Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

soggiorno in stile coloniale

Legni scuri, piante tropicali e motivi etnografici combinati a materiali naturali freschi e luminosi. Lo stile coloniale ha un fascino esotico inconfondibile, perfetto per chi vuole ricreare un ambiente chic e originale al tempo stesso. Unisciti a noi in un viaggio che segue le orme di Cristoforo Colombo attraverso continenti lontani e scopri come arredare la tua casa in stile coloniale. Se dentro di te si nasconde l’animo del giramondo, questo è lo stile che fa per te.

Stile coloniale: tipologie e caratteristiche

Quando si parla di stile coloniale si intende lo stile utilizzato dai popoli europei durante la colonizzazione di terre straniere. Può assumere diverse forme a seconda del paese colonizzato e del colonizzatore, ma ciò che lo caratterizza è la contaminazione. Mobili e complementi dalle linee classiche, tipici dei paesi europei dell’epoca del colonialismo, si mescolano a oggetti, materiali e tessuti locali dei vari popoli.

Come abbiamo accennato, lo stile coloniale prevede diverse declinazioni, che portano con sè colori, materiali e forme differenti. Le tre influenze principali nel campo dell’arredamento sono (in ordine di popolarità):

  • Stile coloniale americano: il legno è protagonista assoluto, soprattutto in tonalità calde. Linee semplici, mobili massicci ed eleganti, e dettagli essenziali ma ricercati. Lo stile coloniale americano ha dei tratti in comune con lo stile etnico. I colori sono tendenzialmente sobri e richiamano le sfumature della terra, fondendosi spesso a tonalità di rosso scuro, bordeaux, panna e beige.
  • Stile coloniale orientale: anche qui troviamo mobili dalle linee classiche, a cui si aggiungono elementi nuovi tipici dei paesi orientali. I materiali utilizzati sono principalmente bamboo, teak e legni esotici. Nella sua versione orientale, lo stile coloniale si distingue per l’uso di tessuti pregiati per dare personalità all’ambiente.
  • Stile coloniale africano: senza dubbio è il più eccessivo dei tre. Lo stile africano si distingue per gli arredi sfarzosi che non passano certo inosservati, come grandi lampade da terra, candelabri e specchi. Alle pareti, al posto dei quadri, troviamo corna di animali selvaggi, ventagli e piatti decorativi.

I colori dello stile coloniale

Questo stile di arredamento così suggestivo si caratterizza per l’uso di colori e fantasie diverse. La palette cromatica spazia dalle sfumature del marrone al verde e si distingue soprattutto per i toni chiari della terra e i colori della sabbia. In generale si cerca di mantenere un insieme naturale concentrandosi sull’equilibrio visivo.

A seconda della variante utilizzata, possiamo trovare motivi floreali e asiatici, fantasie tipiche dell’Africa e motivi etnici. Ma attenzione: cerca sempre di creare un ambiente omogeneo e coerente. Scegli una delle tre tipologie di stile coloniale, identifica la tua palette di colori e usala come filo conduttore in tutta la casa.

I materiali più utilizzati

Come abbiamo visto, lo stile coloniale si concentra sulla naturalezza. I materiali più diffusi sono:

  1. Legni tropicali scuri come teak, mogano, sheesham, palissandro e acacia.
  2. Tessuti realizzati con materiali naturali come lino, seta e cotone.
  3. Fibre naturali come il sisal, la fibra di cocco o il bamboo.

Per gli spazi esterni, come il giardino, la terrazza e il balcone si possono utilizzare anche accessori in bronzo, ottone e argento per completare il tutto.

Mobili in stile coloniale

Che si tratti di divano, scrivania, cassettiera o sedie, ogni mobile può fare la sua parte per creare un ambiente in stile coloniale. Per immergerti nella tranquillità dell’Africa, dei Caraibi, dell’India o del Sud America basta meno di quanto credi.

I mobili dello stile coloniale vengono realizzati con legni di alta qualità come il teak, il mogano e il mango. Grandi divani e accoglienti poltrone, spesso in toni naturali ma nulla esclude di osare con colori caldi come il giallo senape, completano il quadro di un soggiorno in stile coloniale.

La pelle, anche sintetica, è una delle soluzioni più diffuse per i mobili della zona giorno, ma si possono usare anche altri materiali naturali, in tonalità neutre come il beige, il marrone o il cognac.

Nella camera da letto, scrivanie rustiche, armadi scuri e letti a baldacchino in legno con leggere tende di lino creano un’atmosfera magica. Ai piedi del letto una piccola panca imbottita con piedini torniti e un leggero rivestimento in lino: l’effetto scenico sarà perfetto.

Suggerimento: se hai delle vecchie valigie d’epoca in cantina, trasformale in un originale comodino in stile coloniale: accatastale una sull’altra e posizionale vicino al letto.

Decorazioni in stile coloniale

Anche le decorazioni dello stile coloniale richiamano alla mente mondi lontani. A differenza dei mobili, spesso scuri, le decorazioni sono chiare e creano un contrasto armonioso. Ciotole di legno, bamboo e foglie di banano sono alcuni degli elementi più popolari.

Panche in legno e divani in pelle possono essere alleggeriti con gli accessori giusti, come dei morbidi cuscini in cotone e lino. Sia i motivi monocromatici che i tessuti con stampe animalier sono adatti allo stile coloniale, ma, come sempre, fai attenzione a creare un insieme coerente.

E per una perfetta atmosfera da giramondo, perché non decorare la camera da letto con grandi mappe, vecchi mappamondi e souvenir provenienti da tutto il mondo? Sono questi piccoli dettagli che rendono lo stile quello che dovrebbe essere: una miscela esotica dei più diversi paesi e culture del mondo.

Infine, non dimenticare piante e fiori: gli elementi naturali non sono solo esteticamente belli, ma creano un’atmosfera piacevole che si adatta perfettamente all’arredamento esotico.

Le piante più popolari per lo stile coloniale:

  • Strelitzia
  • Fiori di gelsomino
  • Palme
  • Monstera

Esterni in stile coloniale

Lo stile coloniale non si limita agli interni, anche la terrazza e il giardino possono avere un fascino speciale con gli arredi giusti. I mobili in rattan o un set da giardino in bamboo sono particolarmente adatti a questo stile. Inoltre, questi materiali sono meno soggetti alle intemperie rispetto alla pelle, al legno o al cotone.

Chi ha una terrazza coperta può trasformare una grande, rustica cassettiera di legno in una panca e decorarla con leggeri cuscini di lino. Una tenda da sole in lino abbinata a un set di sedie e poltrone da giardino trasformerà gli spazi esterni in un paradiso per le vacanze.

Ora hai tutto quello che ti serve per arredare la tua casa in stile coloniale!

banner arredamento