via francigena a piedi

Il cammino è un viaggio a piedi con una forte valenza spirituale, che ti permette di visitare luoghi nuovi da un punto di vista completamente diverso, a stretto contatto con la natura. La Via Francigena è uno dei cammini più suggestivi, che solo in Italia tocca sette regioni ed è lungo quasi novecento chilometri. Se stai pensando di percorrere alcune tappe di questo cammino, leggi la nostra guida alla Via Francigena a piedi.

Via Francigena: le origini del cammino

Se hai la passione per i viaggi a piedi, ma anche se non ne hai mai affrontato uno, la Via Francigena è decisamente uno dei cammini più suggestivi d’Italia.

La Via Francigena è una strada lunga circa duemila chilometri, tracciata per la prima volta dall’Arcivescovo Sigerico nel 990 D.C., che la descrisse nei suoi diari durante il viaggio dall’Inghilterra all’Italia per ricevere l’investitura. Si estende da Canterbury a Roma, passando per la Francia e la Svizzera e, una volta attraversate le Alpi, attraversa sette regioni e 140 comuni italiani. In totale, la Via Francigena italiana conta 45 tappe.
È chiamata Francigena perché è la via che “dalla terra dei Franchi” raggiunge Roma.Nel Medioevo era la via che percorrevano i pellegrini per arrivare alla tomba dell’Apostolo Pietro a Roma, e da lì, spesso, proseguivano verso Gerusalemme, la Terra Santa.

Oggi la Via Francigena è percorsa tanto da pellegrini, quanto da viaggiatori alla ricerca di un’esperienza spirituale e anche di un modo diverso e autentico per conoscere persone, tradizioni e culture di luoghi nuovi, un modo di viaggiare lento e a stretto contatto con la natura. Se anche tu stai pensando di percorrere la Via Francigena a piedi, devi programmare bene il percorso, a partire dall’equipaggiamento necessario e le tappe che vuoi percorrere.

Come prepararsi

Il tratto italiano della Via Francigena è lungo più di novecento chilometri e, se lo vuoi affrontare in parte, come prima cosa devi definire l’itinerario.

1. Il numero delle tappe

Le tappe variano molto l’una dall’altra, ma in media ogni tappa copre circa 20 km al giorno, per circa cinque ore di camminata. I due punti più alti del percorso sono il passo della Cisa e la collina di San Bernardo. Ecco che quando ti prepari per la Via Francigena a piedi devi stabilire quante e quali tappe toccare, e in quanto tempo, anche sulla base del tuo livello di allenamento. Se non ti senti abbastanza in forma, allenati con un po’ di anticipo facendo delle passeggiate, possibilmente con uno zaino in spalla, per prepararti al percorso vero e proprio.

2. Il percorso

Puoi scegliere il percorso da fare sulla base della regione che vuoi visitare, percorrendo ad esempio la Francigena piemontese, toscana, emiliana, laziale… Puoi anche fare un tratto nel Sud Italia, come i pellegrini che proseguivano verso la Terra Santa. Esistono molte Vie Francigene del Sud, che passano per Puglia e Sicilia.

3. La difficoltà delle tappe

Ogni tappa è diversa dalle altre, e alcune presentano più difficoltà di altre. Le cose da controllare prima di partire, oltre alla lunghezza della tappa, sono i dislivelli sia in salita che in discesa, le zone prive di punti di ristoro (in Italia ce ne sono diverse) e i tratti da percorrere su strade statali, difficoltosi fisicamente ma anche a causa del traffico.  

4. Gli alloggi

Soprattutto se è il tuo primo cammino a piedi, non farti tentare dalla partenza alla ventura, e prenota prima un alloggio per ogni tappa. Se non lo fai, rischi di non trovare posto negli ostelli e strutture lungo il cammino, e in più dovrai avere con te almeno un sacco a pelo, troppo ingombrante da portarsi dietro in questo tipo di viaggio. Puoi affidarti a strutture turistiche o religiose, che danno alloggio a chi percorre la Via Francigena (la Toscana, ad esempio è ben servita da strutture religiose).

