vacanze in moto

La moto è sinonimo di libertà: il viaggio su due ruote regala emozioni incredibili sia in solitaria che in coppia. Eppure, vista la particolarità del mezzo, per organizzare le vacanze in moto è bene tenere a mente qualche piccola regola che ti consentirà di avere tutto sotto controllo. Dall’itinerario al bagaglio, dagli accessori fondamentali all’imprescindibile check del motore, ecco tutto quello che bisogna sapere per organizzare una vacanza su due ruote senza brutte sorprese lungo la strada.

1. Scegli un viaggio alla tua portata

Che tipo di motociclista sei? Quanti chilometri di fila riesci a percorrere? Ti sei mai confrontato con lunghe o lunghissime distanze? La tua moto è adatta a fare il tipo di viaggio che hai in mente? Quali saranno le condizioni della strada? Ecco, prima di organizzare una vacanza in moto prova a rispondere a queste domande per avere un’idea chiara sia delle tue possibilità sia di quelle della tua moto. Se, ad esempio, fino a oggi hai usato la moto solo per fare brevi tragitti, magari sarebbe opportuno evitare itinerari lunghi e complessi. Se hai una moto da corsa (la cosiddetta hypersport) potrebbe essere scomodo ed estremamente faticoso affrontare molte ore consecutive di viaggio.

Confrontati con i tuoi limiti e con quelli del tuo mezzo e valuta con attenzione l’itinerario che hai in mente. Se vuoi intraprendere un viaggio impegnativo, comincia ad allenare la tua resistenza fisica in anticipo: mettiti alla prova e, settimana dopo settimana, aumenta i chilometri di viaggio così da arrivare preparato.

2. Procurati l’abbigliamento adatto

Ogni viaggio ha bisogno della sua attrezzatura, vacanze in moto comprese. Le cose da tenere a mente quando si affronta la strada su due ruote sono molte e vanno dall’imprescindibile sicurezza al fondamentale comfort del guidatore. La dotazione minima di ogni motociclista che si rispetti è la seguente:

  • Casco integrale o apribile;
  • Giacca da moto con paraschiena;
  • Stivaletti tecnici da moto;
  • Pantaloni lunghi e robusti.

Alla dotazione minima si possono poi aggiungere altri accessori in grado di rendere più confortevole il viaggio. Gli occhiali da sole proteggeranno la vista e renderanno più agevole la visione della strada; una bandana eviterà che la cute sia direttamente a contatto con il casco; i guanti proteggeranno la pelle dal vento e le mani in caso di caduta; gli indumenti antipioggia saranno fondamentali qualora tu sia sorpreso da un acquazzone lungo il cammino. Scegli sempre capi d’abbigliamento tecnico che siano forniti sia di protezioni certificate che di ottima vestibilità: ne va della sicurezza e del comfort del tuo viaggio.

3. Fai controllare la moto

Avere un mezzo sicuro è affidabile è fondamentale ogni giorno dell’anno, ma soprattutto quando si affrontano vacanze in moto in Italia o all’estero. E allora un bel giro dal meccanico e dal gommista non te lo risparmierà nessuno: non badare a spese, perché la sicurezza viene prima di tutto.

Se, ad esempio, dovrai percorrere molti chilometri di fila controlla in modo accurato lo stato delle tue gomme: se presentano segni di usura dovrai cambiarle. Lo stress sugli pneumatici durante un lungo viaggio potrebbe essere considerevole e rendere poco sicuro il tragitto. Lo stesso discorso vale per i freni, i liquidi e la bulloneria che non deve essere assolutamente allentata o danneggiata. Prima di partire, poi, verifica che tutte le luci siano funzionanti, che gli specchietti siano posizionati in modo ottimale e che i bagagli siano perfettamente agganciati al veicolo.

4. Prepara il bagaglio

Eccoci al grande punto dolente: il bagaglio. Se stai organizzando una vacanza o un itinerario in moto (breve o lungo che sia) dovrai valutare attentamente lo spazio a disposizione e portare con te solo ciò che è indispensabile e necessario. Fai una lista con tutto ciò che pensi possa servirti, poi comincia a sfoltirla delle cose di cui puoi fare a meno. Per quanto riguarda i vestiti, infatti, puoi optare per ciò che è strettamente necessario perché potrai lavare ciò che ti serve lungo la strada. Non dimenticare, però, vestiti e abiti pesanti anche se parti in estate: durante il percorso potresti incontrare maltempo e non c’è niente di più brutto che viaggiare in moto con vestiti leggeri quando le temperature si abbassano bruscamente.

Parte del bagaglio, poi, andrà destinato ai necessari prodotti per l’igiene personale e a tutto ciò che è elettronico: dal cavo per caricare lo smartphone all’eventuale adattatore se viaggiate all’estero, dal tablet alla macchina fotografica, dedica parte dello spazio solo a questa categoria di oggetti cosicché sia più facile trovarli.

Sarebbe bene inoltre portare con sé un kit da pronto soccorso a norma DIN 13167 che, fra le altre cose, è obbligatorio in alcuni paesi europei: informati prima di partire.

Riposto tutto il necessario nelle borse, prova a caricare la moto e fai un giro di prova: devi posizionare ogni bagaglio in modo che il veicolo non sia troppo squilibrato dalla loro presenza, perché il rischio potrebbe essere sia di perdere aderenza in curva e in frenata sia di far impennare la moto (qualora il bagaglio posteriore sia troppo pesante).

