Marsica Fossati: il mio stile Pacifico

Il cibo rappresenta sempre un viaggio, un percorso tra sapori e influenze diverse. Un approccio che nell’epoca del fusion è ormai un must, diventa una vera filosofia del gusto, e di stile, tra i riflessi marini di Pacifico, ristorante peruviano nel quartiere di Brera, a Milano. Abbiamo chiesto a Marsica Fossati, interior designer che ne ha curato il progetto, di raccontarcene le suggestioni.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

Stile Pacifico: il cuore dell’oceano in un angolo di Milano

Un Pisco Bar, un ristorante e una lounge privata: tre ambienti diversi per differenti esperienze del cibo. Gli Interni di Pacifico rappresentano una nave che attraversa l’Oceano Pacifico, inteso come punto di connessione, più che di separazione, tra Europa e Perù. A dargli forma e sostanza, la progettualità rigorosa e in movimento di Marsica Fossati, che con la sua formazione in yacht design si è affermata quale perfetta interprete di un concept che, in una palette di tonalità dell’oceano, non si lega a nessuna connotazione di design peruviano, preferendo un gusto eclettico indissolubilmente legato al mare.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

Pacifico è una location che, prima di ogni cosa, ci piace per quello che rappresenta. Un ristorante peruviano che definisce i propri connotati a partire da, diciamo così, una metafora…

Quando ho iniziato a lavorare a questo progetto, i proprietari avevano già in mente di non voler ricreare un locale dal gusto peruviano in termini di interni. Le informazioni dalle quali sono partita sono state fondamentalmente la palette colore, l’idea di voler creare gli interni di un’imbarcazione da crociera e il riferimento all’Oceano Pacifico quale connessione tra Europa e Perù.

Io avevo già in mente quello che mi sarebbe piaciuto fare. Amo le carte da parati, perciò ero sicura sarebbero state parte fondamentale del progetto. Tra le mie certezze, anche l’atmosfera retrò che avrebbe caratterizzato gli spazi. Durante i lavori ho scoperto che il mio stile è incredibilmente affine al vintage: amo ciò che è dotato di un feeling vissuto, che si definisce come punto di connessione tra le epoche.

Marsica Fossati: il mio design modern retrò

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

Il mio lavoro si caratterizza per una rilettura in chiave moderna di elementi e atmosfere retrò. Il look and feel non è mai datato, c’è sempre un dettaglio capace di rinnovare, di aggiungere una nota eclettica. Come accade con le lampade del locale: sono in ottone ma poi sono rifinite da un bordino a doppio colore, realizzate da artisti che conosco e che ho voluto coinvolgere nel progetto. La carta da parati è floreale ma anche geometrica, ha delle grafiche moderne. Un dualismo che continua anche sulle poltroncine.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

I diversi ambienti di Pacifico dialogano tra loro attraverso una prospettiva che vede dispiegarsi un’armonia di forme geometriche, senza troppi fronzoli, con un assemblaggio dal risultato Art Déco ma mai troppo moderno. Gli spigoli sono ammorbiditi dal velluto e dai tessuti in generale, che nell’ensemble estetico del ristorante giocano un ruolo fondamentale.

I tessuti creano i maggiori contrasti nel mio lavoro. Io miro sempre a colpire l’occhio, catturare l’attenzione di chi entra nell’ambiente con l’accostamento di pattern, materiali e tessuti diversi. Questi ultimi sono fondamentali. Il velluto dei divani, per esempio, è di Rubelli, un’azienda italiana leader nella produzione di materiali di altissimo livello. Nonostante il suo vissuto, si presenta ancora impeccabile ed estremamente elegante.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

La sala principale è stata la più difficile, perché tutto partiva da lì. Il resto è venuto di conseguenza. Il filo conduttore che lega i diversi spazi è quello del guardare fuori, proprio come accade su una nave. Gli oblò al piano inferiore sono tra i maggiori interpreti decorativi di questa look and feel. La boiserie è stata fondamentale per ricreare quell’atmosfera da nave da crociera d’altri tempi.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

