Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Motivo rosa di una pietra di agata

Le pietre preziose non sono più solo indossate come gioielli, collane e anelli. È sempre più in voga l’utilizzo delle pietre all’interno dell’arredamento, come materiale decorativo per accessori e utensili. Una delle pietre più belle adatta a questo scopo è l’agata: una pietra della famiglia dei quarzi. È spesso molto colorata e viene utilizzata per arrichire gli accessori e le decorazioni, ma anche

Pietra d’agata: domande frequenti

I nostri esperti di interni ti diranno tutto quello che c’è da sapere a riguardo! Continua a leggere per saperne di più.

Cos’è esattamente l’agata?

L’agata è un minerale che appartiene al gruppo dei quarzi. Una caratteristica tipica di questo materiale è l’aspetto a bande o ad anelli: infatti si si alternano diversi strati colorati e bianchi, formando dei cerchi irregolari. Molti tipi di pietra d’agata risultano lucidi e dall’aspetto vetroso, anche se può essere sia traslucida che molto spessa e opaca.

Le pietre d’agata in natura si presentano nei colori bianco, grigio, nero, marrone, verde e rosso. La pietra può anche essere colorata artificialmente: in questo modo l’agata può brillare anche di rosa, arancione, blu cobalto, turchese o viola.

Come prendersi cura dell’agata?

Dal momento che l’agata è da considerarsi come pietra preziosa, dovresti pulirla correttamente, in modo da goderti il più a lungo possibile i tuoi accessori. Puoi tranquillamente pulire dalla polvere tali oggetti con un panno morbido e inumidito. Se la pietra è sporca, appare più opaca e perde la sua lucentezza, puliscila a bagnomaria con un po’ di sapone neutro.

Se il tuo oggetto decorativo è molto sporco, puoi anche usare uno spazzolino da denti morbido. Non utilizzare mai detergenti da supermercato: se il detergente è troppo aggressivo, la superficie della gemma può essere danneggiata.

La pietra agata come accessorio decorativo

L’agata si trova non solo nel portagioie, ma anche come decorazione nella tua casa. Soprattutto gli amanti dell’interior design che preferiscono uno stile di arredamento glam, troveranno spazio per uno o più accessori in agata. Con questo materiale le stanze acquistano unicità e irradiano eleganza. Anche i mobili realizzati o rifiniti con l’agata possono essere inseriti in soggiorno o in camera da letto, per dare un tocco glam.

Gli accessori più amati realizzati con l’agata sono sicuramente i sottobicchieri: pezzi irregolari di pietra che vengono rifiniti per essere utilizzati sulla tavola da pranzo o sul tavolino del soggiorno. L’agata viene anche utilizzata per impreziosire utensili da cucina, posate e accessori più grandi, come lampade e vassoi.

sottobicchiere in agata blu

Una lampada con dettaglio in pietra agata si posiziona benissimo su un tavolino o una consolle bianca, abbinata a un vaso trasparente con fiori secchi o erba della pampa.

Come abbinare correttamente l’agata

  • Le decorazioni e i mobili realizzati in questo materiale sono dei veri e propri punti di forza e migliorano il loro effetto se abbinati ad un arredamento moderno, glamour o per dare un tocco colorato allo stile scandi. Evita di usare l’agata abbinata al nero o ad altri cristalli: potrebbe sembrare un aspetto troppo pesante.
  • La combinazione vincente è agata e bianco. Nessun altro colore fa risaltare questa pietra preziosa come il bianco. Puoi anche osare e abbinare a questa combinazione un tocco elegante con dei piccolo accessori in oro.
  • L’agata è un cristallo naturale, dalla bellezza imperfetta: per questo si sposa benissimo con altri materiali naturali. Fiori, accessori in legno e tessili in lino e cotone renderanno accogliente i tuoi interni, come una vera coccola.

Sei sempre alla ricerca di nuove idee su come ridecorare la tua casa? Dai un’occhiata alla nostra sezione dedicata ai materiali di tendenza per rimanere sempre aggiornato!

banner tendenze