Gli indispensabili per i tuoi viaggi:

Dove andare in vacanza in moto

Cosa preferisci? Il mare o la montagna? Ti piacciono curve e tornanti o preferisci strade lunghe, dritte e panoramiche? Fare le vacanze in moto in Italia significa anche scegliere la meta in base al paesaggio che si incontra lungo la strada. Per fortuna l’Italia è bella da nord a sud e un itinerario in moto sarà emozionante e panoramico in ogni caso. Abbiamo pensato di darti qualche consiglio suddividendo la penisola in tre diverse aree: nord, centro e sud.

Nord Italia

Gli itinerari per le vacanze in moto nel nord Italia sono davvero molti e permettono di scoprire tantissimi paesaggi diversi: dallo spettacolo montano di Alpi e Prealpi agli scorci marini della Liguria, non mancheranno neanche i percorsi panoramici lungo gli splendidi laghi che caratterizzano questa parte della Penisola. Ecco qualche idea.

  1. Laghi del Trentino in moto: le strade montane regalano sempre molte gioie se percorse su due ruote, se poi aggiungiamo il panorama lacustre la meraviglia sarà infinita. Percorrere il Trentino alla scoperta dei suoi molti specchi d’acqua permette di scoprire scorci incastonati fra valli, altipiani e montagne. Dal gettonato Lago di Molveno al Lago di Tovel e fino al Lago di Santa Giustina in Val di Non, l’itinerario sarà ricco e gustoso anche dal punto di vista gastronomico!
  2. L’Adamello in moto: chi ama i paesaggi montani non deve lasciarsi sfuggire il massiccio dell’Adamello che, dalla Lombardia, arriva fino in Trentino. Si parte da Brescia e si prosegue verso Nord per giungere sulle suggestive Dolomiti del Brenta, con tappa su uno dei ghiacciai più famosi d’Italia. Munisciti di tutto il necessario per il trekking perché, messa in pausa la moto, per godere pienamente del paesaggio bisogna necessariamente proseguire a piedi.
  3. Liguria in moto: la Liguria regala tantissimi paesaggi diversi e gli itinerari da percorrere in moto si estendono dal mare agli Appennini. Chi ama il panorama marino avrà l’imbarazzo dalla scelta: dalla riviera di Ponente a quella di Levante, non mancano neanche le gettonatissime Cinque Terre. Chi predilige, invece, i tratti panoramici e montani potrà contare su molti percorsi fra i quali nominiamo il Passo del Bocco sulle Alpi Liguri e il Passo della Biscia, che divide la provincia di Genova da quella di La Spezia.

Centro Italia

Dalla Toscana alle Marche, dalla splendida Umbria al Lazio, le vacanze in moto in centro Italia regalano itinerari d’eccezione oltre a un’offerta gastronomica degna di un re. Ecco alcune idee di percorso.

  1. Umbria in moto: la regione è piccola e raccolta ed è perfetta per un itinerario a tappe che tocca le sue maggiori attrazioni. Parti da Perugia per arrivare ad Assisi e scoprire l’itinerario sul Monte Subasio, cuore del francescanesimo. Prosegui verso Spoleto per poi scoprire le meraviglie di Todi e di Orvieto. Sali a nord verso Città della Pieve e termina in bellezza concedendoti un po’ di relax fra i panorami offerti dal Lago Trasimeno.
  2. Val di Chiana in moto: la zona perfetta per chi vuole unire la bellezza paesaggistica alla cultura e al buon cibo. Dalla Toscana all’Umbria, ci troviamo in uno dei luoghi più famosi e iconici d’Italia. Ti consigliamo di partire da Arezzo per poi proseguire verso le altre celebri località della zona. E se non vuoi farti mancare nulla, sali in cima al monte Cetona per godere di un panorama meraviglioso.
  3. Riviera delle palme in moto: spostiamoci sulla costa adriatica per godere della bellezza della costa marchigiana. Qui un itinerario molto amato è quello che va da San Benedetto ad Ancona, con un piccolo detour verso l’entroterra e la spiritualità di Loreto. Un itinerario in moto a tappe che ti permetterà anche di godere del potere rigenerante del mare e delle onde su una delle zone costiere più famose d’Italia.

Sud Italia

Dagli itinerari in moto in Sicilia a quelli nella splendida Puglia, il sud Italia regala molte gioie ai motociclisti in vacanza. Le possibilità sono davvero molte: qui sotto trovate tre suggerimenti.

  1. Dall’Abruzzo alla Puglia sul tratturo Magno: un’esperienza lungo le vie della transumanza, quelle che percorrevano i pastori con le mandrie di animali. Ci troviamo sul tratturo più lungo del Sud Italia che, partendo da L’Aquila, arriva fino a Foggia passando per il tavoliere delle Puglie. Le tappe sono molte e permettono di scoprire sia le bellezze della costa che quelle dell’entroterra.
  2. Sicilia in Moto: la Sicilia regala tantissimi itinerari su due ruote e la varietà del paesaggio offre molte alternative. Puoi partire da Taormina per arrivare a Siracusa, ammirando le bellezze della costa ionica; percorrere le strade del vino alle pendici dell’Etna; partire da Palermo per arrivare a Sciacca, scoprendo le due coste e il bellissimo entroterra siciliano.
  3. Basilicata in Moto: una regione che regala molte gioie, sia marittime che montane. Qui c’è tutto quello che un turista può desiderare. Dalla classicissima Basilicata coast to coast alla visita a Craco, la città fantasma più famosa d’Italia, non può mancare neanche un bel giro panoramico sulle Dolomiti Lucane, con stop d’obbligo a Castelmezzano o Pietraperstosa per provare il temibile volo dell’Angelo.

Se stai cercando altri suggerimenti per le tue vacanze (in moto e non) ti consigliamo di dare un’occhiata alla sezione “Viaggi“, dove troverai tanti consigli e itinerari!

banner guide e consigli