“Artigianale” e “su misura” sono due parole chiave nel progetto di Pacifico…

Assolutamente sì. Tutto qui è realizzato su misura, a partire dal parquet sul pavimento. Ho visionato circa dieci prove prima di decidere. La scelta, per quanto mi riguarda, è molto semplice, proprio perché so dall’inizio quale risultato voglio ottenere e come arrivarci. Diciamo che, più spesso, la difficoltà si trova nel dover interpretare la mia visione dell’insieme da parte delle persone con cui collaboro, ma non si tratta mai di richieste impossibili.

Questa tua consapevolezza del progetto è una dote personale o un’eredità del tuo percorso professionale? Dopotutto, tu sei una yacht designer…

Direi entrambe le cose. Per quanto riguarda il progettare e gestire arredi e complementi, l’impostazione rigorosa ha sicuramente a che fare con la mia formazione. Qui, ad esempio, ho voluto delle panche poco profonde ma comode, perché gli spazi sono ridotti. Per il resto, credo sia una questione di carattere. Sono molto attenta ai dettagli.

Le luci giocano un ruolo cruciale nell’esperienza del cibo al ristorante Pacifico. In che modo ne cambiano la percezione?

Le luci sono la parte più importante. Cambiano completamente il tipo di esperienza che si vive in un luogo. Se vado in un ristorante di cui non mi piace la luce, passo una cattiva serata. Ho cercato di focalizzarla sul piatto, mantenendo l’illuminazione dell’ambiente soffusa. I faretti illuminano solo i tavoli del corridoio e il bancone, dove volevo alternare la luce puntuale a quella d’atmosfera, assicurata dalle lampade a sfera.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

Intorno, il buio. Nel caso del Pacifico, un elemento quasi strutturale particolarmente indovinato, trattandosi di un locale prevalentemente serale. Ho pensato e lavorato come se stessi creando un gioiello.

A proposito di carta da parati, quella del bagno di certo non passa inosservata. Perché questo mood Tsunami in un ambiente così intimo?

Dal principio, avevo immaginato il bagno con le onde. Ho cercato una carta da parati che rispondesse alle mie esigenze. Ne ho trovato una di Cole & Son, ma la mia idea era differente. Così ne ho reinterpretato il pattern, aggiungendo o togliendo elementi, lavorando su disegno e colori.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

La sensazione che volevo ricreare è quella inconfondibile dell’uscire sul balconcino della propria cabina e affacciarsi sull’oceano, percepire il movimento delle onde. Qui cambia anche il tipo di illuminazione, proprio per avvicinarsi al ricordo di quell’esperienza, che si vive alla luce del sole.

Cibo ed estetica: come si incontrano nel tuo progetto? 

Il cibo ha ovviamente fatto parte del progetto dal principio. Mai direttamente, ma era sicuramente presente come filo conduttore. Se si fosse trattato di un locale specializzato nella pasta, non credo avrebbe preso questa forma. In realtà, il ceviche, piatto nazionale peruviano, si presta alla perfezione alle scelte stilistiche che ho preso: il pesce ha un’essenza chiara, il peperone ha una copro arancione. Un mix eclettico che rispecchia l’anima interior di Pacifico. I piatti in marmo poi, sono una base importante, bella da vedere e perfetta per una ceviche.

Pacifico, Pacifico Milano, Marsica Fossati, Ristorante, Milano, Stile

Quali sono i percorsi e le tendenze verso i quali ti stai muovendo per i tuo impegni futuri?

In questo momento sono molto attratta dallo stile giapponese, influenzato da quello italiano degli anni ’50. In realtà si tratta di un fascino esercitato in entrambe le direzioni. Sto lavorando un po’ meno verso i pattern e verso un approccio meno rigoroso. Posso sicuramente dirti che, in pieno stile Pacifico, il mio progettare è sempre in viaggio. Si tratta di scoprire nuove destinazioni.

 

Foto: Westwing

 

 

Alessandro Balia

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline