L'Home Bartending secondo Coqtail Milano

Amatissimo da celebrities internazionali come Gwyneth Paltrow e Justine Timberlake, l’Home Bartending è oggi un fenomeno inarrestabile anche in Italia. L’arte di realizzare a casa ottimi cocktail degni dei migliori club internazionali si conferma molto più che una moda estiva, ma un un’occasione per vivere al meglio gli ambienti living e scoprire l’arte della Mixology. Ne abbiamo parlato con Penelope Vaglini e Chiara Degl’Innocenti, fondatrici della prima community milanese dedicata al mondo dei cocktail: Coqtail Milano.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

 La “Milano da Bere” è 2.0 – Coqtail Milano

Coqtail Milano è una community dedicata alla mixology e al rendere democratico il bere di qualità. Due idee che vanno oltre il concetto delle “serate da bere” della movida milanese. Ci raccontate meglio il progetto?

Scrivendo da anni di food e lifestyle ci siamo rese conto che Milano è al centro di un grande fermento, fatto di nuove aperture ed eventi che dirottano sempre più l’attenzione dalla cucina al bancone del bar. Si tratta di una svolta radicale, una vera e propria rinascita del bere bene, in cui la creatività si trasferisce dal piatto al bicchiere. L’obiettivo di Coqtail Milano è quello di dare vita a un network in continua espansione tra bartender, produttori e consumatori, come non è mai stato fatto prima e rendere più accessibile il mondo della mixology. Per farlo abbiamo dato vita alla prima community sul tema, in modo da far conoscere meglio locali, drink e prodotti di nicchia attraverso ricette, video interviste ed eventi esclusivi a cui di solito partecipano solo gli addetti ai lavori. Grazie alla presenza sui principali social e a un magazine online, Coqtail Milano vuole essere la piattaforma che promuove Milano come eccellenza nel campo della mixology, eleggendola a portavoce delle nuove tendenze di settore in Italia.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

I cocktail di Coqtail: Spritz-en di Filippo Sisti & Yuri Antonellis (Clotilde di Brera) – Americano in Brewery di Cristian Lodi (Milord di Milano)

L’Home Bartending spiegato da Coqtail Milano

Perché una filosofia da sempre appartenente a un certo tipo di vita mondana ora si sta ritagliando sempre più una dimensione Home and Living? Qual è la magia dell’Home Bartending, del preparare un cocktail nella propria casa?

Prendendo ispirazione dal food e dai grandi format televisivi le persone hanno iniziato a cimentarsi nella preparazione di piatti elaborati, riproponendo a casa quello che hanno assaggiato al ristorante. Poiché ora la tendenza è passata dal cibo ai cocktail, é diventato sempre più un piacere informarsi anche sugli ingredienti che entrano nel bicchiere. Il passaggio ancora successivo? Voler riproporre quel drink come un vero bartender con la certezza fare bella figura e sentirsi preparati anche eseguendo ricette diverse dal solito Spritz o Gin Tonic. L’aperitivo, da sempre un momento dedicato alla convivialità, non poteva che trovare tra le mura domestiche il luogo migliore per essere preparato e consumato.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

Home Bartending – 5 Regole per un Cocktail perfetto a casa

5 regole per un perfetto cocktail homemade. Quali sono?

1. Non improvvisare. Internet, riviste e libri di settore possono essere consultati per sapere i corretti dosaggi e le tecniche di miscelazione.

2. La conoscenza degli strumenti è fondamentale per centellinare gli ingredienti e per amalgamarli insieme. Per esempio, non esiste solo lo shaker. Se il drink non viene agitato è spesso mescolato direttamente all’interno di un contenitore di vetro (mixing glass) con l’aiuto di un lungo cucchiaio (barspoon). Anche il bicchiere vuole la sua parte, come ci insegnano i bartender che intervistiamo ogni giorno. Se si serve un Martini la coppa è fondamentale, mentre per un Negroni il tumbler basso è il più indicato.

3. Fare un drink a casa è come eseguire un buon piatto. Se non si ha a disposizione un libro di ricette la mossa più intelligente è seguire un tutorial. Per esempio, per imparare a shakerare con la giusta forza. Oppure, per far colpo sugli ospiti e capire come maneggiare al meglio un barspoon passandolo tra le dita.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

4. Il ghiaccio è un ingrediente importante tanto quanto lo sono bibite e distillati. Se non si ha a disposizione quello professionale, che evita di annacquare il drink, si possono ottenere dei cubetti bollendo e filtrando più volte l’acqua, fino a demineralizzarla.

5. Stupire con la presentazione è un must. Riccioli di arancia, foglioline di menta, rametti di rosmarino, fiori commestibili daranno un tocco in più al drink, oppure, se la ricetta lo prevede, il bordo del bicchiere coperto con dello zucchero o della polvere di spezie renderà il      cocktail ancora più Instagram Style.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

I cocktail? Una questione da Drinkstagrammer

Coqtail Milano si rivolge al mondo dei drinkstagrammer. Ma chi sono in realtà? Quali sono i “dos e don‘ts” per farne parte?

I drinkstagrammer sono tutti gli utenti social appassionati e curiosi di mixology. Per entrare a far parte della Community è necessario iscriversi alla newsletter del magazine e seguire Coqtail Milano sui social partecipando attivamente. È necessario fare domande, raccontare le proprie esperienze dirette per dare valore aggiunto a tutti i membri, commentare e raccontare le proprie idee. Noi rispondiamo a tutti personalmente e stiamo sviluppando un sistema di reward che premia gli utenti più attivi.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

Il cocktail dell’estate 2019 secondo Coqtail Milano

Ci consigliate un cocktail must per la stagione e come presentarlo, tra grandi classici come cristalleria e secchielli per il ghiaccio? 

Il Tommy’s Margarita è tra cocktail dell’estate 2019. Tequila e Mezcal sono i distillati che da qualche anno stanno dettando tendenza anche in Italia (Il Tommy’s, nello specifico, è preparato con Tequila).

Per realizzarlo in modo scenografico davanti ai propri ospiti, si può tenere sul bancone della cucina un elegante secchiello per il ghiaccio, da dove estrarre i cubetti che serviranno per diluire tutti gli ingredienti durante la shakerata. Importante sarà filtrare il liquido con un colino per evitare che i particolati di ghiaccio possano raggiungere il bicchiere. Una coppa da cocktail di cristallo con bordi sottilissimi darà una speciale sensazione di leggerezza al drink, libero di sprigionare tutti i sentori dell’agave e del lime.

 Scopri la video intervista di Coqtail Milano al bartender Federico Volpe.

Chiara e Penelope, dietro le quinte di Coqtail Milano

Se Chiara dovesse raccontare Penelope con un cocktail, quale sceglierebbe e perché? E viceversa…

Chiara – Paragonerei Penelope a uno stiloso French 75, che alla freschezza del gin e del limone accompagna la brillantezza e lo stile dello champagne.

Penelope – Chiara è come un rosso e piccante Bloody Mary, un cocktail che unisce la forza della vodka al succo di pomodoro condito con spezie intense come il Tabasco o la Salsa Worcestershire.

Westwing, Coqtail Milano, Casa, Milano, Cocktail, Estate

I cocktail di Coqtail Milano: Manhattan Twist Milano Edimburgo 2:1 – Franco Tucci Ponti

 

 

Intervista: Alessandro Balia – Foto: Coqtail Milano / Westwing / Unsplash

www.coqtailmilano.com – FB: @coqtailmilano – IG: coqtailmilano

Stefania Tagliaferri

Hai già scaricato la nostra App?

Scopri l'App
Scopri l'App
Offline