stile pop

Eccentrico e allegro, lo stile pop ti avvolge in un mondo di colori, forme e riferimenti culturali. Nato negli anni Sessanta sotto forma di tendenza artistica, si è subito manifestato come vero atto di ribellione alla tradizione e al classicismo. E ancora oggi il suo carattere irriverente continua a farsi notare e assumere nuove interessanti interpretazioni. Vuoi portare un tocco di vivacità in casa? Scopri quali sono le caratteristiche principali dello stile pop art nell’arredamento e lasciati ispirare dalla vitaminica palette cromatica per scegliere mobili e complementi. Infine, leggi gli errori da evitare, così potrai rendere ogni stanza un capolavoro moderno da vivere giorno dopo giorno.

Le caratteristiche dello stile pop

Abbreviazione di “popular art”, la pop art fu presentata ufficialmente al mondo durante un simposio del museo MoMa di New York nel 1962. Il termine si riferiva alla tendenza artistica che coinvolse diversi media, dal cinema all’arte, passando per la televisione e il design. Grazie a una rielaborazione di immagini pubblicitarie, fumetti e icone consumistiche, si distinse subito come movimento di rottura, anche nell’home interior.

Seguendo i passi di grandi artisti come Andy Warhol e Roy Lichtenstein, lo stile pop art fiorì nel mondo dell’arredamento, presentando forme, colori e materiali fino a quel momento impensabili. Grazie al boom economico degli anni Sessanta, sempre più persone potevano poi aspirare a uno stile di vita (e a una casa) che assomigliasse alle storie raccontate sul piccolo e grande schermo. Un esempio dell’influenza della pop art risulta evidente negli interni del film “Arancia meccanica”, il capolavoro di Kubrick: quadri coloratissimi, sculture e arredi bizzarri furono di grande ispirazione per molti designer.

Influenze pop per la casa

E non sorprende che ancora oggi questa tendenza sia presente nelle nostre case. L’anima dello stile pop è visibile negli accessori eyecatching, scelti per dare vita a un ipnotico effetto color block, come stampe, cuscini decorativi e tappeti. Per quanto riguarda gli arredi, basta un solo pezzo di design per rivoluzionare il living, come una poltrona in una forma originale e in un colore forte, che trasformerà la stanza in una galleria d’arte contemporanea. Bando alla funzionalità: l’imperativo è stupire e puntare all’ironia.

Un esempio tipico è la famosa poltrona sacco, inventata nel 1968 da Zanotta. Un altro grande classico è la bubble chair, una particolare seduta in plastica trasparente da appendere al soffitto, che è un vero simbolo dell’arredamento in stile pop art. Tra gli altri pezzi iconici, ricordiamo i frigoriferi bombati e gli sgabelli alti in stile vintage americano, che ricordano l’estetica eccentrica da fumetto, perfetti in abbinamento a piccoli soprammobili ispirati alla cultura popolare.

Via libera al colore!

La caratteristica più lampante dello stile pop art nell’arredamento è proprio il colore: qualsiasi tonalità è consentita, anche fluo, e in combinazioni di grande impatto scenografico. Il fucsia, il verde, l’arancione, il giallo e il rosso sono dominanti, soprattutto in ambienti con un fondo di bianco. Dominano poi le forme geometriche e i pattern vistosi con disegni e scritte. Oltre al bianco puro, come ideale sfondo per mobili e arredi colorati puoi persino usare pattern a righe e pois in black and white, come nei fumetti.

Per quanto riguarda i materiali, è la plastica a essere la vera regina, perché incarna la versatilità dei tempi moderni. In alternativa, anche il plexiglass è molto amato, sia nella versione trasparente o colorata. Stai già pensando a come trasformare una o più stanze? Vediamo nel dettaglio tutto quello che proprio non può mancare in una casa stile pop.

Mobili e complementi

La casa in stile pop art ha un look grintoso, giocato su un mix di arredi in plastica, gomma, pelle e resina. Le forme sono sinuose e insolite, i colori sono accesi e tutti gli elementi hanno qualcosa di particolare. Parti da un living moderno, super minimalista, e aggiungi un divano componibile bianco con forme arrotondate, senza piedini, in puro stile anni Sessanta. Abbinalo a un grande tappeto a pelo lungo in una fantasia astratta e multicolor, ideale per creare un netto contrasto, e sopra posiziona un tavolino in policarbonato che riprenda la nuance più accesa del tappeto, ad esempio l’arancione. Come ciliegina sulla torta, posiziona una lampada di design in una forma zoomorfa.

Pareti

Le pareti sono fondamentali quando si parla di stile pop e la loro decorazione va ponderata con estrema cura. Trattandosi di una tendenza che si è sviluppata partendo dall’arte, per realizzarsi ha bisogno dell’aiuto di quadri, poste e stampe ad hoc. Prendi ispirazione dalle famosissime serie di Warhol con i ritratti stilizzati di Marylin oppure delle lattine di zuppa Campbell’s: su una parete immacolata, basta una pennellata di colore per cambiare il mood. Lasciati tentare dai neon e dalle insegne, che completano e arricchiscono l’arredamento in stile pop art.

Errori da evitare

Per una buona riuscita del tuo make-over all’insegna dello stile pop è però essenziale riuscire a misurare ogni elemento. Se non vuoi scadere nel kitsch, ti consigliamo di valutare con attenzione l’acquisto di arredi e accessori, seguendo i nostri tre consigli pratici.

  1. Se abiti in un ambiente piccolo, non caricarlo troppo, perché alla lunga potrebbe risultare opprimente e mancare di quel giusto equilibrio che rende la casa accogliente e piacevole da vivere.
  2. Non divagare troppo dall’ispirazione principale, aggiungendo dettagli barocchi o classici, perché lo spirito unico e scanzonato dell’ispirazione pop potrebbe smarrirsi.
  3. Sì, lo sappiamo bene, l’arredamento in stile pop art deve essere esagerato, ma se vuoi stare alla larga dal cattivo gusto è bene acquistare un solo arredo forte (come il famoso divano a forma di labbra rosse o la poltrona guantone da baseball) e mantenere il resto minimal.

Per non sbagliare, parti da un’area ristretta: l’ingresso è lo spazio perfetto per sperimentare, visto è il biglietto da visita della tua abitazione. Acquista uno sgabello colorato, che ti servirà anche come punto d’appoggio quando metti o togli le scarpe, da abbinare a una decorazione da parete eclettica, come un’insegna al neon o una stampa digitale incorniciata in stile pop. Infine, stendi un tappeto rotondo a pelo lungo bianco: effetto WOW assicurato.

Se l’arredamento in stile pop art ti ha conquistato e cerchi altri suggerimenti utili, inizia a immaginare la tua nuova casa: esplora tutte le nostre guide agli “Stili di arredamento” per orientarti nel mondo dell’home decor!