Bagno lavanderia

Il bagno lavanderia è indubbiamente fra le stanze più utili della casa: se le dimensioni sono ridotte, tuttavia, organizzare vani, spazi ed accessori diventa una sfida al centimetro. Tutti sognano una lavanderia con stireria e guardaroba, dotata di ampio spazio per muoversi agilmente e mantenere tutto in ordine. Se i metri quadri scarseggiano, la soluzione c’è: ricorrere agli arredi salvaspazio per attrezzare in modo efficiente – e senza troppe rinunce – la lavanderia. Ecco qualche suggerimento.

Valutare lo spazio a disposizione

Oltre a valutare la dimensione del bagno, presta attenzione anche alla sua forma. La conformazione della stanza, infatti, può complicare la gestione dei metri quadri: vediamo come sfruttare la planimetria a tuo vantaggio.

Bagno rettangolare

A meno di avere due bagni separati a disposizione, dovrai per forza far entrare tutto in una stanza. Anche se il bagno è stretto e lungo: in questo caso puoi sfruttare le due pareti per posizionare, su un lato, il lavatoio e gli altri elettrodomestici, e un armadio a muro – dotato, magari, di contenitori estraibili – su quello opposto.

Bagno quadrato

Se il bagno ha la pianta quadrata, può essere utile separare la zona wc dall’antibagno, servendosi ad esempio di una una parete divisoria in cartongesso. Un vincolo importante per organizzare la stanza, ovviamente, è rappresentato dalla posizione della doccia, dei sanitari e della finestra (sempre che non si tratti di un bagno cieco).

Soluzioni salvaspazio per un bagno piccolo

Se il bagno lavanderia è piccolo, trovare la posizione giusta per il lavatoio, la lavatrice e l’eventuale asciugatrice può risultare complicato. Spesso, per attrezzare di tutto punto una lavanderia piccola basta ingegnarsi un po’: ecco le idee salvaspazio per “risolvere” un bagno di dimensioni ridotte.

1. Lavanderia a colonna

Gli elettrodomestici, in alternativa, possono essere inseriti all’interno di un mobile a colonna con anta battente: così facendo potrai sfruttare la verticalità e ridurre al minimo l’impatto estetico. Oltre a “impilare” la lavastoviglie e l’asciugatrice – ricorrendo agli appositi kit –, puoi inserire una lavasciuga ed eventuali ripiani per organizzare tutto ciò che ti serve.

2. Lavanderia incassata

Un’altra opzione gettonata per il bagno lavanderia piccolo è incassare gli elettromestici in un vano o  in un contenitore su misura. La lavatrice, ad esempio, può essere posizionata sotto una mensola con funzione di ripiano: oppure, all’interno di una nicchia delimitata da una colonna. Soluzioni di questo tipo possono essere previste in fase progettuale – anche in muratura – o allestite in un secondo momento con elementi in legno, cartongesso e altri materiali.

3. Lavanderia nascosta

Per mantenere l’ambiente ordinato – a dispetto della metratura contenuta – è possibile mascherare la lavanderia. A questo scopo puoi ricorrere alle porte a soffietto e alle ante scorrevoli: ad esempio, posizionando la lavatrice di fianco al lavabo e dotando il mobile di un’anta a scomparsa, in modo da nascondere l’elettrodomestico quando non lo usi.

Idee utili per uno spazio grande

Chi ha a disposizione un bagno lavanderia di grandi dimensioni può concedersi qualche “lusso” in più: vediamo come approfittare di questo vantaggio e come organizzare le diverse zone.

1. Angolo stireria

A differenza delle stanze microscopiche, un bagno più ampio consente di creare spazi specifici per le operazioni di lavaggio e stiratura e di muoversi più liberamente. Avere una postazione fissa per il ferro da stiro, ad esempio, è una bella comodità che semplifica i “ritocchi” last minute, come la stiratura di colletti e polsini. Spostare continuamente l’asse da stiro può essere faticoso: avendone la possibilità, è meglio allinearlo a una parete o approfittare delle assi estraibili, garanzia di praticità anche per gli spazi contenuti.

2. Barre porta abiti

Un bagno lavanderia piccolo può diventare un luogo piuttosto caotico, con soluzioni improvvisate per organizzare ciò che serve. Pensiamo, ad esempio, alle grucce appoggiate al termoarredo per appendere abiti e camicie, in bella mostra fra accappatoi e asciugamani. Dal punto di vista estetico, non è proprio il massimo: potendolo fare, meglio prevedere uno stand appendiabiti con barre regolabili. Eventualmente le aste possono essere collocate sopra la lavatrice per creare spazio aggiuntivo.

3. Armadi lavanderia

Accessori come scope, secchi per il mocio e attrezzi vari per la pulizia non sono particolarmente belli da vedere. L’ideale è disporre di uno spazio dove riporli in maniera ordinata dopo ogni utilizzo. Anziché ricorrere allo sgabuzzino in corridoio (o, magari, alla sala caldaia) è preferibile tenerli a portata di mano. Per gli oggetti più piccoli – come spugne e detersivi – puoi affidarti al classico mobile lavatoio con lavabo incorporato. Se la metratura lo consente, la cosa migliore è installare un armadio componibile dotato di ganci portascope, mensole e ripiani da organizzare in base alle esigenze.

Come illuminare un bagno lavanderia

Rispetto ad altre stanze della casa, il bagno lavanderia riceve spesso poche attenzioni dal punto di vista dell’illuminazione. Prendersi cura della biancheria in condizioni di scarsa luminosità, però, non è piacevole, così come non lo è stirare in penombra o inciampare sul cesto dei panni uscendo dalla doccia. Per muoverti in sicurezza e rendere la lavanderia più funzionale, puoi affiancare alle classiche plafoniere – o lampade da soffitto – barre luminose led, specchi con illuminazione e faretti orientabili.

Suggerimenti:

Il bagno può soddisfare esigenze diverse: da un’oasi di relax ad un’area funzionale. Scopri come dare un nuovo look a questo ambiente grazie alla nostra sezione dedicata, dove troverai consigli utili e idee originali.

Gli indispensabili per il tuo bagno lavanderia: