armocromia primavera

Delle quattro stagioni dell’armocromia, la primavera è quella che vanta più colori alleati. Comprende tipi cromatici caldi e molto radiosi e che stanno bene con tonalità pescate sia dal guardaroba dell’Inverno che da quello dell’autunno. Vuoi scoprire se fai parte di questa categoria? Leggi la nostra guida alla primavera nell’armocromia.

Le caratteristiche della stagione primavera

La primavera in armocromia è la stagione più invidiata per il sottotono caldo e l’intensità alta che spicca sul resto, perché dona una naturale radiosità alle persone che rientrano in questa categoria. Le altre caratteristiche della primavera sono il valore chiaro e il contrasto alto.
L’incarnato di chi fa parte della primavera è chiaro e luminoso, con sottotono giallo e spesso spruzzato di lentiggini. Sono persone che si abbronzano facilmente con un bel colore dorato.

Il trucco per trovare facilmente una Primavera è guadarla negli occhi: a differenza delle altre stagioni, l’iride della primavera ha caratteristiche peculiari. Gli occhi sono molto brillanti e trasparenti, di colori che vanno dal verde all’azzurro all’ambra. Se invece sono più scuri e intensi, siamo probabilmente di fronte a un autunno. I capelli di questa categoria sono di solito color miele o rossi, oppure, in alcuni casi, anche castano chiaro o biondo scuro. Con l’Autunno, la Primavera ha in comune il sottotono caldo, ma la differenza sta nell’intensità, che qui è molto più alta.

La palette di colori per la primavera in armocromia

Se fai parte della stagione primavera hai la fortuna di poter usare moltissimi colori senza avere paura di sbagliare. Le uniche eccezioni a cui stare attenti sono il grigio, il blu scuro e il nero, che spengono la naturale brillantezza della primavera. Piuttosto del nero preferisci un color cioccolato o cognac.

La palette dei neutri comprende colori caldi e chiari, come alcune tonalità di tortora, il color cammello, il beige dorato e il Terra di Siena. I colori più adatti a valorizzare questo tipo cromatico sono caldi, accesi e fluo, come il rosso puro, anche in tonalità tendenti all’arancione, il corallo e il pesca, il vinaccia e il color fragola. Tra gli azzurri e il blu, usa celesti intensi, turchesi brillanti e blu cobalto.

Ti piace questa palette? Secondo noi è perfetta da utilizzare anche nell’arredamento di casa! Soprattutto se ami gli stili classici e il vintage e hai un’anima retro, i colori della primavera sono perfetti per te. La base sarà neutra, il materiale perfetto per i mobili è il legno chiaro, e poi per i colori d’accento puoi virare verso i caldi colori del tramonto, oppure scegliere le sfumature del blu per un tocco mediterraneo e molto fresco.

I nostri suggerimenti per arredi in perfetta palette primavera:

I 4 sottogruppi

La particolarità della primavera è quella di avere colori alleati anche nelle palette delle altre stagioni, come i colori pastello più caldi, normalmente tipici dell’autunno, e quelli più brillanti, più tipici dell’inverno. Sulla base della caratteristica dominante, poi, abbiamo le tre sottocategorie della primavera: chiara, calda o brillante. Se nessuna delle caratteristiche prevale sulle altre, siamo davanti a una primavera assoluta. Vediamo insieme i quattro sottogruppi.

True Spring

Come dicevamo, abbiamo una primavera assoluta se tutte le caratteristiche della stagione sono in equilibrio tra loro: sottotono caldo, valore chiaro, intensità e contrasto alti, senza che nessuna prevalga sulle altre. I colori perfetti sono accesi e fluo, vivaci e caldi, scaldati da una nota di giallo e rosso.

Light Spring

Nella primavera chiara, come dice il nome, il mix tra incarnato, occhi e capelli è molto chiaro. La pelle di chi è “Light Spring” è delicata e trasparente, gli occhi sono molto chiari e i capelli sono di solito di un biondo molto chiaro. Gli alleati per chi rientra in questa categoria sono delicati e poco intensi, come verde e giallo chiaro, turchese, albicocca. Da evitare, invece, colori cupi e saturi, così come il nero.

Warm Spring

La dominante di chi è “Warm Spring” è il calore, e in questa sottocategoria abbiamo tipi cromatici dalle sfumature calde come i capelli rossi o le lentiggini. È una categoria vicina all’autunno caldo e per questo è valorizzata dai toni del beige, cammello e bronzo. In abbinamento puoi scaldare il guardaroba con toni di rosso, arancione, giallo e turchese.

Bright Spring

La primavera brillante è caratterizzata dai toni tipici della stagione, con in più una brillantezza naturale molto accentuata nel colore degli occhi: verdi o azzurri, non solo chiari come le altre categorie, ma incastonati come gemme preziose. Se rientri in questa categoria scegli colori brillanti e caldi; rosso acceso, fucsia, blu cobaldo e verde lime. È l’unica categoria in cui il nero non spegne l’incarnato, ma usato sempre con parsimonia. Meglio evitare anche i colori pastello.

Se non hai ancora capito di quale stagione fai parte, fai prima un ripasso generale dell’armocromia. Abbiamo scritto una guida generale che può tornarti utile per iniziare a capire come rivoluzionare il guardaroba grazie alla scienza dei colori! Per altri consigli di bellezza, invece, visita la nostra sezione “Beauty“.

banner guide e consigli