganti, opere d’arte e oltre 33mila libri.
Lo Schifamondo è l’ala successiva del Vittoriale, che D’Annunzio aveva progettato come residenza definitiva per isolarsi, appunto, dal mondo.

Al Vittoriale troverai, tra le tante cose, il Teatro all’Aperto, l’Auditorium, il MAS 96 (un motoscafo antisommergibile), il Mausoleo (il suo monumento funebre), il Laghetto delle Danze, che il poeta volle a forma di violino, e la Nave Puglia, nave militare donata a D’Annunzio dalla Marina Militare nel 1923. Dopo il giro al Vittoriale, puoi visitare anche l’Orto Botanico di Gardone Riviera o la vicina Salò per una deliziosa passeggiata lungo il lago.

5. Borghi medievali nel piacentino

Se hai a disposizione qualche giorno di ferie e ti muovi da Milano, la zona del piacentino è disseminata di borghi medievali che valgono la pena di essere visitati. La prima tappa che ti consigliamo è al borgo di Castell’Arquato, una deliziosa città d’arte che si trova sulle alture della Val D’Arda, sulla riva sinistra del torrente Arda.

Prosegui poi con Vigoleno, certificato tra i Borghi più belli d’Italia e Bandiera Arancione del Touring Club italiano. Passeggia lungo le mura merlate, lungo lo storico camminamento di ronda, fino alla mole del mastio. Nella piazza principale, ammira la fontana cinquecentesca e prosegui fino a San Giorgio, chiesa romanica della seconda metà del XII secolo.

Immancabile in questo giro dei borghi piacentini è il castello di Grazzano Visconti, un altro borghetto delizioso e sede di misteri e leggende. Si racconta, infatti, che il castello sia infestato dal fantasma di Aloisa, una nobildonna che morì di dolore dopo essere stata tradita dal marito e che oggi è diventata protettrice degli innamorati.

6. Trenino rosso del Bernina

La gita fuoriporta più distante da Milano (ma che puoi fare comunque in giornata) è quella sul trenino del Bernina. Il trenino parte la mattina presto da Milano e rientra in serata, percorrendo la tratta ormai mitica del Bernina Express, da Tirano, in provincia di Sondrio, fino a St. Moritz, salendo sulla montagna fino 2000 metri. La tratta è stata inaugurata nel 1910 ed è considerata un’eccellenza del XX secolo, copiata anche all’estero. In un susseguirsi di paesaggi incredibili, arriva fino ai 2253 metri sul livello del mare fino alla stazione di Ospizio Bernina, che divide la Val Poschaivo dall’Engladina.
 Oggi la tratta del Bernina Express, unica al mondo, è Patrimonio UNESCO.

Se la voglia di viaggiare e scoprire luoghi insoliti e poco battuti da turismo (magari spendendo anche poco) consulta la nostra sezione dedicata ai Viaggi e trova l’idea giusta per te.

Ecco i must have per una gita fuori porta: