come ricoprire un tavolo rovinato

Chi l’ha detto che un tavolo rovinato non merita una seconda chance? Per rinnovarlo bastano un po’ di manualità e una serie di materiali facilmente reperibili, come vernici colorate e ritagli di giornale. Senza trascurare le opzioni più glamour, come il marmo e i fogli metallici che emanano bagliori preziosi. Scopri come ricoprire un tavolo rovinato: ecco 5 idee per trasformare l’aspetto di un tavolo dal colore anonimo o dalla superficie usurata.

1. Decoupage

Come ricoprire un tavolo rovinato in modo creativo? Affidarsi al decoupage è un’ottima idea per dare libero sfogo alla fantasia. La prima cosa che da fare è procurarsi una selezione di ritagli che rispecchino il tuo stile: le ispirazioni possibili spaziano dai fumetti, all’arte moderna fino ai soggetti botanici e vintage. Mano a mano che crei i ritagli, prova a posizionarli sul tavolo per capire come accostarli (magari, scatta una foto per ricordare come andranno posizionati). Quando la composizione ti soddisfa, mescola la colla vinilica all’acqua e applicala con un pennello. Per quanto riguarda le soluzioni per la finitura, hai più di un’opzione: dalla vernice vetrificante – da stendere con un rullo –, al vetro vero e proprio fino alla plastica autoadesiva trasparente.

2. Laccatura

Cambiare colore a un mobile è un modo semplice ma infallibile per portare una ventata di novità in casa. Immagina, ad esempio, di dipingere di bianco un tavolo in legno scuro, dall’aspetto un po’ pesante e noioso: la trasformazione sarà netta, a fronte di una spesa contenuta. La laccatura fai da te è la versione semplificata del procedimento di laccatura professionale: il risultato può essere ottimo anche utilizzando del semplice smalto brillante ad acqua. Come ridipingere un tavolo rovinato? Dopo aver preparato la superficie – eventualmente con l’uso di una levigatrice –, applica un fondo protettivo opaco su una base realizzata con acqua e colla vinilica. Una volta che si sarà asciugato, aggiungi una o più mani di vernice colorata, aiutandoti con un rullo maneggevole. Per un lavoro a regola d’arte, leviga il legno con la carta abrasiva e con un panno ogni volta che aggiungi uno strato di verniciatura. Più facile del previsto, no?

3. Fogli di metallo

Anche i rivestimenti in metallo per interni possono risultare utili per ricoprire un vecchio tavolo. Che ne pensi, ad esempio, di un ripiano d’oro? Ovviamente non facciamo riferimento al prezioso metallo, ma a una lamina foglia oro che ne imita l’effetto. I fogli di simil oro sono ideali per rivestire i mobili in stile barocco e per impreziosire gli ambienti glamour. In alternativa alla “doratura” del tavolo – disponibile anche in versione rosa oro – puoi optare per una lamina argento o rame. Una volta applicato il rivestimento, per proteggere il tavolo puoi usare una vernice di finitura o una sottile lastra di vetro tagliato a misura. Non è obbligatorio rivestire completamente il tavolo: puoi limitarti alle gambe – una scelta molto azzeccata se si tratta di un mobile di ispirazione rococò – o realizzare delle piccole decorazioni di forma geometrica o floreale. L’ideale, prima di applicare la foglia oro, è stendere il cosiddetto bolo per creare il fondo: un trucco degno di un doratore professionista! 

4. Maioliche

Ami le atmosfere mediterranee e i colori vivaci che richiamano il calore dell’estate? Se è così ti consigliamo di rivestire il tavolo con una composizione di maioliche smaltate. Anche questa soluzione lascia largo spazio alla fantasia: ad esempio puoi rendere omaggio alla tradizione delle ceramiche artistiche puntando sui motivi più tradizionali come gli intrecci di limoni, tralci di vite e frutta mista. Oppure scegliere una decorazione geometrica, creando una fascia intorno al perimetro del tavolo (magari accostata a piastrelle monocromatiche bianche o color cotto). Vale anche l’effetto patchwork realizzato con piastrelle diverse fra loro: otterrai un rivestimento accattivante – specie se abbinato a una base in ferro battuto – e di pratico utilizzo.

5. Top in marmo

Come ricoprire un tavolo rovinato senza sforzo e ottenere un arredo chic? Per valorizzare il mobile ai massimi livelli puoi applicare un ripiano in marmo: tra quelle citate è indubbiamente la scelta più impegnativa a livello di budget, ma anche la più prestigiosa. Una grande lastra lucida in marmo è una soluzione di grande classe, adatta sia agli ambienti in stile classico che alle case moderne. Se pensi che un tavolo di questo tipo sia troppo delicato, non è così: la pietra, infatti, viene appositamente trattata per ridurre la porosità del materiale e per offrire ottime prestazioni idrorepellenti e antimacchia. Oltre al marmo bianco, splendido e luminoso, puoi optare per l’effetto noir, a suo agio soprattutto negli ambienti sobri e minimal: ma anche per il grigio, il beige e il verde, di grande personalità. Un’altra opzione fascinosa è il rivestimento a mosaico, indicato soprattutto per i tavoli da esterno, disponibile in marmo naturale, marmo tecnico o quarzo. Con un ripiano così, scegliere l’arredo  tavola – e apparecchiare – sarà un vero e proprio lusso quotidiano!

Se vuoi cimentarti in altri restauri o ricicli creativi, scopri tutte le nostre guide nella sezione “Fai-da-te“!

Cerchi un tavolo nuovo? Ecco le nostre proposte:

banner guide e consigli