Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Scrivania vintage in legno con sedia e accessori

Una scrivania è un complemento che trovi solitamente negli uffici, ma è fondamentale anche in casa: è un utile punto di riferimento per chi deve sbrigare le pratiche burocratiche, per chi svolge un lavoro da libero professionista, ma anche per i ragazzi che devono studiare o fare i compiti. Lo stile deve andare di pari passo allo stile genereale dello studio, del salotto e della casa in generale, ma c’è un tipo particolare di scrittoio che piace a tutti e può essere considerato un vero e proprio pezzo statement nella casa: la scrivania vintage!

Per lavorare in tutta tranquillità, soprattutto se il proprio ufficio è anche la propria casa, o anche semplicemente per dedicarsi ai propri hobby e alle proprie passioni, è importante avere a disposizione uno spazio che sia comodo, funzionale, accogliente e ricco di stile. La scrivania, presente in tutti gli uffici, ma anche nelle case, è un complemento d’arredo imprescindibile, dove appoggiare il proprio computer, cartelline, penne, documenti, libri e tutto il necessario per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Il fascino irresistibile di una scrivania vintage

Una scrivania o uno scrittoio vintage ha un appeal particolare. Lo stile vintage si è particolarmente affermato in questi ultimi anni creando una vera e propria tendenza. Il termine deriva dall’enologia e si usa per definire vini millesimati di particolare pregio, di annate particolarmente apprezzate. Da qui l’estensione agli oggetti di arredamento e a un modo di essere un po’ retrò, ma con gusto.

Lo stile vintage è particolare perché consiste praticamente di pezzi unici, cercati pazientemente nei mercatini (ma anche trovati occasionalmente) o ereditati da qualche parente. E così anche la scrivania vintage ha questo fascino particolare. Pensare di essere seduti e usare un piano di lavoro che ha fatto storia, che è stato utilizzato da persone di un bel tempo antico suscita sempre una particolare impressione. Cercare di far tornare indietro le lancette dell’orologio, almeno quando si è seduti alla scrivania, potrebbe essere un modo piuttosto romantico per cercare di placare i ritmi forsennati della quotidianità moderna.

Cosa non deve mancare in uno studio shabby chic

Ma dove si colloca una scrivania vintage? È fondamentale la scelta dell’arredamento per creare un ambiente che sia funzionale e allo stesso piacevole. In un ambiente shabby chic la scrivania vintage esprime tutte le sue potenzialità. Questi ambienti hanno un fascino particolare che riporta a tempi antichi, ottocenteschi, che emanano calore e raccoglimento e quindi adatti per una stanza, come lo studio, dove la concentrazione e la riflessione sono necessarie.

Cosa potresti trovare nel tuo studio shabby chic vintage insieme alla scrivania?

  • Libreria: rigorosamente di legno, meglio se invecchiato naturalmente, in colori pastello tenui. Particolarmente apprezzate quelle con ante di vetro che, oltre alla funzione estetica, hanno il compito di preservare i tuoi libri.
  • Poltrone e sedie: per la scrivania potresti optare per una poltrona con schienale alto e stile finto vissuto che la rende unica ed esteticamente inconfondibile, altre sedie per gli eventuali ospiti in legno bianco, caratterizzate da linee morbide e sinuose.
  • Lampade: l’illuminazione è importantissima e non va trascurata. Potresti pensare a una lampada da scrivania con paralume che richiama le tipiche stoffe e colori provenzali.
  • Decorazione delle pareti: con stampe d’epoca, per esempio scene di marina o di caccia o motivi floreali, racchiuse da cornici color oro antico;
  • Vasi con fiori secchi e pot-pourri profumati completano il tutto. Hai mai pensato anche a delle piante da ufficio?

Consigli per scegliere una scrivania vintage

La scrivania è uno strumento di lavoro e ognuno di noi opera in modalità differenti e questo comporta avere una specifica modalità nell’organizzazione degli spazi. La scelta di una scrivania vintage è condizionata principalmente dallo spazio in cui verrà collocata e dalle funzioni che dovrai svolgere. Usi computer, telefono e maneggi parecchi documenti? La dimensione del piano dovrà conseguentemente essere appropriata.

Non dimenticare i cassetti, sono il dettaglio che caratterizzano uno scrittoio vintage o un secretaire di design: posti sopra o sotto il piano di appoggio, sono utilissimi per contenere vari accessori o altri elementi utili al tuo lavoro.

Anche i materiali sono importanti. Se scegli uno stile per il tuo studio deve rappresentarti perfettamente. Qui raccogli emozioni, prendi decisioni, svolgi lavori importanti; l’ambiente ha il compito di accompagnarti e favorirti in queste tue operazioni. Si adatta perfettamente a questa logica di una scrivania vintage in legno. L’avrai vista sicuramente in qualche film anni ’50. Giornalisti, architetti, fotografi… un connubio di creatività e passione.

Le caratteristiche di una buona scrivania vintage in legno

Una buona scrivania in legno deve essere composta da un corpo unico, questo è importante per creare stabilità e robustezza. I tipi di legno possono essere i più disparati, ma generalmente non scuri, i segni del tempo devono essere evidenti e trasferire la storia del mobile, come se il passato tornasse a rivivere nel presente. Ciliegio, rovere, frassino sono materiali che ben rispecchiano queste specificità.