Legno acero

Tonalità affascinanti, trama compatta e armoniosa, buona durata e rapporto qualità prezzo interessante: il legno di acero ha tutte le carte in regola per arredare la casa. Adattandosi praticamente a ogni stile di arredo, dall’high tech al country. Ecco una panoramica delle caratteristiche tecniche ed estetiche del legno di acero e i consigli per scegliere la varietà giusta.

Caratteristiche tecniche ed estetiche

Nei secoli scorsi, il legno di acero era molto apprezzato per la costruzione di arredi decorati a intarsio. Oltre all’elevata tenacità, che lo protegge dagli urti e dalle ammaccature, questa tipologia di legno si distingue per la buona durezza e resistenza e vanta fibre compatte e una venatura armoniosa. Fra i suoi pregi estetici, inoltre, c’è la varietà cromatica: la palette spazia dalle tonalità molto chiare – dalla spiccata lucentezza – al giallo rosato fino al marrone rossastro. Impiegato in ebanisteria, per i manufatti di pregio e per la falegnameria fine, è un’essenza versatile e disponibile in numerose varianti.

Tipologie di legno di acero

In base alla tipologia, il legno di acero è considerato un legno più o meno pregiato: vediamo le diverse opzioni e quale scegliere in base all’utilizzo.

Americano

Pianta caratterizzata dal rapido accrescimento, l’acero americano è comunemente impiegato per la fabbricazione di listoni e pannelli. Rispetto ad altre varietà, vanta una maggiore stabilità e resistenza alle escursioni termiche: proprio per questo è la scelta più congeniale per i pavimenti con sistema di riscaldamento a pannelli radianti.

Europeo

L’acero europeo si articola in diverse varietà. La più diffusa è l’acero montano, impiegato per pavimenti chiari e mobili di pregio. Tendenzialmente più scuri sono l’acero riccio e l’acero campestre, meno diffusi nel settore dell’arredo. La stessa considerazione vale per l’acero italico, la varietà più dura e costosa, il cui utilizzo è perlopiù limitato a strumenti musicali e mobili di fascia alta per interni lussuosi.

Canadese

Come sicuramente saprai, le foglie appuntite dell’acero decorano la bandiera del Canada, Paese da qui proviene, per l’appunto, l’acero canadese. Questa essenza è riconoscibile anzitutto per il colore più scuro rispetto alle varietà già descritte, tendenzialmente marrone con venatura marcata e striature giallastre. È utilizzata, fra le altre cose, per la fabbricazione di stipiti impiallacciati e pannelli rivestiti in legno nobile o laminato. Lo sapevi che le vecchie piste da bowling erano costruite perlopiù in legno d’acero – il cosiddetto maple wood – in virtù della sua compattezza e resistenza?

Utilizzi del legno di acero

Le caratteristiche tecniche ed estetiche del legno di acero ne fanno un materiale ampiamente utilizzato per la fabbricazione di mobili in legno massello o impiallacciato: vediamo le opzioni più interessanti per arredare la casa.

Tavoli e sedie

Facilmente curvabile, il legno di acero presta il suo fascino a tavoli e sedie dalle linee essenziali o dal design originale. Questa essenza è impiegata per la costruzione di tavoli impiallacciati e arredi in legno massiccio. Che ne dici, ad esempio, di arredare la sala da pranzo con un tavolo dalle linee minimal, abbinato a una panca in acero dalla finitura naturale? È un’idea interessate per celebrare la bellezza del legno anche negli ambienti dal tocco urban e contemporaneo. L’acero impiallacciato, inoltre, è impiegato per costruire mobili da ufficio, letti e armadi.

Parquet

Un altro uso tipico di questo legname sono i pavimenti in acero, molto adatti agli ambienti in stile moderno. La loro qualità più evidente è la colorazione chiara che ne fa un’ottima alternativa al parquet in rovere sbiancato o faggio. I listoni per pavimento in acero donano alla stanza un aspetto elegante e luminoso, caratterizzandosi anche per il basso livello di ossidazione, ossia per la capacità di mantenere il colore stabile nel tempo. Di contro, il legno di acero è piuttosto “nervoso” e sensibile allo stress termico: in combinazione col riscaldamento a pavimento, quindi, potrebbe andare incontro a fessurazioni (a meno di puntare, come abbiamo visto, sull’acero americano).

Cucina

Come già ricordato, il legno di acero è tenace e resistente agli urti e ai graffi. Di conseguenza, è una valida scelta anche per i mobili da cucina, disponibili in diverse tonalità. È impiegato sia per le cucine in stile classico e country che per le composizioni dal look moderno, anche in combinazione con la pietra e il vetro, con finitura naturale o laccata.

Suggerimenti per la tua casa:

Cura e manutenzione

Il legno di acero è un materiale poroso che risulta sensibile all’attacco di parassiti animali e vegetali. Non fanno eccezione i tarli, da trattare eventualmente con prodotti appositi. Non è un materiale adatto per gli arredi da esterni, data la scarsa resistenza all’umidità. Per quanto riguarda gli arredi da interni, puoi prendertene cura con un panno umido, facendo attenzione ad asciugare bene le superfici. Evita di utilizzare prodotti aggressivi o accessori abrasivi per non graffiare i mobili. 

Vuoi scoprire quale legno è più adatto al tuo stile e alla tua casa? Scopri la nostra guida ai “Tipi di legno” e lasciati ispirare dai nostri suggerimenti: troverai il materiale che fa per te!