Come organizzare il fasciatoio

Quando nasce un bimbo tutta la casa deve essere votata alla praticità. Ogni oggetto utile alla cura del neonato deve essere a portata di mano e, soprattutto, organizzato al meglio. E fra i must have c’è anche il fasciatoio, fondamentale per agevolare le operazioni di pulizia e igiene quotidiana del bebè. Ne esistono ovviamente di tutti i tipi: da quelli mobili a quelli fissi, non mancano neanche i semplici materassini imbottiti da porre sopra una cassettiera, ottimo compromesso qualora la casa sia di scarsa metratura. Indipendentemente dal tipo di fasciatoio che sceglierai, è fondamentale seguire alcune regole di buon senso per agevolare il cambio pannolino (e non solo). E allora continua a leggere, perché fra poco scoprirai come organizzare il fasciatoio del tuo bambino al meglio. 

Dove mettere il fasciatoio: in bagno o in cameretta?

Se hai a disposizione un bagno di ampia metratura e hai quindi la possibilità di inserire un mobile in più senza sacrificare troppo spazio, ti consigliamo di installare il fasciatoio proprio in questa stanza. Dopo il bagnetto è infatti molto comodo avere a disposizione una superficie su cui adagiare il piccolo e asciugarlo e vestirlo nel più breve tempo possibile, così da non fargli prendere freddo, soprattutto in inverno.

Qualora, invece, il bagno non sia abbastanza grande da accogliere un fasciatoio completo (mobile o fisso) si potrà acquistare un semplice materassino fasciatoio e adagiarlo, ad esempio, sulla superficie della lavatrice: in questo modo avrai a disposizione un angolo dedicato esclusivamente alla cura del bebè, anche in bagno.

Nulla ti vieta, poi, di posizionare un altro fasciatoio (magari fornito di mobile con cassetti e antine) nella cameretta del neonato: guadagnerai spazio contenitore e avrai un luogo comodo per cambiare e vestire velocemente il bebè fra una nanna e l’altra.

Assicurati che il fasciatoio sia stabile

Il fasciatoio è un complemento molto comodo, a patto che sia sicuro. Quando lo monti, quindi, dovrai assicurarti che sia sempre stabile e pronto ad accogliere tuo figlio o tua figlia. Durante il cambio del pannolino, infatti il bebè potrebbe agitarsi ed è fondamentale che, in questi momenti, il fasciatoio non si muova a sua volta. Un secondo di disattenzione potrebbe essere molto rischioso! Segui quindi le indicazioni riportate sulla scheda di montaggio e, se necessario, ancora il mobile al muro per evitare pericolose oscillazioni dello stesso.

Il fasciatoio dev’essere all’altezza giusta

Certo, sul fasciatoio il bebè deve essere al sicuro, ma anche mamma e papà devono essere comodi mentre si occupano del proprio bambino. In questo senso è fondamentale che materasso del fasciatoio sia alla giusta altezza, né troppo alto né troppo basso. È infatti importante che i neogenitori stiano con la schiena dritta, mentre cambiano il pannolino del piccolo: se il fasciatoio è posizionato troppo il basso, il continuo piegarsi in avanti potrà causare problemi alla schiena e dolori, che sarebbe sicuramente meglio evitare!

Come organizzare il fasciatoio per avere tutto a portata di mano

E ora eccoci al focus centrale della questione: come organizzare il fasciatoio. Come anticipato, questo complemento deve essere votato alla praticità e alla funzionalità, in modo che tu abbia tutto ciò che ti serva a portata di mano. Durante il cambio del pannolino, infatti, il bebè non va mai lasciato da solo. Come organizzare, quindi, tutto il necessaire? Se il fasciatoio è dotato di ripiani, cassetti o antine, sfruttale al meglio per riporre tutto quello che potrebbe servirti, ovvero pannolini, salviette, asciugamani, body, vestitini, creme e prodotti per la pelle e kit dedicati all’igiene del piccolo. Se disponi solamente di un ripiano, organizza la superficie dividendo gli oggetti in scatole e cestini.

