Come pulire la doccia

Anche tu sei sempre attenta alla pulizia della doccia? Tra le tante pulizie domestiche quello della doccia è uno dei compiti più difficili che ti lasciano sempre insoddisfatta. I vetri rimangono sempre opachi, gli angoli e le fughe si anneriscono e la rubinetteria non è più brillante come un tempo. In questa guida pratica vogliamo illustrarti come pulire la doccia e mantenerla sempre come nuova, eliminando batteri, muffe, aloni e calcare. Iniziamo questa mission impossible!

Pulire la doccia a fondo: come fare?

Oltre che tanta pazienza e un bel po’ di olio di gomito la pulizia della doccia richiede attenzione a più particolari. Per avere una doccia impeccabile non concentrarti solo sui vetri, ma anche sulla rubinetteria, sul piatto doccia, sulle fughe e sugli angoli. Ogni angolo della doccia si sporca, rimane incrostato dal calcare e si opacizza a causa dell’acqua. Vediamo come fare per far tornare la tua doccia al suo originale splendore senza troppa fatica.

Per prima cosa togli i saponi dalla doccia, spazzole, spugne e libera lo scarico da capelli e sapone in eccesso, risciacquando con acqua calda. Ora prestiamo attenzione a come pulire ogni singola componente della doccia per un effetto wow.

Sbiancare il piatto doccia

Basta un po’ di bicarbonato e aceto per sbiancare e igienizzare il piatto doccia: strofina con una spugna umida e dell’acqua calda concentrandoti negli angoli più insidiosi. Lascia agire questo mix di bicarbonato e aceto e risciacqua abbondantemente direzionando la cornetta della doccia soprattutto sugli angoli. In commercio puoi trovare anche dei prodotti specifici ideali per sgrassare e igienizzare a fondo.

Lucidare il vetro del box doccia

Anche sul vetro del box doccia il semplice aceto bianco può fare miracoli perché ti aiuterà a rimuovere il calcare e a far risplendere le superfici senza lasciare aloni. Lascia agire acqua e aceto sul vetro per circa 15 minuti e poi risciacqua solo con dell’acqua. Un altro rimedio molto efficace è quello di utilizzare un po’ di ammoniaca profumata o diluita in acqua per poi risciacquare tutte le superfici. Se il vetro è troppo incrostato di calcare utilizza dei prodotti specifici.

Pulire le fughe

Le fughe sono sicuramente il punto della doccia che se sporco risalta più all’occhio, ancor prima dei vetri. Nelle fughe si depositano residui di sapone e si accumulano molti batteri: una pulizia profonda è necessaria sia per un aspetto estetico ma anche e soprattutto per l’igiene stessa del tuo bagno. Armati di un vecchio spazzolino e strofina applicando una soluzione di bicarbonato e acqua ossigenata. Grazie a questa miscela lo sporco verrà in superficie e con un getto d’acqua sarai in grado di portarlo via definitivamente.

Togliere il calcare dal soffione

Il soffione è la parte della doccia più esposta ai getti d’acqua e quindi attaccabile dal calcare. Se non pulisci bene il soffione della doccia i forellini da cui esce l’acqua potrebbero chiudersi a causa del calcare e impedire il corretto getto dell’acqua. Se hai un soffione smontabile ti basterà smontarlo e metterlo in una soluzione di acqua e aceto bianco; invece, se il soffione è fisso, puoi legare un sacchetto con acqua e aceto intorno ad esso e lasciare agire questa soluzione per 2h. Nel caso in cui qualche forellino rimanesse ostruito puoi utilizzare un ago per aprirli.

Come pulire la doccia dalla muffa

La muffa è il nemico numero uno di ogni doccia. Le colonie di muffe, dai colori verdognoli o bruniti, crescono in ambienti molto caldi, umidi pertanto la doccia è un luogo ideale per farle proliferare. Anche i tappetini in gomma che hai nella doccia possono essere il posto ideale in cui le muffe vanno a moltiplicarsi.

Il metodo della nonna con aceto e bicarbonato, come abbiamo visto, è un modo classico e naturale per combattere le muffe senza problemi. Strofina l’emulsione ottenuta e lasciala agire per un po’; infine passa un po’ d’acqua per rimuovere il tutto.

Ricordati che per prevenire la muffa è necessario fare attenzione ai ristagni di acqua e asciugare il più possibile le superfici dopo il loro utilizzo.

Ogni quanto pulire la doccia?

Forse non lo sai, ma quando scegli un box doccia puoi chiedere di far applicare al vetro un trattamento anti calcare, utile per prevenire il formarsi di macchie già dai primi utilizzi. Tuttavia, ciò non basta per avere un box sempre splendente: vediamo un paio di consigli per tenerlo pulito e brillante.

  1. Asciuga il vetro della doccia dopo ogni utilizzo: eviterai il formarsi di macchie d’acqua e l’accumulo di calcare. Puoi servirti di una spugna asciutta o di una spatola lavavetri. Lascia aperta la porta del tuo box doccia per far circolare l’aria e permettere l’uscita di vapore e l’asciugatura delle pareti.
  2. Per quanto riguarda la pulizia totale, sarebbe indicato effettuarla almeno una volta a settimana. Se vuoi sentirti più sicura puoi preparare una soluzione di acqua e aceto bianco all’interno di un contenitore spray e usarlo ogni volta che la tua doccia ne ha bisogno. Dopo ogni passaggio di aceto risciacqua e asciuga le superfici con cura.

Suggerimenti per il tuo bagno:

La pulizia della doccia ora non ha più segreti! Se vuoi altri consigli per pulire la tua casa, leggi le nostre guide a tema “Ordine e pulizia“.

banner guide e consigli