Bagno blu

Il colore del mare nelle sue infinite sfumature porta con sé sensazioni di tranquillità, freschezza e pulizia. Per questo è un colore molto apprezzato per arredare i bagni. Ma forse proprio perché è così amato, spesso viene utilizzato in modo un po’ scontato: per questo abbiamo deciso di proporti le nostre alternative per arredare un bagno con il blu.

Perché scegliere il blu?

Il blu, secondo la cromoterapia, è portatore di armonia e tranquillità. Circondarsi di blu rilassa la mente e il corpo e calma il respiro, stimolando l’equilibrio interiore e sensazioni di benessere. Arredare un bagno nelle sfumature di questa tonalità significa creare un’oasi rigenerante in cui abbandonarti alla cura di te. In più, il blu è un colore che rimanda al concetto di igiene, quindi è perfetto per questa stanza di casa.

Ma il blu non è solo il colore della pace interiore e della pulizia, è anche una tinta versatile, non passa mai di moda e si adatta a tanti stili diversi, dal classico al vintage fino agli stili moderni e minimal. Esistono talmente tante sfumature di blu che è impossibile non trovarne una adatta ai tuoi gusti! In un bagno blu puoi giocare con fantasie, trame e abbinamenti di colori che vanno da quelli tono su toni ai neutri, fino ai contrasti più accesi.

Un altro vantaggio del blu? Che nelle sue tonalità più chiare ti aiuta anche con ambienti piccoli o nel ridipingere un bagno cieco, grazie alla capacità di dare la sensazione di uno spazio più grande e arioso. Soprattutto se giochi con i contrasti tra blu diversi, anche l’ambiente più piatto acquisterà subito dinamismo.

Bagno total blue

Se ami particolarmente questo colore, puoi optare per arredare un bagno in blu totale. Attenzione, però, a non renderlo uno spazio soffocante. Come fare? Utilizzando diverse tonalità di blu per pareti, pavimenti e arredi.
Diversi blu in gradazione ti aiutano quando devi riproporzionare un bagno piccolo, stretto, basso o dare luminosità a un bagno cieco. In un bagno con il soffitto basso, ad esempio, puoi dipingerlo in un blu più chiaro e lasciare le pareti più scure. In un bagno cieco opta per un blu chiaro e luminoso per le pareti e un colore più profondo per le piastrelle del pavimento. Se vuoi giocare con i rivestimenti, scegli un colore intenso per l’interno della doccia, da abbinare al blu degli arredi, lasciando i sanitari nel classico bianco.

Non dimenticare di coordinare gli accessori del tuo bagno total blu: tappeti, asciugamani, persino le tende. Per non perdere luminosità, prediligi tessuti leggeri come cotone o lino, in delicate tonalità azzurre oppure bianche con ricami e decori blu. E che ne dici del blu anche per la tenda della doccia?
Se il bagno è in stile vintage o classico e ti piace il fai da te e l’idea di usare mobili di recupero, potresti dipingere una vecchia cassettiera di blu cobalto e usarla per riporre asciugamani e prodotti per il corpo.

Suggerimenti:

Bagno azzurro

Una variante del bagno arredato con il blu è l’azzurro, un tono fresco che nelle sue nuance riproduce le sfumature dell’acqua ed è quindi un colore molto adatto a questo ambiente di casa.

L’azzurro in bagno crea un ambiente raffinato e, proprio come il blu, si abbina facilmente a diversi stili di arredo e a tanti colori diversi. È un tono delicato che in questa stanza di casa può essere utilizzato quasi come una base neutra per pareti, piastrelle e pavimento, che ti lascia spazio per enfatizzare altri dettagli: le piastrelle all’interno della doccia, i mobili, i tessili, i sanitari.

Quali sono i toni da abbinare all’azzurro? Prima di tutto, i neutri, dal bianco al tortora al grigio, il beige e il nero. Con queste palette puoi creare uno spazio rilassante e darai un twist fresco anche al più classico dei bagni, anche con il tono su tono: per un bagno moderno, puoi anche dipingere i sanitari in questo colore.

La bellezza dell’azzurro è che, essendo un colore molto delicato e non invasivo, può essere movimentato da decorazioni e materiali di tutti i tipi: dalle lavorazioni a mosaico, i rilievi, le righe, le venature del legno, i dettagli scintillanti per le rubinetterie.

Suggerimenti:

Bagno blu e bianco

Il più classico degli abbinamenti è quello del blu con il bianco. Abbi cura però di non cadere nel banale o di raffreddare troppo l’ambiente. In questo caso puoi usare il blu per mobili e dettagli, tessili, asciugamani, oppure solo il top del lavabo. A quel punto, per le pareti e i sanitari opta per una nuance di blu chiaro oppure per il bianco, che renderà la stanza più ampia e luminosa.

In alternativa, se vuoi abbandonarti al fascino di una parete blu, dipingine solo una in blu navy o blu notte, lasciando le altre bianche, e decorala con quadretti e un grande specchio dalla cornice chiara. Se preferisci le tonalità pastello, usale per il pavimento, per le piastrelle, anche a mosaico, per dare un tocco esotico e orientale al bagno, abbinate a dettagli dorati.

Infine, se vuoi donare un tocco estroso al tuo bagno bianco e blu, vivacizzalo con decorazioni geometriche, a pois o con dettagli accesi in giallo e arancione. Dai un ultimo tocco naturale e fresco con una bella pianta in vaso.  

Suggerimenti:

Il bagno è la stanza che, quando si arreda casa, spesso viene lasciata per ultima: bisognerebbe invece prestargli molta attenzione, essendo un luogo intimo in cui iniziamo e finiamo la giornata. Ecco perché abbiamo dedicato un’intera sezione all’arredamento del bagno: scopri come personalizzarlo con i nostri consigli.