Castagnetti 1928 - Il volto del made in Italy tra classico e moderno

Classico e Moderno: due poli apparentemente opposti, ma che con Castagnetti 1928 si rivelano diverse sfaccettature dello stesso vivere contemporaneo, legate dal fil rouge della creatività che da sempre caratterizza il brand. Come ci racconta Ettore Castagnetti, socio dell’azienda che ha trasformato il made in Italy in una continua riscoperta della propria tradizione.

Castagnetti 1928: lo stile classico? Nuova tradizione made in Italy

Il legno come materiale d’elezione per lavorazioni ereditate da un inimitabile know-how italiano: intagli, intarsi, bugnature. Ma anche intuizioni materiche, vere idee in movimento che reinterpretano una classicità in modo personale e dinamico, grazie ad elementi come decorazioni in pizzo applicate manualmente o i versi poetici di Prévert dipinti a mano sugli arredi. Perché dal 1928 Castagnetti si caratterizza per la capacità di guardare oltre, uno sguardo rivolto al passato con una prospettiva in divenire.

“Tutto nasce dalla ricerca che abbiamo fatto durante gli anni, importando prodotti da paesi come Cina e India. Da queste antiche tradizioni abbiamo osservato come si possa lavorare il legno in modo artigianale, creando oggetti sempre diversi semplicemente giocando con i dettagli, le decorazioni. Così abbiamo declinato questa filosofia al made in Italy, arrivando alla creazione di collezioni uniche”.

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Ma come nascono le creazioni di Castagnetti 1928?

“Ciò che ci contraddistingue è il forte legame con artigiani e artisti del nostro territorio. Prestando massima attenzione a quelli che sono i trend del momento, studiamo insieme a loro delle alternative per proporre, in modo inedito, creazioni made in Italy capaci di distinguersi dalla massa. Come è accaduto con la linea di complementi personalizzati dai versi di alcune poesie di Jacques Prévert. Siamo stati i primi in Italia a proporli”.

Perché il made in Italy è sempre così attuale?

“Noi italiani siamo fondamentalmente dei tradizionalisti, per quanto concerne la casa. Subiamo influenze diverse e ci piace sperimentare, ma rimaniamo fedeli alla nostra storia. Un complemento made in Italy ci dà questa sicurezza, rafforza il legame con il nostro percorso e rappresenta una garanzia nel caso di acquisti importanti”.

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Arredi dotati di una storia già a partire dal momento in cui vengono realizzati e lavorati, storia che a sua volta diventa propria di chi quegli arredi li acquista. Questo il classico di Castagnetti 1928, nel quale convergono anche altri stili quali lo Shabby, dove la patina anticata crea l’idea di un vissuto già condiviso, che rende ogni complemento speciale.

La casa moderna di Castagnetti 1928

Stile classico, da una parte, e un’anima più moderna, dall’altra. I due volti di Castagnetti 1928, ben definiti ma legati a doppio filo nelle suggestioni e nell’utilizzo quotidiano.

“La nostra filosofia dell’arredare non è quella di un total look sempre uguale a se stesso. Per noi la chiave del vivere contemporaneo è il mix&match. Le nostre creazioni si definiscono come elementi ricchi di personalità, da usare anche singolarmente inserendoli in contesti già esistenti. Sono adatte a qualunque stile perché nell’abbinamento/contrapposizione con questo mettono in risalto le proprie caratteristiche”.

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Il filo conduttore dell’atmosfera vissuta percorre anche l’anima più moderna del brand, attraverso una matericità che richiama comunque il passato. Il carattere più contemporaneo è dato dall’inedita combinazione di materiali e linee. “L’idea di partenza è quella di creare dei complementi grandi nelle dimensioni ma leggeri nell’estetica, anche e soprattutto perché nella realtà spesso si inseriscono in spazi ridotti, come accade nelle case metropolitane. I mobili, e di conseguenza gli ambienti che li ospitano, devono essere vivibili, altrimenti arredare diventa un puro esercizio di stile”.

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Tra Scandi e Industrial

Due grandi influenze nel mondo creativo più moderno di Castagnetti 1928. “Lo stile nordico è un grande trend, che ha dato vita ad icone intramontabili e conserva un’incredibile versatilità. Lo stile Industrial riprende alla perfezione il discorso della storia, di un vissuto innato e della scoperta di nuovi utilizzi”.

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Così, mobili in legno naturale con venature a vista si combinano con sedie e complementi in dinamiche sfumature di colore. Strutture in metallo sono alleggerite da elementi in vetro in opposizioni di pieni/vuoti estremamente dinamiche e contemporanee. “Funzionalità” diventa una caratteristica irrinunciabile, come testimoniano i tavoli allungabili, per una collezione che aderisce alle molteplici modalità di vivere uno stesso ambiente.

Gli specchi? Un must have

Castagnetti, Casa, Stile, Arredamento, Moderno, Classico

Nella filosofia living di Castagnetti 1928 gli specchi hanno un ruolo fondamentale. Sempre protagonisti e proposti in misure XXL, hanno il potere di aumentare la luminosità di una stanza e le dimensioni percepite della stessa. “Per noi gli specchi fanno davvero la differenza. Oltre alle classiche cornici in legno, proponiamo anche varianti specchiate in modo da esaltare le proprietà che per definizione appartengono a questi complementi. Dopotutto, vedere le cose sotto la giusta luce le fa apparire più belle. Discorso valido anche per la casa, che con l’illuminazione adatta, naturale e non, e una strategica scelta di colori assume facilmente il significato che ognuno di noi le attribuisce”.

 

Foto e video: Francesco Romeo per Westwing

 

 

 

 

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline