Diffusore di oli essenziali

Vivere appieno la propria casa significa non solo circondarsi di cose belle e arredare secondo il proprio stile e personalità, ma anche avere uno spazio rilassante, luminoso e sano. Tanti sono i dettagli che contribuiscono a crearlo, e uno di questi è usare fragranze e aromi che facciano bene al corpo e allo spirito. Oggi ti raccontiamo uno dei nostri metodi preferiti per profumare casa: il diffusore di oli essenziali. Ecco quali sono i benefici e quali profumazioni puoi scegliere per la tua casa.

Come usare gli oli essenziali?

L’aromaterapia è quella tecnica che ti aiuta ad alleviare lievi disturbi, creare una sensazione di benessere generale e prenderti cura di te attraverso le proprietà dei profumi e delle essenze ricavate dalla natura. Gli oli essenziali per l’aromaterapia sono essenze pure al 100%, estratte in modo naturale da diversi elementi.

Gli oli essenziali possono essere usati in vari modi: diluiti in creme o altri oli, vaporizzati, versati nell’acqua del bagno o nei termosifoni, inalati, usati direttamente sulla pelle come profumo personale o per un massaggio, oppure, utilizzati negli appositi diffusori per ambienti.

Quale essenza scegliere?

Quando scegli un olio essenziale, oltre al tuo gusto personale, ricordati che ogni essenza ha diverse proprietà benefiche.

Se li utilizzi in camera da letto possono aiutarti a combattere lo stress, favorire il relax, conciliare il sonno o aiutarti a russare di meno. Negli ambienti come il bagno e la cucina, invece, ti aiutano a ridurre i cattivi odori in modo naturale. Nella camera dei bambini e durante il bagnetto puoi diffondere alcuni aromi per conciliare la nanna o un momento di coccole.

Ti elenchiamo le nostre essenze preferite, ma ne esistono moltissime altre: puoi sceglierle facendoti aiutare e consigliare in erboristeria o nei negozi specializzati.

  • Limone: allevia lo stress, è utile contro la nausea e il raffreddore, migliora la concentrazione, regola il sonno, allontana gli insetti;
  • Eucalipto: combattere la tosse, la febbre, previene e cura il raffreddore, purifica l’ambiente;
  • Geranio: utile contro il mal di gola, repellente contro le zanzare, riduce lo stress;
  • Lavanda: allevia il mal di testa e il mal di gola, migliora l’umore, allontana gli insetti, ha proprietà deodoranti per l’ambiente;
  • Menta piperita: utile contro il mal di testa, la tosse e il raffreddore, migliora la concentrazione, è un ottimo repellente contro gli insetti, dà energia e migliora le prestazioni fisiche;
  • Rosmarino: aiuta la digestione, migliora la concentrazione e la memoria, purifica gli ambienti ed è un buon repellente contro gli insetti;
  • Sandalo: combatte il mal di testa, migliora l’autostima e favorisce la meditazione, combatte l’insonnia e riduce lo stress;
  • Rosa: ottima contro le allergie, favorisce la meditazione e migliora l’umore, combatte l’insonnia.

I benefici di un diffusore di oli essenziali

Con un diffusore di oli essenziali, la fragranza viene profusa nell’ambiente; respirare l’olio essenziale è il modo più delicato di assumerne le proprietà e, in genere, non ha controindicazioni. Non da ultimo, diventa un modo naturale per profumare l’ambiente.

In commercio esistono diversi tipi di diffusori di oli essenziali, e oggi ti aiutiamo a scegliere il migliore per te.

Diffusori di oli essenziali: tipologie e caratteristiche

I tipi di diffusori più sicuri ed efficaci per diffondere gli oli essenziali sono tre. Ecco le loro caratteristiche principali:

1. Diffusori a calore

I diffusori a calore, detti anche a candela e conosciuti come brucia essenze, sono composti da un recipiente in ceramica con uno spazio alla base, dove, appunto, si posiziona una candela accesa. Il calore scalda la coppa con l’essenza e genera un fumento che che sprigiona nell’aria l’aroma.

Lo svantaggio di questo metodo è che rischia di bruciare l’olio essenziale, di alterarne le proprietà e inficiarne gli effetti benefici. Se vuoi acquistare un brucia essenze, sappi che, data la capienza del serbatoio, di solito abbastanza piccolo, ha dei tempi di autonomia molto moderati, e quindi dovrai ricaricarlo molto spesso.

2. Diffusori elettrici e a ultrasuoni

I diffusori elettrici sono quelli in cui l’olio essenziali viene mescolato all’acqua, diffondendo l’essenza nebulizzata. Questi diffusori hanno il grande vantaggio della durata: un diffusore elettrico con una capacità di 500 ml ha un’autonomia che va dalle 8 alle 16 ore.

I diffusori a ultrasuoni, invece, hanno un sistema di evaporazione a vibrazione e traggono il meglio dell’essenza senza alterarne le proprietà. Questo sistema ha un altro vantaggio: rende l’aria più umida e ne migliora la respirabilità, purifica l’aria ed elimina gli odori.

Tra i diffusori elettrici e quelli a ultrasuoni esistono anche modelli che cambiano colore e ti permettono di combinare l’aromaterapia con la cromoterapia. Qualche esempio? Il verde favorisce la riflessione e la pace interiore, il blu la calma e la tranquillità e l’arancione migliora l’umore.

3. Diffusori con bastoncini

Il profumatore a bastoncini è una boccetta di vetro di diverse dimensioni in cui sono immersi bastoncini di legno di balsa che si impregnano dell’olio essenziale e lo rilasciano nell’ambiente.  La boccetta va riempita con almeno 20 o 30 gocce di olio essenziale.

Per mantenere la fragranza, i bastoncini vanno capovolti ogni due o tre giorni e cambiati ogni due o tre mesi, perché dopo un po’ si impregnano troppo e non diffondono più la fragranza.

Questi diffusori vanno bene per ambienti piccoli, perché il profumo viene rilasciato molto lentamente nell’ambiente e risulta molto delicato.

Stai già immaginando la tua camera profumata di sandalo, la cucina rinfrescata dal rosmarino e un bagno rilassante alla lavanda? Non ti resta che scegliere il tuo diffusore di oli essenziali! Iscriviti gratuitamente su Westwing: riceverai offerte esclusive per te e per la tua casa.

banner lifestyle