parete color curcuma e sedia in vimini con cuscino

La curcuma è una spezia che si ottiene dalla macinazione di alcune piante, denominate Zinziberacae, e in cucina viene utilizzata sia da sola che per la preparazione del curry, di cui è uno degli ingredienti principali. La sua colorazione gialla molto simile allo zafferano, ne fa un elemento peculiare che conferisce caratteristiche cromatiche uniche ai cibi. La sua tinta così originale si usa sempre più spesso anche nell’ambito dell’arredamento.

Colore curcuma nella zona giorno

In soggiorno

Questo colore richiama le atmosfere delle zone mediorientali come l’India e, al pari delle spezie di quei luoghi, ispira vivacità e calore. È quindi una pietra miliare dello stile di arredamento orientale! Si tratta di un colore vivace, adatto soprattutto per la zona living della casa, dove i raggi del sole lo fanno brillare. Tuttavia, se scegli un morbido divano colore curcuma, sarebbe opportuno non appesantire l’ambiente con altri elementi simili, ma focalizzare l’attenzione su un massimo di due o tre complementi, a seconda dell’ampiezza della stanza. Le varie tonalità marroni del legno rappresentano un abbinamento perfetto, con richiami rustici: ciò rende il color curcuma particolarmente adatto ad abitazioni dove questo materiale sia preponderante.

In cucina

In cucina può ritrovarsi su piani di lavoro, pensili, tavolo e sedie da pranzo, ma anche qui andrebbe alternato ad altri toni, come il giallo senape o persino il rosso brillante, molto adatto per la zona pranzo.

Il colore curcuma non può passare inosservato, e andrebbe sottolineato in un contesto che lo “accolga” facendolo spiccare: ciò accade con le colorazioni complementari di cui già accennato, come il giallo e il marrone, specie nelle loro declinazioni più tenui. Bene anche l’arancione, molto simile, e il rosso. Nessun colore è vietato, ovviamente, ma sarebbe sempre opportuno non utilizzare più di tre varianti cromatiche diverse.
Persino per gli ambienti esterni si può scegliere questa tinta, donando un’atmosfera moderna che ricorda la decorazione orientale, con cuscini su sedie in vimini o in rattan, candele e illuminazione e qualsiasi altro complemento desideri collocare nel tuo giardino o balcone cittadino.

Colore curcuma nella zona notte

In camera da letto

Se decidi di usare il curcuma in camere o camerette per ragazzi, potresti orientarti su una poltrona, un tappeto o un comodino, per dare un tocco d’Oriente che le renda davvero speciali. Anche se, come già detto, non concilia propriamente il riposo notturno, è un colore esotico che si ritrova spesso su piumoni e coperte, nonché cuscini da letto, anche perché conferisce eleganza senza bisogno di altre decorazioni.

Un’altra valida alternativa è il tappeto: la tinta unita si presta a tappeti più piccoli o comunque collocati in stanze di discrete dimensioni, mentre per gli ambienti più piccoli il suggerimento è quello di preferire contrasti cromatici che lo contengano.

In una cameretta per i ragazzi sarà più facile vivacizzare la stanza, magari impiegandolo su una scrivania o come colore principale di una libreria, o magari per una porta d’ingresso davvero fuori dagli schemi.

In bagno

Se ami l’originalità, anche il bagno può presentare elementi di colore curcuma: le piastrelle del pavimento o della parete sono una cornice unica, ma sarebbe meglio scegliere di usarlo per uno solo di questi rivestimenti, così da creare contrasto e sottolinearlo maggiormente. Un mobile con lavabo integrato (sospeso o a parete), un armadietto o persino un portasciugamani sono opzioni altrettanto valide in cui puoi inserire questa particolare tinta.

Complementi e pareti colore curcuma

La colorazione curcuma non deve per forza essere rappresentata da mobili o rivestimenti, ma anche da semplici complementi d’arredo, che impreziosiscano l’ambiente con un tocco delicato ma deciso. Può trattarsi di un vaso, di un set di cuscini o di soprammobili sparsi per casa in punti strategici, ove la luce renda loro giustizia.

A proposito di luce, il suggerimento è di non usare questo colore per delle tende troppo pesanti, ma piuttosto realizzate con tessuti semi-trasparenti che facciano filtrare i raggi solari: l’effetto può essere davvero sorprendente. Lo stesso vale anche per lampadari e abat-jour, che sono decorazioni davvero peculiari da poter distribuire in ogni stanza.

Come già suggerito per il bagno, anche nel resto della casa sarebbe meglio preferirlo per le pareti o per il pavimento, evitando di “sommarlo” in entrambi i rivestimenti: alcune soluzioni innovative prevedono persino d’inserirlo solo in alcune porzioni di parete.

La curcuma è considerata persino terapeutica nella medicina ayurvedica, che ne esalta sia le proprietà alimentari altamente disintossicanti che quelle derivanti dal suo utilizzo come colore in un appartamento. Corroborante e vitale, ravviva una tavola su una tovaglia o in una candela accesa, magari profumata, e bastano davvero pochi elementi per rendere il salone un luogo conviviale con uno stile unico.

La sua vivace versatilità avrà come limite la tua stessa fantasia, e lo renderà un colore adatto praticamente a ogni stile, dal più retrò al moderno, in ambienti sia familiari che lavorativi.