Come pulire le zanzariere

Con l’arrivo della bella stagione tutto torna ad una nuova vita: la natura esplode di colori, le giornate si allungano e la presenza del sole ti mette indubbiamente di buon umore. A rovinarti un po’ le giornate potrebbero però pensarci i tanti insetti e zanzare che proliferano in questo periodo. Al di là di usare candele e prodotti specifici, il modo migliore per proteggere la casa dal loro “assalto” è rappresentato dalle zanzariere. Per quanto utili necessitano di una manutenzione periodica. In questa guida cercheremo di scoprire proprio come pulire le zanzariere. Una zanzariera non è altro che una rete, metallica o realizzata con fibre di plastica, che viene applicata alle finestre o alle porte dei balconi e terrazzi. Può essere fissa, mobile oppure scorrevole: l’importante è che protegga la tua casa dai fastidiosi insetti. Nelle prossime righe scoprirai quanto sia facile pulirla utilizzando anche delle soluzioni totalmente green.

Come pulire le zanzariere senza smontarle

Come pulire le zanzariere in un appartamento? In un’abitazione di piccole dimensioni non è né facile, né comodo smontare le zanzariere per pulirle. Non ti resta altro che pulirle direttamente alla finestra. In che modo?

Il primo step è quello di spolverare la zanzariera. Puoi utilizzare un panno in microfibra oppure una spazzola. È importante anche rimuovere la polvere dalla guide. In questo caso il consiglio è di utilizzare un compressore oppure una bomboletta d’ossigeno. Il getto d’aria riesce a rimuovere anche i residui più nascosti. Ricorda sempre di cominciare dall’alto verso il basso per permettere allo sporco di scivolare verso il pavimento evitando semplicemente di spostarlo da una parte all’altra della zanzariera.

Passiamo al lavaggio. Prima di tutto assicurati di aver chiuso la tapparella. Il motivo? Ti aiuta a dare maggiore stabilità alla zanzariera ed evita che lo sporco possa cadere all’esterno, magari proprio sul balcone della vicina con cui non sei in ottimi rapporti!

A questo punto prepara una soluzione a base di aceto. In un secchio metti circa tre litri di acqua calda, un bicchiere d’aceto e tre, quattro cucchiaini di detersivo per piatti. Cospargi la zanzariera con il preparato e lascialo riposare un attimo. Dopodiché prendi una spugna e inizia a pulire con cura le maglie della tua zanzariera. Infine, risciaqua. Ricordati di svolgere le operazioni con cura e delicatezza: le zanzariere, specie se non metalliche, sono piuttosto fragili e basta un attimo di distrazione per bucarle.

In alternativa alla soluzione a base di aceto puoi utilizzare anche acqua e ammoniaca. Attenzione però: l’ammoniaca è un liquido tossico. Perciò utilizza sempre i guanti, evita di inalarla e soprattutto tienila lontana dai bambini.

Nella riflessione su come pulire le zanzariere va considerato anche il pulitore a vapore con beccuccio nebulizzante. È una soluzione che ti permette di non utilizzare alcun detergente per la pulizia. Infatti il getto di vapore, proprio per la sua alta temperatura, “scioglie” lo sporco e disinfetta la superficie.

Suggerimenti:

Come pulire le zanzariere mobili

Quando si decide di acquistare una zanzariera spesso si opta per la versione mobile. Il motivo è molto semplice: una volta finita la bella stagione e diminuito il numero di insetti in circolazione, può essere rimossa e parcheggiata in cantina.

Come pulire le zanzariere mobili? L’ideale è avere a disposizione un terrazzo o un giardino dove svolgere agevolmente tutte le operazioni. Uno dei metodi di pulizia più efficaci è il compressore. Riempi il serbatoio con acqua e qualche scaglia di sapone di Marsiglia. Prima di iniziare a spruzzare con la pistola assicurati che la pressione non sia troppo alta. Come già accennato qualche riga più su, le maglie della rete della zanzariera potrebbe bucarsi con un getto troppo forte.

Una volta completata la prima fase di pulizia, svuota il serbatoio e riempilo solo d’acqua per risciacquare. Infine asciuga il tutto: puoi utilizzare nuovamente l’aria del compressore oppure lasciarle semplicemente al sole per qualche ora.

Quando pulire le zanzariere?

Abbiamo fin qui visto come pulire le zanzariere, ma ogni quanto dovresti farlo? Una pulizia profonda, come quelle viste nei paragrafi precedenti, andrebbe fatta all’incirca ogni tre mesi.

Detto ciò, in moltissimi si limitano ad effettuarla una volta all’anno, solitamente in occasione delle famose pulizie di primavera. Il mese di marzo e aprile rappresentano effettivamente il periodo in cui iniziano a comparire le zanzare. Inoltre l’allungarsi delle giornate, con maggiori ore di sole a disposizione, rende le operazioni di pulizia più agevoli.

C’è chi addirittura posticipa le pulizie delle zanzariere a giugno, evitando appositamente i mesi precedenti. Infatti la primavera si porta dietro sé anche tantissimo polline. La zanzariera, oltre che a proteggere la casa da insetti e zanzare, funziona da filtro contro l’acerrimo nemico dei soggetti allergici. Al solo pensiero che il polline possa entrare in casa rimuovendo le zanzariere per la pulizia, quest’ultimi preferiscono rimandare di qualche mese.

In realtà le zanzariere accumulano tutto l’anno le particelle di smog presenti nell’aria, anche quando le finestre sono chiuse. I residui di sporcizia si fermano tra le maglie della rete con tutto il loro seguito di germi e batteri. Per tale motivo è necessaria una pulizia più frequente, almeno una volta ogni tre mesi. Inoltre ricorda anche di spolverarle almeno una volta alla settimana.

In una casa, oltre alle zanzariere, bisogna prestare attenzione alla pulizia di tantissimi altri spazi. Leggi i nostri consigli nella sezione “Ordine e pulizia”, ti renderanno la vita più semplice!

banner guide e consigli