Come pulire il ferro da stiro

Stirare non è certamente una delle attività più appassionanti e divertenti che tu possa svolgere. Perché renderla ancora più difficile utilizzando un ferro con la piastra sporca che scorre sui tessuti con difficoltà e ti fa perdere più tempo del dovuto? Questa guida nasce con l’intento di indicarti le migliori soluzioni fai-da-te su come pulire il ferro da stiro. In commercio esistono tantissimi prodotti per la pulizia. Tuttavia è possibile rendere lucida e priva di fastidiosi residui la tua piastra utilizzando alcuni prodotti che sicuramente avrai già in casa. Quali? Leggi le prossime righe per trovare tantissimi rapidi e semplici consigli 100% green per pulire a fondo il ferro da stiro.

Come pulire la piastra del ferro da stiro

Una piastra sporca o con bruciature comporta diversi problemi. Innanzitutto, il ferro non scivola in maniera adeguata sui capi d’abbigliamento rendendo lo stiraggio lungo e faticoso. Inoltre nella peggiore dell’ipotesi i residui di sporco incrostati sotto la piastra potrebbero anche macchiare i tuoi vestiti. Un’eventualità assolutamente da evitare!

Allora come pulire il ferro da stiro? Tra i rimedi della nonna spicca l’utilizzo dell’aceto. In casa può essere utilizzato per tantissime operazioni grazie alle sue numerose proprietà: è un antiossidante, un antibatterico ed un ottimo alleato contro il calcare. Proprio quest’ultimo è uno dei peggiori nemici del ferro da stiro. Si deposita sotto la piastra, ma soprattutto nei fori dai quali fuoriesce il vapore, risultando piuttosto difficile da eliminare.

Per far tornare il tuo ferro da stiro splendente riempi un pentolino con metà acqua e metà aceto. Aggiungi qualche cucchiaino di sale e porta ad ebollizione. Dopodiché cospargi il preparato sulla piastra e lascialo agire per qualche minuto. Essendo caldo ricorda di utilizzare sempre un paio di guanti da cucina per evitare spiacevoli scottature sulla pelle. Con una spugna gratta la superficie per eliminare i residui di sporco. Attenzione, evita di utilizzare una spugna abrasiva: potresti rigare la piastra.

Sfrutta invece dei cotton fioc imbevuti nella soluzione per pulire con cura i fori. Ultimo, ma non meno importante passaggio, è riempire il serbatoio del ferro da stiro con un po’ d’acqua, portarlo in temperatura e farlo “sfiatare”. Il vapore che fuoriesce dai fori elimina gli ultimi residui di sporco e calcare rimasti. Voilà, in poche semplici mosse con prodotti completamente naturali il tuo ferro da stiro sarà di nuovo lucente!

In alternativa all’aceto puoi utilizzare il bicarbonato di sodio. Il procedimento da seguire è lo stesso visto poco fa. Volendo è possibile anche profumare il ferro aggiungendo alla soluzione del succo di limone (un altro sgrassante naturale efficacissimo!) e dell’aceto di mele.

Pulire la piastra del ferro da stiro bruciata

Nella riflessione su come pulire un ferro da stiro va considerato anche un altro fastidioso aspetto, ovvero le bruciature presenti sotto la piastra. Come eliminarle? In questo caso puoi affidarti al dentifricio in pasta. Quello in gel non ha la stessa efficacia.

Spremi una quantità di dentifricio pari all’incirca ad una moneta e cospargila sulla piastra passandola con cura anche nei fori. Sciacqua poi tutto con una spugnetta (sempre non abrasiva!) e ripeti l’operazione vista qualche riga più su: riempi il serbatoio del ferro da stiro con un po’ d’acqua e fai sfiatare i fori per rimuovere gli ultimi residui di dentifricio.

Un altro metodo per eliminare le bruciature è con la cera della candela. Questa operazione va effettuata con la piastra accesa, quindi attenzione a non bruciarti! Prendi una candela e passala sulla zona bruciata fin quando la cera non si scioglie. Lasciala agire e infine ripulisci il tutto. L’operazione va ripetuta più volte fino a quando le macchie di bruciato non scompaiono.

Per far tornare lucente la piastra puoi affidarti anche al detersivo per piatti da diluire con dell’acqua calda. È particolarmente indicato per la pulizia dei ferri da stiro di ultima generazione, i quali sono spesso dotati di una piastra in teflon.

Togliere il calcare dal serbatoio: come fare?

Il calcare è un nemico difficile da sconfiggere perché è in grado di attaccare ogni superficie metallica in tempi rapidissimi. Per questo motivo è fondamentale una manutenzione frequente per prevenire la formazione. Il principale accorgimento per un ferro da stiro è quello di utilizzare esclusivamente acqua distillata. L’acqua del rubinetto è ricca di sali, che una volta depositati, formano l’odiato calcare.

Ma come pulire il ferro da stiro all’interno? Ancora una volta viene in tuo soccorso l’onnipresente aceto. Riempi il serbatoio con un acqua e aceto e lascia che il ferro da stiro si scaldi. Una volta pronto all’uso, poggialo su un panno e inizia a vaporizzare fino a quando il serbatoio sarà completamente vuoto. Ricorda di eseguire con una certa regolarità questa operazione: l’ideale sarebbe circa una volta al mese.

Suggerimenti:

Pulire la caldaia del ferro da stiro

Gli ultimi ferri da stiro a caldaia prodotti sono solitamente dotati di un sistema di autopulizia. Se invece sei ancora alla prese con un modello più vecchiotto è necessario eseguire manualmente questa funzione. Il consiglio è come sempre quello di utilizzare anche dell’acqua distillata nella caldaia: la mancanza di sali minerali nella sua composizione aiuta a prevenire la formazione del calcare.

Prova a indovinare invece chi ti aiuterà per la pulizia della caldaia? Ancora una volta l’aceto! Riempi la caldaia con circa mezzo litro di aceto e mezzo litro d’acqua. Azionala e attendi che il ferro da stiro sia pronto. Dopodiché inizia a vaporizzare fino a quando anche l’ultima goccia d’acqua sarà fuoriuscita dai fori della piastra.

Ora che conosci tutti i segreti per pulire a fondo il ferro da stiro, è il momento di pensare al resto della casa. Registrati su Westwing e leggi le nostre guide nella sezione “Ordine e pulizia”: troverai tanti consigli utili!

banner guide e consigli