08.03.2021 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale

portrait rosaria arscity

Rosaria Carvelli si laurea in architettura nel 2010, lo stesso anno decide di aprire Arscity.com, un blog di interior design, un luogo virtuale dove poter raccogliere oggetti di design e complementi d’arredo insoliti e originali. Oggi unisce al lavoro di progettista di interni quello di design blogger, ed è sempre alla ricerca di nuove idee, tendenze, prodotti, per aiutare le persona a personalizzare la propria casa e fornire consigli pratici per viverla ogni giorno al meglio.

Immagini e parole che raccontano Rosaria di Arscity

In tre parole, Rosaria di arscity.com è…

Curiosa, osservatrice, resiliente.

arscity.com racconta di…

In questi anni il blog è cresciuto molto ed è cambiato, ma rimane ancora un posto dove si parla di design, arredamento e di creatività in generale. Un blog dove si possono trovare consigli utili per la propria casa e scoprire insieme novità interessanti. Mi piace conoscere brand, artigiani, prodotti di design originali e poco noti, e condividerli con tutti quelli che vogliono migliorare la loro vita progettando ambienti che parlino di loro e che non si accontentano di scelte impersonali e banali.

5 domande a Rosaria di Arscity

Perché hai deciso di aprire un blog?

Ho aperto il blog nel 2010 dopo essermi laureata in architettura. A quel tempo era un po’ sfiduciata perché non riuscivo a trovare la mia strada e le proposte di lavoro non erano in linea con quello che volevo davvero fare. Avevo già iniziato a scrivere alcuni articoli su arredamento e design per un sito online, e decisi di creare un mio spazio personale dove poter raccontare quello che volevo. Arscity.com nasce come una sorta di taccuino da viaggio dove poter raccogliere tutte le novità di design e i complementi d’arredo che trovavo in giro e che volevo far conoscere a più persone possibili. All’epoca c’erano ancora pochi blog di arredamento italiani, i più famosi erano soprattutto stranieri, e mi piaceva l’idea di realizzare un blog di interior che parlasse italiano e che mostrasse le unicità del made in Italy.

Come descriveresti il tuo stile?

Colorato, ricercato e sicuramente non minimale. Mi piacciono gli oggetti, i complementi d’arredo, gli accessori: la casa deve parlare di noi, rispecchiare la nostra personalità e parlare delle nostre passioni, e questo è possibile grazie alla scelta di tutto quello che ci sta intorno. 

Dove cerchi ispirazione per il tuo blog?

L’ispirazione può arrivare da qualsiasi cosa. Sono molto curiosa e leggo davvero di tutto: l’idea può arrivare da una rivista di architettura, da un blog di lifestyle, da una serie tv. I social, soprattutto Instagram e Pinterest, forniscono una grandissima varietà di informazioni, è facile scovare nuovi brand o artisti locali, bisogna solo avere il giusto occhio e molto tempo per le ricerche. Anche se devo ammettere che i post più apprezzati sono quelli che nascono in risposta a dalle richieste dei miei clienti. Parlando con loro e stando attenta alle loro domande frequenti, mi accorgo di quali sono gli argomenti e i prodotti che davvero possono essere utili e interessanti in quel momento.

Qual è stata la tua esperienza più bella legata al blog?

Devo dire che sono tante le piccole soddisfazioni che nel corso degli anni il blog di Arscity è riuscito a darmi. Mi ha permesso di andare in giro per eventi e fiere del settore, conoscere aziende, designer e scoprire nuovi prodotti.  L’esperienza che ricordo con più affetto ed emozione è stata la premiazione di uno dei primi concorsi italiani per blogger che raccontavano la casa: finalmente anche nel nostro Paese cominciavano ad essere presi in considerazione i blog di interior design, ed è stata l’occasione per incontrare altri blogger e esperti del settore.

Che consigli daresti a una persona che vuole aprire il suo blog oggi?

Intanto comincerei dicendogli che ha fatto la scelta giusta. Penso che avere un blog sia ancora oggi molto importante, offre la possibilità di avere un luogo completamente nostro, da personalizzare come vogliamo e che a differenza dei vari social, non deve sottostare ai cambiamenti degli algoritmi o a logiche commerciali dettate da altri. Un blog ha bisogno di molte cure e attenzione, fondamentale quindi scegliere argomenti e stili che davvero ci piacciono ed appassionano, se no rischiamo di mollare tutto alle prime difficoltà. Fatevi un piano di azione, cosa pubblicare, quando e soprattutto perchè: unite l’organizzazione ad una buona dose di improvvisazione, non aspettate che tutto sia perfetto, ma buttatevi, osate e divertitevi.

Curioso di conoscere altri blogger del settore design e arredamento? Visita la nostra sezione “Interior lovers” per leggere tutte le interviste!

banner tendenze