24.11.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

luce notturna cameretta

Ogni genitore sa che, prima o poi, arriva quel momento in cui i più piccoli devono addormentarsi da soli nella loro cameretta. Ma come risolvere la classica paura del buio? Con una graziosa luce notturna per bambini puoi aiutarli a riposare bene, senza bisogno della tua presenza costante nella stanza. Non tutte le lampade sono uguali, però: scopri le diverse tipologie, i consigli per la scelta e anche i vantaggi o gli svantaggi. Sogni d’oro li attendono!

Luce notturna per bambini: sì o no?

Nelle nursery e nelle camerette dei più grandicelli, le luci notturne per bambini sono spesso una presenza fissa. Non tutti i pediatri e i medici concordano però sulla necessità di fornire una piccola illuminazione durante la notte. Abbiamo raccolto alcune informazioni utili: prima di decidere, leggi i pro e contro.

Pro

  • I bambini amano le luci notturne perché li aiutano a vincere la paura del buio e a imparare a dormire da soli, senza bisogno dei genitori in camera.
  • Oltre ad avere un effetto calmante, una piccola fonte luminosa permette di percepire i contorni dei mobili ed evitare cadute, soprattutto nel caso in cui tuo figlio si svegli nel cuore della notte.
  • Alcuni modelli di lampade offrono effetti sonori e proiettano forme alle pareti per trasformare la cameretta in un luogo magico.
  • Una delicata luminosità nella stanza è perfetta anche per le madri che allattano.

Contro

  • Il sonno è regolato dall’ormone della melatonina, che viene prodotto in assenza di luce. Per questa ragione, molti esperti consigliano di far dormire il bambino completamente al buio. Ugualmente dannose sarebbero le luci di cellulari, tablet e televisori.
  • Secondo gli studi, la paura del buio sorge intorno ai due anni d’età, quindi una luce potrebbe essere del tutto superflua prima di quest’età.
  • Se non viene scelta correttamente, la lampada notturna rischia di incidere negativamente sul consumo domestico di energia.

Tipologie di luce notturna

Diversamente da qualche anno fa, quando i modelli a disposizione erano pochi e molto simili tra di loro, oggi esistono innumerevoli versioni di luci notturne per bambini. Come si sceglie quella giusta? Tutto dipende dalle esigenze personali, ma sicuramente ti consigliamo di assicurarti che sia a norma CE, infrangibile (sì a plexiglas e metacrilico) e atossica. Per il resto, lasciati ispirare dalla nostra guida alle principali caratteristiche presenti sul mercato.

Modello fisso da parete

Esistono diversi tipi di applique con intensità regolabile e funzione crepuscolare che possono trasformarsi in perfette luci notturne per i bambini. Un modello di questo tipo illuminerà delicatamente la cameretta dei più piccoli e potrà essere utilizzato anche per aiutare il bambino a trovare il bicchiere d’acqua appoggiato sul comodino.

Modello con presa

Altrettanto diffuso è il modello di luce notturna che si collega semplicemente alla presa della corrente e che può essere disposto nel punto che preferisci. Può essere piccolo e discreto, oppure simile a una lampada vera e propria. Ti consigliamo di optare per luci a bassa intensità (massimo 7 watt) e LED, che garantiscono un notevole risparmio energetico (fino all’80%).

Modello portatile

Proposte in forme originali o più tradizionali, queste luci notturne funzionano a batterie e possono dunque essere portate in giro per aiutare i piccoli a trovare con facilità la camera dei genitori o il bagno. Ti consigliamo di usare batterie al litio, che durano di più.

Strisce di LED

Alternativa originale alle classiche lampade e alle lucine, le strisce di LED sono divertenti e aggiungono un tocco contemporaneo alla cameretta. In più, creano un’atmosfera super suggestiva!

Modelli multifunzione

Oltre a queste versioni appena elencate, puoi optare per lampade dotate di telecomando e con funzioni diverse, come quella di carillon e di proiettore. In alcune puoi persino cambiare colore: a tal proposito, normalmente si pensa che luci blu e verdi siano rasserenanti, ma secondo alcuni studi è meglio preferire luci rosse e ambrate, che non interferiscono troppo con la produzione di melatonina.

Luci e lampade per la cameretta:

Come scegliere la luce notturna ideale

Non è così semplice trovare la migliore luce notturna per bambini. Dalle luci a forma di nuvola alle lampade che proiettano un cielo stellato sul soffitto, ormai tutto è possibile. Se non sai cosa acquistare, niente panico: ecco cinque consigli da seguire per non sbagliare.

  1. In generale, assicurati che la luminosità non sia troppo intensa per evitare che impedisca ai piccoli di dormire.
  2. Sembrerà superfluo, ma la luce notturna deve anche integrarsi nell’arredamento della cameretta. Se c’è un tema in particolare, come ad esempio la giungla, opta per un originale modello a forma di animale.
  3. Come già anticipato, la luce notturna per neonati non è necessaria, ma spesso sono i genitori ad averne bisogno. Crea una zona relax con una poltrona, un tavolino e una bella lampada dimmerabile.
  4. Per i bambini sotto i due anni, la lampada deve essere facile da accendere, meglio se con un semplice tocco.
  5. Sopra i due anni i piccoli iniziano a sviluppare immaginazione e creatività. È proprio in questo momento che nascono le prime paure: per aiutarli a dormire, una buona idea potrebbe essere l’acquisto di una luce notturna per bambini dotata di un timer (per evitare che rimanga accesa tutta la notte) e di un proiettore di stelle o altre forme per stimolare la fantasia. Dormire sarà ancora più bello!

Stai riorganizzando la cameretta? Leggi gli articoli nella sezione “Arredamento camerette” per scoprire tante altre idee creative da copiare!

banner arredamento