Potus pianta

Tra le tantissime piante da appartamento il pothos è una delle più amate e alla portata di tutti in termini di cura e manutenzione. Con le sue foglie verdi e screziate rallegra gli ambienti domestici ed è in grado di decorare la tua casa con discreta eleganza. Grazie alle sue caratteristiche, è una pianta molto facile da tenere in casa, poiché si adatta molto bene a diverse condizioni ambientali tra cui eccessivo caldo, polvere, umidità o mancanza di luce. Insomma, è una pianta che tutti possono coltivare in casa, senza avere un particolare pollice verde. Vediamo insieme le caratteristiche generali della pianta Potus e alcune idee per posizionarla in casa con originalità.

Caratteristiche generali del Pothos

Il pothos deve il suo nome al latino Epipremnum aureum o Scindapsus aureus: è una varietà erbacea rampicante, della famiglia delle Aracee, originaria delle isole del Pacifico. Il pothos cresce nelle foreste pluviali, aggrappandosi sugli alberi, in un clima molto caldo e umido. In natura può arrivare ad altezze molto importanti, arrivando addirittura ai 6 metri e superando gli alberi su cui si arrampica per arrivare ad avere maggiore quantità di luce.

Le foglie sono ovali o cuoriformi, lucide, un po’ spesse ma soprattutto di un bel verde lucente e vivace; i rami sono le radici aeree della pianta che le permettono di crescere su qualsiasi sostegno come tutte le piante rampicanti.

Esistono circa 40 tipologie di pianta di potus, che variano per il colore delle foglie dal verde scuro a quello più chiaro e con screziature dal bianco al giallo crema. Il pothos aureus è il più diffuso ed è quello che generalmente viene identificato come potos vero e proprio, poi tra le altre tipologie ricordiamo anche l’epipremnum pinnatum con foglie screziate e variegate.

In inverno puoi tenerla in casa perché non sopporta bene il freddo pungente, ma in primavera puoi spostarla in balcone o giardino per esporla al caldo e all’umidità. Essendo una pianta molto resistente si adatta bene ai vari ambienti e cresce molto velocemente.

Come coltivare il Potus in appartamento

Ora che ti abbiamo fornito queste nozioni sulla pianta di potus, andiamo a vedere insieme come coltivarla in casa e di cosa ha bisogno.

  1. Luce

    Se non sai dove posizionare il tuo nuovo pothos, sappi che il posto giusto è dove riceverà luce molto intensa, ma mai diretta. Scegli quindi un angolo di casa in cui ci sia della luce filtrata per avere un potus dalle foglie sane e vivaci.

  2. Temperatura

    Il pothos vive bene con una temperatura ideale che si attesta intorno ai 18°-25° e un’umidità di almeno il 60%: per questo esponilo in balcone o in giardino dai mesi primaverili fino a tutta l’estate.

  3. Terriccio e concimazione

    Poni a dimora il tuo potos in un vaso non troppo grande con del terriccio universale. Da marzo a settembre nutri la pianta con del concime per piante verdi ogni 15 giorni circa, mentre da ottobre a marzo puoi rallentare la concimazione limitandola ad una sola volta al mese.

  4. Innaffiatura

    Annaffia con regolarità e aspetta che la terra sia asciutta prima della prossima innaffiatura; la pianta di potus, come tante altre piante da interno, mal sopporta gli eccessi di acqua e i ristagni sulle radici. Un buon modo per innaffiarlo è attraverso l’immersione del vaso e nebulizzazioni di acqua sulle foglie per aumentarne l’umidità. Se in estate hai intenzione di metterlo all’esterno, cerca di creare la giusta condizione di umidità sulla pianta e intorno ad essa.

  5. Rinvaso

    Se hai la necessità di effettuare un rinvaso per la tua pianta, il periodo migliore è tra febbraio e marzo ma in linea generale puoi comunque farla in tutte le stagioni senza alcuna ripercussione sulla sua crescita.

  6. Pulizia

    Il pothos non ha bisogno di particolari cure, come abbiamo detto. Puoi tagliare e accorciare le liane di circa 1/3 della loro lunghezza alla fine dell’inverno, e praticare delle cimature durante il periodo vegetativo quindi l’inverno per stimolarne la crescita. Pulisci le foglie di tanto in tanto, con un panno umido, per togliere quel leggero strato di polvere.

Suggerimenti:

Idee per decorare casa con la pianta di Potus

Come abbiamo detto finora, per natura il potus è una pianta che nasce per arrampicarsi su altre piante o alberi in ambienti umidi. Per ricreare un po’ il suo habitat naturale puoi comprare dei supporti in plastica, ricoprirli di muschio o spugna e lasciare che la pianta si possa avvolgere liberamente e creare una cascata di foglie verdi.

Puoi fissarla anche con del fil di ferro e della rafia e creare delle composizioni davanti a una finestra che scendano direttamente dal soffitto o nella zona della cucina.

Un’altra idea per decorare la tua casa con questa meravigliosa pianta da appartamento è posizionarla sopra a delle mensole o una libreria e dare quel colpo d’occhio di colore che spezzi con il resto.

Se ami le piante anche in bagno, il pothos grazie all’umidità ti ringrazierà e ti regalerà un angolo verde anche in questa stanza. Libero sfogo alla fantasia!

Hai bisogno di altre idee per decorare la casa con le piante? Segui le nostre guide in “Piante da interno“, troverai tanti consigli utili!

banner guide e consigli