Comò antico di antiquariato in camera da letto

Hai un comò, una cassettiera o un tavolo di famiglia, ma non sai come inserirli nelle varie stanze? I mobili antichi irradiano tutto il fascino del passato e riescono a valorizzare persino le case super moderne grazie a un inconfondibile tocco vintage. Prendi spunto dai consigli dei nostri esperti di home décor e trova il tuo stile personale. Se preferisci dare un nuovo look all’arredamento antico, cimentati con qualche piccolo lavoretto artigianale. Vedrai che magia!

Arrendamento antico: tanti stili diversi

Se ti piacciono gli stili di arredamento che si ispirano al passato, come lo shabby chic e il country, allora i mobili d’epoca non possono proprio mancare nella tua casa. Non sottovalutare la bellezza dell’arredamento antico: bastano pochi pezzi unici per vivacizzare persino una casa minimalista e molto moderna.

Prima di iniziare, valuta gli spazi e quello che è già presente in ogni stanza. Una delle cose da prendere in considerazione è proprio il colore degli interni, che deve rispecchiare lo stile scelto. L’antico di norma predilige le pareti in bianco, avorio o beige, ma puoi inserire anche un po’ di colore, come l’ocra e il bordeaux. Presta attenzione alle finiture già presenti, come porte e persiane, e assicurati che i mobili antichi siano in armonia cromatica con tonalità e materiali.

Non dimenticare l’illuminazione. Le fonti luminose da privilegiare sono i lampadari in vetro o in bronzo dorato, le applique e le abat-jour tradizionali. In una casa moderna, una scelta perfetta potrebbe essere anche quella di un comò vintage su cui posare una lampada di design dalle linee contemporanee.

Consigli per arredare con mobili antichi

Se vuoi personalizzare la tua casa, l’arredamento antico potrebbe essere proprio quello che cerchi. Intramontabile ed eterno, riesce a ispirare l’eleganza moderna, aggiungendo un pizzico di unicità. Ecco qualche consiglio per scegliere il mobile antico perfetto per te.

  • Hai una vecchia cornice decorata in cantina? Valorizzala abbinando una stampa o un quadro contemporaneo. Puoi anche decidere di verniciarla nel colore che preferisci, come ad esempio in bianco o in nero.
  • Per l’ingresso, il corridoio o una parete vuota, prova a considerare una consolle d’antiquariato, su cui appoggiare un vaso di fiori, un vuotatasche e qualche candela.
  • Anche i vecchi specchi da parete possono essere perfettamente integrati nell’arredamento della tua casa. Crea una zona trucco, aggiungendo un tavolino e un pouf.
  • Dai vita a un’area per lo studio o il lavoro grazie a un secrétaire. Si tratta di un tradizionale scrittoio in legno, con la pratica ribalta, ideale per rendere stilosi i momenti in cui la concentrazione è al massimo.

Come usare i mobili antichi nelle varie stanze

Per ogni camera e ambiente della casa c’è un mobile antico giusto, basta imparare a guardarsi in giro e fidarsi del proprio gusto personale. Lasciati ispirare dai consigli dei nostri esperti e trova quello che fa per te!

Camera da letto

La camera da letto è il luogo nel quale si trascorre la parte più piacevole della propria giornata, spesso dopo una lunga giornata di lavoro. Arredarla in maniera confortevole è quindi molto importante. Se ti piace lo stile antico, sopra i comodini usa delle applique in bronzo. L’idea in più per una zona notte originale? Posiziona un antico baule in legno dentro al quale conservare cuscini e coperte.

Corridoio

L’ingresso è una delle parti più importanti visto che è il biglietto da visita della casa. La luce dovrà essere calda e preferibilmente soffusa: usa un lampadario antico in cristallo, a cui abbinare una consolle in legno, valorizzata da vasi in vetro o ceramica scovati al mercatino delle pulci.

Sala da pranzo

La sala da pranzo era, in passato, la stanza nella quale gli ospiti venivano accolti e dove si poteva fare conversazione. Bisogna quindi arredarla con gusto e attenzione ai dettagli: tavolo e sedie in legno, in stile francese dell’Ottocento o in un rustico primo Novecento, sapranno infondere il giusto calore.

Cucina

Come pezzo chiave scegli un buffet, il classico mobile antico in cui conservare quello che non ti serve. Ti offrirà tutto lo spazio extra di cui hai bisogno per tovaglie, bicchieri, piatti e molto altro ancora, oltre ad arredare con gusto la cucina. Tra gli arredi d’epoca che puoi considerare ci sono le vetrinette in legno e vetro, i tavoli e ovviamente le sedie.

Una nuova vita ai mobili antichi

Il bello dei mobili antichi è che si prestano a meraviglia al motto dei nostri giorni: riduci, riusa, ricicla. Se hai un tavolo, un cassettone o una cornice in soffitta, meglio ancora se raccontano una storia di famiglia, è il momento giusto per un piccolo make-over.

Per restaurare i tuoi pezzi in completa autonomia, ti serviranno alcuni materiali:

  • Carta vetrata
  • Vernice
  • Cera
  • Pennello
  • Panni puliti
  • Lana d’acciaio

Segui poi questi semplici passaggi per dare una nuova vita ai tuoi mobili antichi:

  1. Prima di poter verniciare o laccare il mobile, è necessario rimuovere la vecchia vernice rovinata, eventuali residui di inchiostro e adesivi. Puoi farlo usando delicatamente della carta vetrata. Leviga sempre e solo seguendo la direzione delle venature del legno e, se ci sono incisioni, trattale con la lana d’acciaio.
  2. Una volta che tutti i residui sono stati rimossi e la superficie è ben ruvida, puoi applicare la nuova vernice. Ti consigliamo di usare un pennello largo. Presta attenzione a evitare gocciolamenti o che i peli del pennello non rimangano attaccati alla vernice.
  3. Una volta che la vernice si è asciugata, il mobile può essere lucidato. La cera può essere facilmente applicata sulle superfici con un panno. Questo tipo di lucidatura non solo dona al mobile una finitura brillante, ma funge anche come sigillante per il legno.

Cerchi ispirazione per arredare casa? Iscriviti a Westwing e approfitta delle nostre offerte esclusive!

banner arredamento