Ecco cosa non può mancare sul fasciatoio:

  • Pannolini: devi essere in grado di afferrare il pannolino pulito con una mano. Devi quindi  posizionare la scatola che li contiene sul ripiano più alto del fasciatoio. Idealmente – se c’è spazio a disposizione – sarebbe opportuno riporli allo stesso livello del materassino, così da avere sott’occhio anche quando stanno per finire.
  • Prodotti per l’igiene del piccolo: dalle mussole per neonato all’olio detergente e fino a quello dedicato ai massaggi, è fondamentali averli a portata di mano, soprattutto quando il piccolo è molto sporco e la necessità è quella di agire nell’immediato.
  • Crema detergente ed emolliente: puoi riporre la crema e i prodotti che utilizzi quando il bebè è pulito sul ripiano immediatamente sotto il fasciatoio. Saranno comodi da afferrare con una mano e non ingombreranno la superficie di lavoro.
  • Body, tutine, vestitini: sono da riporre nei cassetti o ripiani sottostanti al materassino del fasciatoio. Potrai infatti tirar fuori ciò che ti serve prima del cambio, così da agevolare poi la vestizione.
  • Kit per l’igiene del bebè: un altro cassetto o ripiano poi sarà dedicato a oggetti quali la spazzola, le forbicine taglia unghie e così via. Poiché si tratta di strumenti che userai meno spesso, possono anche essere riposti nel cassetto più basso e tirati fuori all’occorrenza.

Appendi una giostrina per tenere il neonato tranquillo

Alcuni bambini non amano essere cambiati, e il momento dell’igiene può trasformarsi in un concerto di pianti, urla e capricci. In questi casi serve qualcosa per distrarre il piccolo, così da velocizzare le operazioni e renderle più liete e tranquille. Una giostrina è proprio quello che ci vuole. A forma di nuvola o con simpatici animaletti, l’acchiappasogni può essere appeso senza problemi sopra al fasciatoio. Oltre a essere funzionale, renderà più bella e gioiosa la zona dedicata al cambio del pannolino: hai preso due piccioni con una fava!

Le nostre tenerissime giostrine:

Assicurati che il bambino stia comodo sul materassino

Bello, funzionale e, soprattutto, comodo: il materassino del fasciatoio deve accogliere in modo dolce il tuo piccolo, che si deve sentire protetto e a suo agio. Ecco perché ti consigliamo di scegliere un fasciatoio morbido, magari rivestito in tessuto naturale: il cotone organico è perfetto.

Evita, invece, i materassini per fasciatoio rivestiti in plastica: sono senza dubbio comodi, ma possono essere poco confortevoli al tatto, soprattutto per la pelle del tuo bebè. E se ne hai già acquistato uno di questo tipo, poco male: potrai infatti acquistare una fodera di cotone a parte. Il problema è presto risolto!

Scegli dei materassini comodi:

Anche decorare il fasciatoio è importante!

Un luogo votato alla funzionalità può essere anche bello ed esteticamente gradevole, fasciatoio compreso! A venire in tuo soccorso ci pensano le decorazioni, che possono abbellire lo spazio dedicato al cambio del pannolino e all’igiene del bebè. E allora via libera a quadretti e stampe da appendere al muro, o a graziosi sticker di animali, da incollare sia alla parete che al fasciatoio stesso.

Fra le decorazioni murarie, poi, non possono mancare coccarde e ghirlande di stoffa e tessuto, che rallegreranno non poco l’angolo del fasciatoio. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti: scegli le decorazioni in base alla tua idea di stile, perché anche l’occhio vuole la sua parte!

Stai cercando altre idee per la stanza del tuo bambino o della tua bambina? Non perderti gli altri contenuti pubblicati nella sezione “camerette”: troverai tanti consigli di home decor tutti da copiare!