Cosa portare

Se vuoi percorrere un tratto della Via Francigena a piedi non devi solamene scegliere le tappe, ma anche preparare il bagaglio corretto, con tutto quello che ti serve per ogni evenienza.

Lo zaino

Il bagaglio non deve superare il 10% del tuo peso corporeo, per non crearti difficoltà nel cammino e causarti mal di schiena, infiammazioni o dolori ai piedi e per non costringerti ad abbandonare qualcosa nel percorso. Uno zaino funzionale per percorrere la Via Francigena a piedi dovrebbe avere una capienza di 35-45 litri, avere un sistema di areazione (soprattutto se parti d’estate) e un sistema per scaricare il peso sul bacino.

La credenziale

La credenziale è un vero e proprio documento che attesta i “pellegrini viaggiatori”. La puoi richiede in un ufficio del turismo di una delle tappe del cammino, oppure in un ostello convenzionato. Dev’essere timbrata a ogni tappa e, una volta terminato il cammino, ti dà diritto al Testimonium. Questo è un altro documento che certifica il pellegrinaggio fino a Roma devotionis causa, e viene rilasciato solo ai pellegrini che hanno percorso almeno gli ultimi cento chilometri a piedi. Lo puoi richiedere negli Uffici appositi in Piazza San Pietro, a Roma.

Abbigliamento e scarpe

Premunisciti di abbigliamento in materiale tecnico, traspirante e che si asciuga facilmente. Dovrai munirti di calze di cotone rinforzate (soprattutto se scegli tappe in montagna), pantaloncini e pantaloni lunghi, felpa, cappello, k-way, ciabatte, costume da bagno e, soprattutto, scarpe adeguate, che faranno la differenza tra un percorso sofferto e uno ottimale. Innanzitutto, non partire con scarpe che non hai mai utilizzato: il rischio di vesciche e dolori ai piedi è dietro l’angolo. Devi scegliere la tipologia (scarponcini da trekking o scarpe da ginnastica) sulla base delle tappe che hai scelto di percorrere. Evita i sandali, anche se ti muovi in pianura.

I medicinali

Capitolo medicine: devi averne poche, ma funzionali. Fondamentali sono un antibiotico ad ampio spettro, un antidolorifico e antinfiammatorio, un farmaco contro nausea e diarrea, un antistaminico, repellente per insetti, disinfettante, cerotti e garze. Non dimenticare la crema solare e un doposole contro scottature ed eritemi. Procurati anche il necessario per curare le vesciche, la problematica più comune per chi effettua cammini come questo.

Altri consigli utili

Un viaggio a piedi implica tutta una serie di accorgimenti che è bene considerare prima della partenza, per non trovarsi impreparati. Da quelli di base, come gli occhiali da sole, a quelli a cui non penseresti, come una torcia, gli accessori indispensabili per completare il tuo zaino per la Via Francigena sono diversi. La prima cosa che devi portare con te sono i detergenti, sia per te che per gli indumenti (che dovrai lavare alla fine di ogni tappa): il sapone di Marsiglia neutro è ottimo sia per il corpo che per gli abiti. Altri fondamentali sono una borraccia leggera, un ombrello pieghevole, una bussola, un coltellino svizzero e sacchi impermeabili per proteggere vestiti e accessori da possibili acquazzoni.

Gli indispensabili per il tuo viaggio:

Se il viaggio a piedi non fa per te, nella nostra sezione “Viaggi” trovi tante altre opzioni che ti aiutano a pianificare la tua prossima vacanza, che sia in Italia, all’estero, in solitaria, con i bambini, a due passi da casa… Abbiamo raccolto suggerimenti per tutti i gusti e le esigenze.

banner guide e consigli