Come pulire il barbecue

L’estate è iniziata e, finalmente, è arrivato il momento di goderci il tempo libero all’aria aperta in compagnia degli amici. Bibite ghiacciate, tramonto, musica… In altre parole, è tempo di grigliata! Ma non è tutto rose e fiori come potrebbe sembrare: per ogni barbecue che si rispetti non è possibile dimenticare l’incombenza della pulizia della griglia. Che si tratti di barbecue in muratura o mobile, la griglia si sporca con residui di cibo, carbone e grasso incrostato, mettendo un po’ in ombra la gioia della serata condivisa. Quindi, come pulire il barbecue? Non serve disperarsi: basta armarsi di un po’ di “olio di gomito” e degli infallibili consigli degli addetti alle pulizie della piattaforma di Helpling per rendere la pulizia del barbecue un gioco da ragazzi!

Come pulire la griglia

Iniziamo subito con 5 suggerimenti per una pulizia profonda della griglia del barbecue. Alcuni rimedi naturali ti stupiranno!

  1. Una tazza di caffè per la lucentezza

    Prepara una tazza di caffè, versatelo in una bacinella con dell’acqua e poi immergi la griglia e gli utensili da barbecue. Lascia tutto in ammollo per circa un’ora, poi strofina e risciacqua con l’acqua tiepida. L’acido del caffè aiuta a sciogliere il grasso e a riportare tutto alla propria naturale lucentezza. Tra l’altro, il caffè per le pulizie di casa è un grande alleato, così come altri prodotti naturali, quali il limone o il bicarbonato.

  2. Mezza cipolla contro il grasso

    Taglia una cipolla a metà e strofinatela sul barbecue caldo prima di iniziare la cottura della carne: con questo semplice accorgimento, sarà più difficile che i residui restino attaccati alla griglia, rendendone più facile la pulitura. Non fare cose avventate: per evitare di scottarti, infilza la cipolla sul forchettone!

  3. Strofinare con aceto e carta di alluminio

    Non hai cipolle di riserva perché le hai usate tutte per l’insalata di pomodori o da mettere negli hamburger? Non preoccuparti: puoi spruzzate dell’aceto sulla griglia al termine della cottura e strofinare il metallo con dei fogli d’alluminio appallottolati. In questo modo riuscirai ad ammorbidire e poi raschiare via lo sporco.

  4. La classica pulizia al naturale

    Per una soluzione senza sorprese, il consiglio migliore è di utilizzare il più classico mix di prodotti naturali: mescola un cucchiaio di bicarbonato e un altro di aceto con un litro di acqua tiepida. Questa miscela è un detergente naturale adatto a diverse superfici e darà risultati assicurati anche per far tornare a splendere la vostra griglia.

  5. Il semplice sapone

    Pulire il barbecue con il sapone di Marsiglia è forse il metodo più utilizzato. Dopo aver cucinato, aspetta che si raffreddi la griglia e, poi, immergila in acqua calda e sapone e lascia agire per un paio d’ore. A questo punto, potrai passare una spugna e asciugare. Per essere sicuro che non restino residui di sapone, basta riscaldare la griglia e chiudere il coperchio, creando un po’ di vapore. Questo eliminerà del tutto l’odore e il sapore di sapone, in modo che non intacchino il cibo la prossima volta che userai il barbecue.

Altri consigli da non dimenticare

Ora che sai come pulire il barbecue a fondo, è bene tenere a mente altri particolari che spesso vengono sottovalutati. Per esempio, come fare per evitare che la griglia si arrugginisca? E come prevenire il troppo odore di fumo mentre si griglia? Ecco 3 consigli da appuntarsi per non dimenticarli!

  1. Evitare la formazione della ruggine. Oltre alla pulizia dal grasso e dai residui di cibo, è necessario ricordarsi di trattare il metallo anche per evitare la formazione della ruggine. Prima di tutto è necessario asciugare sempre bene la griglia dopo il lavaggio. In secondo luogo, è buona norma passarla con un tovagliolo di carta leggermente imbevuto d’olio. Questo accorgimento eviterà che il metallo si arrugginisca, facendo durare la griglia molto di più!
  2. Pulire a fondo il tagliere. Se hai dovuto tagliare la carne cruda prima di metterla a cuocere, è assolutamente essenziale pulire il tagliere a fondo, in modo da essere sicuri di eliminare gli eventuali batteri residui. Come fare? È molto semplice: prima di lavarlo con acqua e detergente, strofinalo con sale e limone. Questi due ingredienti sono un ottimo alleato per eliminare i germi.
  3. Prevenire l’odore di fumo. Ti lasciamo con un ultimo consiglio: se il barbecue è posizionato vicino a una tenda da sole o a delle sedie con cuscini, puoi evitare l’effetto “affumicato” posizionando una spugna imbevuta di aceto bianco vicino alla griglia. Questo aiuterà ad assorbire il fumo ed eviterà che l’odore impregni i tessuti.
Persone che grigliano

Resta solo un punto da non dimenticare: per il barbecue perfetto, la prima regola è avere tempo libero e un valido aiuto per pulire prima e dopo la grigliata. Come si risolve? Basta trovare l’addetto alle pulizie più giusto per la propria casa su Helpling! E se cerchi altri consigli utili per le pulizie di casa, dai un’occhiata alla nostra sezione “Ordine e pulizia“!