Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Sedia in nero con un cuscino bianco e nero accanto alla porta di una terrazza

In un mondo che gira sempre più velocemente e in cui si conduce una vita particolarmente stressante, ad un certo punto si sente il naturale bisogno di rallentare. Ed è qui che entra in gioco uno stile di vita che sta diffondendosi negli ultimi anni, ovvero lo slow living (letteralmente: vivere lentamente).

Vivere slow significa imparare l’arte di rallentare per apprezzare le piccole cose e gustare appieno la vita di ogni giorno, ritrovare il proprio ritmo personale e vivere meglio. Un buon punto di partenza per adottare questo stile di vita è proprio la casa: un luogo confortevole che ispiri tranquillità e in cui sentirsi in pace e al sicuro. Adottare lo slow living partendo dall’arredamento di casa significa prima di tutto arredare consapevolmente e creare un ambiente che favorisca la calma interiore: si tratta di spazi che sono accoglienti e che tengono conto delle tue esigenze.

Leggi questo nostro articolo se vuoi avere una visione più chiara e completa su come arredare la tua casa seguendo lo stile di tendenza slow living.

Domande e risposte: i fatti più importanti sullo slow living

Vivere slow significa rallentare e acquisire consapevolezza. Nella vita caotica che conduciamo oggigiorno siamo ovunque tranne che nel qui e ora. Sempre a correre e con la mente impegnata sulle cose da fare, abbiamo disimparato ad apprezzare le piccole cose e ad assaporare appieno la vita. Ed è per questo motivo che dovremmo fermarci un attimo, cambiare modo di pensare, rallentare e cominciare a condurre una vita più attenta a ciò che ci sta intorno e che realmente è più importante per noi.
Condurre una vita lenta significa essere consapevoli di sé stessi e della vita intorno, apprezzare le piccole cose e non dare nulla per scontato. La semplicità, e non il materialismo, è esattamente ciò di cui abbiamo bisogno per essere veramente felici.
Per attuare efficacemente lo slow living, l’arredamento di casa dovrebbe riflettere lo stile di vita lento adottato. Ecco dunque che a casa occorre avere solo ciò che è utile e rende felice, eliminando il superfluo e ciò che non contribuisce al proprio benessere: in particolare, arredare ogni stanza in base allo scopo che le si intende dare e all’emozione che si desidera ricevere, soprattutto per quanto concerne il benessere psicofisico. Una casa slow trasmette sensazioni di autenticità, semplicità, rilassatezza e armonia.

I vantaggi dello slow living nell’arredamento

  • Fatto 1: la tua casa riflette lo stato della tua mente. Se, in risposta alla confusione, ricerchi la chiarezza e crei ordine, ciò riguarderà non solo la tua casa ma anche i tuoi pensieri.
  • Fatto 2: soprattutto nelle grandi città, lo spazio abitativo sta diventando sempre più piccolo e allo stesso tempo noi accumuliamo sempre più cose. Se adotti uno stile di vita lento, avrai bisogno di meno cose, quelle essenziali, e di conseguenza necessiterai di meno spazio.
  • Fatto 3: qualità anziché quantità e “less is more” sono due affermazioni molto vicine alla visione di chi adotta uno stile di vita lento. Non sovraccaricare l’abitazione con mobili e oggetti superflui: rimarrai stupito di quante poche cose hai davvero bisogno per essere felice.

Arredare secondo lo stile di vita lento

Passo dopo passo per portare lo slow living in casa tua

  1. Fai ordine e liberati di ciò che non ti serve e non contribuisce al tuo benessere. Invece di buttare via queste cose, un’ottima opzione sarebbe quella di donarle a parenti e amici, venderle o riciclarle. Circondati invece di oggetti che hanno un significato per te e cerca pure di incorporare nell’arredamento oggetti collezionati durante i tuoi viaggi e oggetti che ti ispirano, come grandi romanzi, libri d’arte, dipinti, ecc.
  2. Scegli lo stile! Non tutti gli stili d’arredamento si conciliano bene con lo stile di vita lento: per esempio, alcuni sono opulenti, impiegano tessuti pesanti e colori sgargianti. Esempi di stili che ben si adattano allo slow living sono lo scandi chic e l’industrial style, dove materiali naturali, colori tenui e design semplici compongono il look. Ma non dimenticare che quando arredi una casa slow la tua guida non dev’essere tanto lo stile quanto piuttosto le sensazioni ed emozioni che in essa vuoi provare.
  3. In una casa che segue la tendenza dello slow living non dovrebbero mancare mobili di alta qualità realizzati in legno e accessori per la casa che durano nel tempo, sono fatti a mano e amorevolmente realizzati con cura. Mobili e decorazioni vintage conferiranno alla tua casa un’atmosfera elegante. Inoltre, decora gli ambienti della tua casa con piante e piccoli alberi e ogni settimana cerca di portare dei fiori freschi.

Suggerimento stilistico: per non farti mancare il comfort offerto dal minimalismo, assicurati di utilizzare una luce calda abbondante!

Must-have per lo slow living

Se vuoi adottare con successo lo stile di vita lento nella tua casa sono indispensabili materiali naturali, una tavolozza di colori ridotta e linearità. Per quanto riguarda i tessuti utilizza stoffe come il cotone, il lino e la lana. Le qualità naturali di lino, juta o vimini rendono il look della tua casa alla moda. I colori nelle tonalità naturali, neutre e pastello attirano l’attenzione del tuo arredamento. In linea generale, tutto ciò che viene dalla natura ha un carattere particolarmente caldo e accogliente, attira molto l’attenzione e si armonizza favolosamente con la tendenza slow. Infine, da non trascurare affatto è l’illuminazione: assicurati che dalle finestre entri quanta più luce naturale possibile dal momento che questa contribuisce notevolmente al buonumore e, per quando è buio, opta per diverse sorgenti luminose dalla luce calda, tra cui delle candele, per un’atmosfera accogliente e rilassante.