legno abete

Caratterizzato da una venatura scavata con pori aperti, il legno di abete ha in sé un fascino rustico che lo rende ideale per il rivestimento di interni e per gli arredi in stile nordico. Le sue qualità fisiche e meccaniche, inoltre, lo rendono un materiale estremamente versatile, indicato anche per gli usi architettonici, spaziando dalle case prefabbricate agli impieghi in bioedilizia e alla costruzione di minicase in legno. Scopriamo più da vicino le varie tipologie di abete e le rispettive proprietà. 

Caratteristiche e tipologie

Il legno è un materiale ecologico: nel caso dell’abete, lo si può affermare a maggior ragione. La sua velocità di accrescimento, infatti, ne rende l’impiego sostenibile, ovviamente a fronte di politiche intelligenti di disboscamento e di rimboschimento. Questa caratteristica le rende economico e, di conseguenza, una scelta preferenziale per tantissimi utilizzi.

Il legno di abete presenta numerosi altri vantaggi. In particolare, ha ottime capacità di isolamento termico e acustico; è, inoltre, un legno leggero e piuttosto tenero, più o meno facile da lavorare in base alla varietà. Vediamo brevemente quali sono le più utilizzate e le rispettive caratteristiche.

Abete rosso

Il peccio, o abete rosso (Picea abies) è una conifera sempreverde presente sulle Alpi e nelle foreste d’Europa e dell’Asia centrale e settentrionale. Presenta foglie aghiformi a sezione quadrangolare, inseriti singolarmente sui rametti (a differenza dei pini e dei larici dove sono riunite in ciuffetti). Le pigne (strobili) non sono erette ma pendule, rivolte verso il basso. Nel caso dell’abete rosso, il legno è resinoso e presenta una corteccia sottile e rossastra.

Abete bianco

A differenza dell’abete rosso, l’abete bianco (Abies alba) non contiene resina, presente solo nella corteccia. Questa qualità lo rende più adatto a essere impregnato. Di contro si caratterizza per una maggiore tendenza alla cipollatura (lo sfaldamento del materiale che circonda gli anelli di accrescimento) e all’attacco di muffe e insetti. Un’altra differenza è data dall’orientamento delle pigne che nell’abete bianco sono rivolte verso l’alto. Gli aghi, inoltre, sono piatti.

Abete Douglas

Anche chiamato pino dell’Oregon, l’abete di Douglas (Pseudotsuga menziesii) è diffuso nelle zone costiere del Nord America. Albero longevo e dal rapido accrescimento, puoi raggiungere altezze considerevoli. Si caratterizza per la robustezza, la resistenza agli agenti atmosferici e l’elasticità, caratteristiche che ne fanno un materiale versatile e dagli utilizzi molteplici che spaziano dalla carpenteria all’uso decorativo.

Legno di abete: mobili e abbinamenti

In aggiunta ai vantaggi che abbiamo descritto, il legno di abete presenta diversi pregi dal punto di vista estetico. La caratteristica più evidente dell’abete bianco è il fatto di essere un legno nodoso, elemento che lo rende perfetto, ad esempio, per la costruzione di porte rustiche.

Il suo colore chiaro, tendente al giallo con venature rossastre, può essere modificato con l’uso dell’impregante per adattarlo alle diverse esigenze d’arredo. Fra i mobili in abete bianco grezzo più belli ci sono credenze, madie e cassapanche, arredi che figurano a meraviglia in una casa in stile country chic. Diverso il caso dell’abete Douglas, caratterizzato da una venatura più compatta e impiegato soprattutto per rivestimenti e infissi.

I fan del look scandinavo possono orientarsi anche sull’abete rosso, legno usato anche per la costruzione di parquet effetto “used”, perfetti per un’ambientazione minimalista di tendenza. Se ami questo stile, la cosa migliore è abbinare gli elementi in legno naturale agli arredi color pastello e alle tinte neutre come il beige. Nelle case in stile contemporaneo, il legno di abete può convivere alla perfezione con materiali del tutto diversi, come il cemento che per contrasto ne evidenzia l’aspetto vissuto e materico.

Fra le essenze più pregiate c’è l’abete della Val di Fiemme, caratterizzato da venature regolari e, inoltre, dall’elevata robustezza e indeformabilità. Queste proprietà lo rendono un “abete di risonanza” indicato per la costruzione di casse armoniche e strumenti musicali: così come un materiale ambito per la realizzazione di mobili artigianali su misura.   

Suggerimenti in perfetto stile nordico:

Non solo arredi: le case prefabbricate

L’abete è fra le essenze più utilizzate per la costruzione di case in legno, molto diffuse in nord Europa dove a questo scopo si utilizza soprattutto l’abete rosso. Quest’ultimo offre diversi vantaggi, fra cui l’elevata stabilità: ovvero, la capacità di subire cambiamenti di volume ridotti al variare della temperatura e dell’umidità. La sua elasticità, inoltre, lo rende adatto alla costruzione di pareti portanti, solai e tetti e alla costruzione di case antisismiche.

Essendo un materiale preferenziale per la realizzazione di elementi strutturali, il legno di abete è spesso impiegato anche per la costruzione di mini case, una tendenza sempre più diffusa per venire incontro alle nuove esigenze abitative e per ridurre i costi. A dispetto delle piccole dimensioni, una tiny house può essere funzionale e molto confortevole, grazie alle proprietà isolanti del legno che si sposano al suo innegabile fascino.

Ti piace il legno ma non sai quale tipologia si addice meglio al tuo stile? Per aiutarti nella scelta abbiamo realizzato una sezione dedicata ai “Tipi di legno“. Vai a dare un’occhiata e lasciati ispirare dai nostri consigli di stile.