Come disporre i quadri in un corridoio

Capita spesso di considerare quadri e cornici come elementi secondari dell’arredo. Tuttavia, se utilizzati in modo furbo possono essere la ciliegina sulla torta di qualsiasi casa. Riuscire a creare composizioni di fotografie e quadri ben studiate rende ogni parete unica, e scegliendo cornici di design si può dare vita a qualcosa di davvero speciale. In questa guida ti vogliamo aiutare a capire come disporre i quadri in un corridoio, area di passaggio della casa da non trascurare. Le regole fondamentali? Armonia e accoglienza, ricreabili anche attraverso l’utilizzo di decorazioni da parete come quadri e fotografie, appunto.

Consigli su come appendere i quadri

Per capire come disporre i quadri in un corridoio, il primo elemento da valutare è proprio la parete sulla quale andranno appese le cornici. Quanto è grande? È illuminata? Che forma ha? Il consiglio generale è di evitare di sovraccaricare le pareti. I corridoi, sotto certi aspetti, sono spazi stretti in cui filtra poca luce naturale. Basta poco per trasmettere un senso di oppressione! Quindi, è molto importante non creare confusione riempiendo le pareti con troppi elementi, senza seguire una logica.

Va da sé che bisogna pensare a un progetto in sintonia con lo spazio a disposizione, valutando bene anche il design generale della casa. Per aiutarti nell’impresa, prendi un foglio di carta a quadretti e disegna in scala la parete. Segna con piccole crocette i punti dove andranno i chiodi, e poi disegna il rettangolo della cornice. Così facendo puoi vedere già su carta l’effetto finale, e farti un’idea più completa.

A questo punto, non ti resta che scegliere cosa appendere. Se vuoi optare per una composizione con più cornici, fai attenzione che le immagini abbiano un filo conduttore. Se in spazi più ampi puoi sbizzarrirti con colori e immagini diverse tra loro, in un’area ristretta come il corridoio è importante dare continuità cromatica e tematica. Questa piccola accortezza aiuta a mantenere l’ambiente lineare e accogliente.

I colori scelti dovranno entrare in perfetta sintonia con le nuance delle pareti. Essendo l’ingresso uno spazio dalle dimensioni ridotte evita di optare per fotografie con numerosi colori che potrebbero creare caos all’interno di un ambiente che necessita di linearità ed essenzialità nelle forme. L’esuberanza di certe immagini è preferibile all’interno di un salotto o di una cameretta, in quanto potrà essere attenuata e bilanciata dalla presenza degli altri complementi d’arredo.

Composizione di quadri per il corridoio

Una della regole principali quando si vogliono appendere quadri in un corridoio è la seguente: la simmetria crea armonia. La disposizione dei quadri deve seguire sempre un disegno geometrico. Puoi sbizzarrirti tra numerose tipologie di composizioni: da un’ordinata linea orizzontale con cornici di dimensioni uguali, a una composizione mista con un’alternanza di dimensioni e colori. Qualunque composizione tu scelga, riuscirai a dare personalità al tuo corridoio in poche e semplici mosse.

Su pareti dalle tonalità tenui puoi creare interessanti punti focali, utilizzando cornici e stampe a contrasto. Attenzione però alla scelta dello stile: fai in modo che sia in linea con il resto dei complementi d’arredo, per non creare confusione e disordine ottico. Qualche esempio? Se la tua casa ha un look minimal, punta a cornici dalle linee pulite e semplici; se preferisci uno stile classico, via libera alle cornici in legno invecchiato; e ancora, se lo stile della tua dimora è vintage, punta su qualcosa di elaborato dal look shabby chic.

Se hai a disposizione un corridoio lungo e stretto, puoi provare a ricreare un effetto museo: crea nicchie in cartongesso, all’interno delle quali inserire i quadri o le stampe. Colloca sopra ogni opera un faretto, per far risaltare il disegno e illuminare l’ambiente.

Per finire, ti diamo un consiglio che puoi esserti utile se hai un corridoio stretto e lungo. Oltre a quadri e foto, inserisci nella tua composizione anche degli specchi: sono ottimi alleati per ampliare otticamente lo spazio, ma anche per portare più luminosità all’ambiente. E poi, sono utili per una controllatina al look in ogni momento della giornata!

Suggerimenti:

Trucchetti per riempire le pareti del corridoio

Per disporre i quadri in un corridoio, non sei obbligato a forare il muro tante volte quante sono le cornici che vuoi appendere. Nelle case moderne sono ormai sempre più in voga le mensole porta cornici. Si tratta di semplici mensole con un incavo sulla superficie, utile per appoggiare le cornici dei tuoi quadri. In questo modo, potrai spostarli ogni volta che vuoi senza forare di nuovo il muro ogni volta!

In alternativa potresti anche seguire l’esempio di alcune gallerie d’arte. Al posto di appendere i quadri alle pareti, sfrutta dei cavi fissati al soffitto. In questo modo puoi variare le immagini a seconda dei tuoi gusti e decidere di volta in volta anche a quale altezza disporle.

Per concludere, un consiglio creativo. Se le pareti del corridoio sono dipinte con tonalità accese o vivaci, può non essere facile trovare quadri e stampe che si possano abbinare. Una soluzione alternativa è quella di riprodurre un effetto riempimento disponendo sulla parete esclusivamente le cornici. Prova a immaginare una cornice di design che incornicia una parte del tuo muro colorato: di sicuro non passerà inosservata!

Suggerimenti:

Cerchi altri consigli per rinnovare il corridoio? Leggi la nostra guida “Come arredare un corridoio” e lasciati ispirare!

banner arredamento