Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Palline di Natale colorate su sfondo viola

Decorare l’albero con le palline di Natale rappresenta uno dei momenti più belli della stagione festiva. Nel corso dei decenni questa tradizione è rimasta pressoché immutata, ma sono ovviamente cambiati gli stili e le mode per gli addobbi. Immergiti in un viaggio alla scoperta delle origini storiche di questo piccolo oggetto speciale e lasciati ispirare per creare un’atmosfera unica. Abbiamo raccolto le idee più belle per le tue decorazioni natalizie, dai formati classici alle palline di Natale fai-da-te, per aiutarti a trovare le tue preferite. Accendi la magia in casa!

Come scegliere le palline natalizie

Oggi la scelta è vastissima: le palline di Natale in vetro ci sono ancora, ma esistono molte altre opzioni tra cui scegliere. Potresti addirittura continuare a cambiare look al tuo albero ogni anno, senza mai ripetere lo stesso stile! Ecco le basi da cui partire per trovare la tipologia che preferisci.

  1. Colori

    Un tempo c’erano solo il rosso e i colori metallici, come l’oro e l’argento. Adesso, invece, tutte le nuance dell’arcobaleno sono le benvenute. Puoi optare per palline di Natale multicolor, mischiando le nuance secondo un ordine solo apparentemente casuale, oppure preferire un albero monocromo. Oltre alle tinte classiche, sono sempre più popolari il blu, l’azzurro e il viola, anche in abbinamento. Vuoi qualcosa di pop? Scegli un albero di Natale bianco con palline rosa. Se invece cerchi qualcosa di minimalista, via libera alle palline in vetro trasparente oppure persino in nero, super eleganti.

  2. Forme

    Oltre alla classica linea sferica, le palline di Natale sono disponibili in formati altrettanto classici, come quello a goccia o a campana, oppure a forma di cuore, animali e altri oggetti. Possono essere piccolissime o extra large: cerca sempre di mantenere un equilibrio tra le proporzioni dell’albero e degli addobbi.

  3. Materiali

    Il vetro, soprattutto se soffiato a mano, resta ancora il materiale più elegante e prezioso, mentre quello più diffuso è sicuramente la plastica, che risulta più pratico e resistente. Tra le altre varianti, si possono trovare palline in polistirolo, stoffa, metallo, legno, porcellana, carta e corda, solo per citare i principali. Strass, glitter, nastri decorativi e tessuti sono ideali per la creazione di palline di Natale personalizzate.

Palline di Natale fai-da-te: 5 idee

Non riesci a rinunciare alle decorazioni natalizie che sono nella tua famiglia da generazioni? O preferisci optare per le ultime tendenze e scegliere un nuovo tema decorativo ogni anno? Il bello degli addobbi festivi è che non c’è una regola precisa, puoi mixare come vuoi e realizzare le tue palline di Natale personalizzate. Con la giusta decorazione, tu e i tuoi cari potrete godervi la convivialità e dar vita alla vostra personale atmosfera di festa.

  1. Palline in tessuto: prendi degli avanzi di stoffa e usali per ricoprire le vecchie palline di plastica che non ti piacciono. Puoi partire da ritagli in fantasia a quadri, tipica natalizia, oppure in velluto, feltro e persino merletto. Incolla la stoffa a spicchi, per farla aderire bene, e usa passamaneria o nastrini per evidenziare gli spicchi e nascondere le imprecisioni. In alternativa, avvolgi la pallina come se fosse una caramella e fissa l’estremità superiore con un filo di lana o cotone.
  2. Palline dipinte a mano: prendi delle semplici palline di Natale in vetro trasparente e usa dei colori adatti per dipingerle. Potrai realizzare dei paesaggi, scrivere dei nomi oppure persino colorarle a pois.
  3. Palline di lana: prendi della lana colorata e avvolgi ogni pallina con il filo, prestando attenzione a mantenerlo compatto e a coprire tutta la superficie. Fissa il capo con della colla a caldo e decora con perline o strass.
  4. Palline decorate col decoupage: se ti appassiona questa tecnica, usala anche per le tue palline di Natale fai-da-te. Puoi incollare sulla superficie gli stencil che preferisci oppure utilizzare vecchi giornali e riviste d’epoca, per un tocco vintage.
  5. Lampadina natalizia: hai in casa delle lampadine che non funzionano più? Dipingile per realizzare il musetto di una renna, a cui potrai aggiungere le corna ritagliate da un cartoncino, oppure divertiti a realizzare angeli, pupazzi di neve e persino tanti Babbo Natale. Libera tutta la tua creatività!

La storia delle palline di Natale

L’usanza di addobbare l’albero di Natale è antichissima, più di quanto si tenda a pensare. Già i celti e i vichinghi, ad esempio, in occasione del solstizio invernale portavano dei rami di abete nelle loro abitazioni e li decoravano con frutti e bacche, per auspicare il ritorno della bella stagione. Nel corso dei secoli, le tradizioni pagane e cristiane si unirono, soprattutto nel Nord Europa, dove già nel Cinquecento si decoravano pubblicamente gli alberi con fiori di carta, mele, noci, datteri.

Le palline di Natale vere e proprie, in vetro e nella classica forma sferica, furono poi introdotte nel 1858. Tutto ebbe inizio in un piccolo villaggio francese chiamato Goetzenbruck, dove un artigiano pensò di realizzare dei piccoli globi in vetro per rimediare alla mancanza di mele con cui addobbare l’albero. L’idea piacque molto e presto si consolidò un commercio di palline di Natale in tutta l’area, che restò fiorente fino al 1960, quando la plastica ebbe il sopravvento.

Non sai come decorare la tua casa per Natale? Iscriviti a Westwing e fatti ispirare dalle nostre offerte esclusive!

banner decorazioni