sala da pranzo con tavolo rotondo e sedie imbottite verdi e bianche

Lo sai che quando entriamo per la prima volta in una casa nuova bastano 90 secondi per capire se ci piace o no? E che un immobile resta sul mercato circa nove mesi prima di essere venduto? Se stai pensando di vendere il tuo appartamento o la tua casa, vuoi fare un’ottima prima impressione per diminuire i tempi in cui riesci a trovare un acquirente. In questo articolo ti raccontiamo una tecnica che può aiutarti: l’home staging

Cosa significa home staging 

Home staging significa letteralmente “mettere in scena un’abitazione”. Esatto, proprio come se la tua casa fosse su un palcoscenico dove deve dare il meglio di sé.  

L’home staging è quell’attività che svela le potenzialità di un immobile, senza mentire o nascondere i suoi difetti, quanto piuttosto mettendo in luce i pregi maggiori, per far accettare all’acquirente anche le cose negative.  

Significa quindi ridipingere una parete, posizionare una lampada in più, aggiungere qualche pianta, rinnovare gli ambienti con qualche tocco discreto e non invasivo per metterla sul mercato al massimo del suo valore. 

Il professionista che si occupa di home staging (l’home stager) non è un architetto, ma un esperto di interior design, di marketing immobiliare e di fotografia. Spesso lavora insieme agli agenti immobiliari e che si occupa di studiare il mercato, l’immobile e la sua posizione, per valutare l’intervento da fare sulla base delle richieste del proprietario. 

Non lavora solo in caso di abitazioni da vendere, ma anche di case da affittare, per immobili commerciali, come ristoranti, uffici o negozi. 

Ti chiedi quali sono i reali vantaggi di sottoporre la tua casa a interventi di home staging, e come realizzarli in concreto? Te lo raccontiamo noi. 

I vantaggi dell’home staging

Più una casa in vendita rimane sul mercato e più diminuisce l’attenzione di chi sta cercando un immobile da acquistare. Man mano che passa il tempo diventa necessario abbassare il prezzo, considerando anche le nuove offerte che compaiono ogni giorno sui siti specializzati e nelle agenzie immobiliari. 

Il principale vantaggio di dare una nuova veste al tuo immobile con tocchi di gusto e una freschezza in più è quello che i tempi di acquisto si riducono anche del 70%, e c’è una maggiore probabilità che il tuo appartamento o la tua casa non venga svenduta. 

Ricordati che home staging non significa ristrutturazione, infatti, si tratta di un intervento rapido e non invasivo che ha dei costi molto più contenuti.  

Dalle tecniche di home staging puoi ricavare anche dei trucchi da usare subito se hai voglia di rinnovare casa, non solo se devi tirarla a lucido per venderla o metterla in affitto. 

Le domande da farsi 

A volte basta solo farsi le domande giuste per capire che è possibile rendere più bella la propria casa con qualche semplice accortezza. Prendi in mano un blocco per appunti ed entra in ogni stanza, valutala e rispondi a queste cose: 

  • Quali sono i pregi di questo ambiente? Cosa ti piace?
  • E i difetti? Vorresti eliminare delle cose o vedere qualcosa di diverso?
  • Ci sono delle riparazioni da fare?
  • Avresti bisogno di una pulizia professionale?
  • C’è abbastanza luce o potresti aggiungere delle lampade?
  • La stanza sembra più piccola di quello che è? 

Una volta risposto a queste domande e capito quali sono i limiti della tua abitazione, programma il tuo home staging. 

10 consigli di home staging da riproporre a casa tua 

Ed ecco cosa fare e cosa non fare quando devi mettere in vendita casa, secondo i consigli di chi si occupa di home staging: 

  1. La casa deve piacere a più persone possibile, quindi non farti tentare da un arredamento che rispecchia troppo i tuoi gusti personali (l’etnico, il vintage, eccetera). In questo caso meglio essere neutrali.
  2. L’acquirente si deve identificare con l’abitazione, quindi non lasciare esposte le foto di famiglia o altri oggetti personali.
  3. Chi compra casa deve poter immaginare la sua vita nel nuovo ambiente e non farsi distrarre dalla confusione, quindi lo spazio deve essere pulito, ordinato e ben organizzato.
  4. Scegli colori neutri e chiari per le pareti e gli arredi per creare una sensazione riposante ed equilibrata. 
  5. Usa dei tocchi di colore per soprammobili, cuscini e quadri. 
  6. Cura l’illuminazione: comincia dalle basi pulendo le finestre! Finestre pulite lasciano entrare la luce naturale, un altro punto a favore di una casa da vendere. Scegli tende leggere che lascino filtrare la luce e non la ostacolino.
  7. Se puoi puntare su una bella vista fuori, apri le tende! Invece, se non hai questa fortuna, crea un giardino interno con piantine e fiori in vaso in tutta la casa. 
  8. Se le stanze sembrano piccole, usa degli espedienti, come gli specchi, che ingannano l’occhio e le fanno sembrare subito più grandi. 
  9. Cura anche la sensazione olfattiva: puoi mettere in alcune stanze, ad esempio, diffusori di oli essenziali.
  10. Less is more: butta via quello che ti sembra di troppo, soprammobili inutili, giornali accumulati in giro, candele arrivate alla fine. Una domanda che ti aiuta in questo senso è: se dovessi traslocare, cosa mi porterei dietro, e cosa invece butterei o darei in beneficenza? 

Con questi trucchi, un po’ di creatività e di attenzione alle ultime tendenze di arredamento la tua casa sembrerà davvero una star sul palcoscenico. 

Abbiamo realizzato una piccola guida sottoforma di infografica sull’home staging, per avere tutto sott’occhio!

Home staging

Cerchi arredi e oggetti per dare un tocco nuovo e fresco alla tua casa? Devi metterla in vendita e vuoi rinnovare il suo aspetto senza costosi interventi di ristrutturazione? Iscriviti subito al nostro Club: su Westwing trovi offerte esclusive per rendere la tua casa ancora più bella!