Armocromia inverno

In Italia e in altre parti d’Europa, la stagione inverno in armocromia è molto comune, e comprende persone che hanno sottotono freddo e contrasto alto. Può essere confusa con l’autunno, ma per fugare ogni dubbio sulle differenze tra le due stagioni eccoci con la guida alla stagione inverno in armocromia. Fai parte di questo tipo cromatico? Leggi quali sono le quattro sottocategorie e quali colori usare come alleati del tuo guardaroba!

Stagione inverno: tutte le caratteristiche

La stagione inverno è la più diffusa alle nostre latitudini e le sue caratteristiche principali sono sottotono freddo e contrasto alto. Gli occhi della persona inverno possono essere castani, neri, verdi, o blu intenso. I capelli vanno dal castano al nero corvino, e di solito sono privi di sfumature calde. Il sovrattono tende in alternativa al rosa o all’olivastro. Se sei un tipo inverno fai fatica ad abbronzarti, tendi a scottarti e perdi facilmente l’abbronzatura.

L’inverno dell’armocromia può essere confuso con l’autunno, ma le due cose a cui stare attenti per distinguerne le differenze sono il sottotono e il sovrattono. Il sottotono autunno è caldo, mentre abbiamo visto che l’inverno ha sottotono freddo. Il sovrattono nell’autunno, invece, è tendente al giallo, mentre l’inverno è rosato o olivastro.

La palette di colori più adatti per l’inverno

Come le altre palette dell’armocromia, anche l’inverno ha i suoi neutri che fanno da base per ogni guardaroba. Nel caso dell’inverno puoi partire da una base di bianco ottico, rosa nude, grigio, blu o nero. I tipi cromatici “invernali” vengono valorizzati dai colori freddi, scuri, brillanti e profondi: scegli un colore d’accento per illuminare la palette neutra. Tra tutti, quelli che ti valorizzano di più sono i rossi freddi, dal borgogna al rosso ciliegia, il bordeaux e il rosso fuoco, ma anche il fucsia, il giallo limone, l’indaco, il blu elettrico.

Questi colori t’ispirano anche se non pensi di rientrare nell’inverno? Potresti usarli per arredare casa! Usare l’armocromia nell’interior design è molto divertente e in questo caso puoi scegliere toni scuri ma brillanti. La palette invernale, molto adatta agli stili moderni e minimali con un tocco pop, ha una base neutra (grigio o tortora) a cui puoi abbinare il bianco ottico o il nero, oppure un tocco di colore, proprio come nel guardaroba: fucsia, giallo limone o blu elettrico.

Suggerimenti per usare la palette inverno in casa:

Le 4 tipologie

In base al colore di occhi, capelli e incarnato, le persone inverno si dividono in ulteriori quattro categorie, e per ognuna c’è una caratteristica dominante, che emerge subito rispetto alle altre, tranne nel caso dell’Inverno cosiddetto “assoluto”. Vediamo nello specifico le quattro sottocategorie dell’inverno e, più nel dettaglio, i colori che valorizzano ogni tipo cromatico.

True Winter

L’inverno assoluto presenta tutte le caratteristiche di cui abbiamo parlato in equilibrio tra loro: sottofondo freddo, contrasti alti e valore scuro. La pelle di chi rientra in questa categoria è particolarmente chiara, i capelli molto scuri e gli occhi brillanti e profondi. Se rientri in questa categoria, i tuoi colori amici sono tutti quelli molto brillanti e freddi.

Un’idea? L’optical in bianco e nero è un must have, a cui abbinare accessori argentati. Il rossetto e gli accessori rossi, nelle tonalità più fredde, sono davvero perfetti per completare il look “True Winter”.

Deep Winter

La caratteristica dominante di chi rientra nella categoria inverno profondo è il valore molto scuro, e per questo troviamo le persone con occhi o incarnati molto scuri, con un contrasto tra pelle e capelli molto basso.

Se fai parte anche tu del “Deep Winter” i tuoi alleati sono i rossi intensi, il verde bosco e l’ottanio, il nero e il blu notte. Potrebbero penalizzarti, invece, i neutri come il beige e il cipria, così come il color salmone e il corallo.

Cool Winter

Il nome dice tutto su quale sia la dominante di questa categoria, che è il sottogruppo più freddo di tutto l’inverno, oltre che avere una bassa intensità di incarnato, capelli e occhi. Il primo va da medio a molto chiaro, gli occhi vanno dal marrone al grigio passando per il verde, e i capelli sono di solito castani medio-chiari. Questa categoria si può confondere con l’estate fredda, ma qui i colori sono in generale più profondi.

La palette adatta al “Cool Winter” è formata dai blu freddi, l’argento, il viola e il prugna. Da evitare, invece, i gialli in genere, l’ocra e i colori caldi come il cammello e il mattone.

Bright Winter

Questo sottogruppo è caratterizzato dalla brillantezza di occhi e capelli, e un contrasto alto tra occhi chiari, capelli scuri e incarnato di porcellana. Gli occhi possono essere azzurri, verdi o blu, i capelli castani, da medi a scuri, o neri.

Se fai parte del “Bright Winter” usa colori freddi e brillanti, come il fucsia, il verde smeraldo, il blu elettrico, il rubino. Evita, invece, i colori che ti spengono, come il verde militare, il verde oliva, il marrone, il grigio polvere.

L’armocromia ti dà delle dritte utili non solo per rinnovare il guardaroba e valorizzarti, ma anche per arredare in modo armonico e piacevole. Parti dalla nostra guida all’armocromia per iniziare un viaggio nei colori più adatti a te e alla tua casa, e scopri altri consigli di bellezza nella nostra sezione “Beauty“.

banner guide e consigli