Grande cactus decorativo su sfondo bianco

Piccoli o grandi, con le spine o senza, i cactus in casa sono sempre un’idea perfetta per arredare e aggiungere un tocco di verde. Sono disponibili in una gamma insolita e variegata di forme e, se curati nel modo corretto, fioriscono magnificamente. Se stai pensando di creare un angolo dedicato a queste straordinarie piante, ci sono alcuni consigli utili che possiamo darti: scopri quale varietà scegliere, come fare in modo che crescano bene e poi lasciati ispirare dalle idee di home decor per farli risaltare e beneficiare del loro potere terapeutico.

Uno, cento, mille cactus per la casa

I cactus fanno parte della famiglia delle Cactaceae, composta da circa 3.000 specie diverse. Sono piante succulente originarie soprattutto delle Americhe, provenienti da zone con caratteristiche climatiche ben precise, ma ormai sono molto diffuse anche nei nostri appartamenti. Vuoi portare un nuovo cactus in casa? Lasciati ispirare da quelli più amati e diffusi, facili da trovare presso ogni vivaio o fiorista: ecco una piccola panoramica.

  • Cactus di Natale (Schlumbergera): originario del Brasile, fiorisce proprio a fine anno, mostrando colori meravigliosi che vanno dal giallo all’arancione, passando per il rosso e il viola.
  • Cactus zebra (Haworthia): chiamato così per le sue lunghe foglie con motivi striati, è tra i più semplici da crescere.
  • Echinopsis: di forma tondeggiante e ricoperto di spine, questo tipo di cactus assomiglia a un riccio di mare. Se posizionato nel luogo adatto, può regalare meravigliosi e profumati fiori bianchi o rosa.
  • Opuntia: della stessa famiglia del fico d’India, è tra le poche specie rustiche che crescono anche nel Mediterraneo.
  • Mammillaria: originario del Messico, questo tipo di cactus è caratterizzato dalla presenza di tubercoli ricoperti da spine o da una sorta di lanugine bianca.
  • Cuscino della suocera (Echinocactus): dalla forma tondeggiante, che lo fa assomigliare a un puntaspillo, è completamente ricoperto di spine.
  • Cereus: dalla caratteristica forma cilindrica e allungata, tipica del cactus, è una varietà rustica che all’esterno arriva fino a 12 metri di altezza.

Come coltivare i cactus in casa

Sebbene siano tra le piante più semplici da gestire, anche i cactus hanno bisogno di qualche attenzione. Ricordati di seguire sempre queste piccole regole e potranno farti compagnia per anni e anni.

Quale vaso scegliere

Per i cactus in casa puoi usare i vasi in ceramica o plastica, che trattengono molta acqua e diradano ancora di più la necessità di bagnare la pianta. Man mano che il cactus cresce di dimensioni, dovrai trasferirlo in un vaso più grande per facilitarne la crescita e “far respirare” le radici.

Vasi per cactus e piante grasse:

Dove posizionarli

Anche se i cactus si adattano perfettamente a quasi ogni ambiente, meglio trovare una posizione soleggiata. Alcune varietà cascanti sono perfette per essere appese.

Cactus in casa

Il terriccio adatto per i cactus

Originarie dell’ambiente desertico o comunque molto secco, crescono bene in terreni sabbiosi e drenanti, che forniscano molta aerazione. Nei vivai puoi trovare formulazioni equilibrate di terriccio, che ti permetteranno di andare sul sicuro.

Innaffiatura

Per un cactus in salute, non innaffiare troppo spesso ed evita i ristagni. In inverno, poi, le innaffiature diminuiscono ulteriormente: per far la prova, puoi sentire se il terriccio è ancora umido ad almeno due centimetri di profondità.

Luce

I cactus amano la luce e preferiscono stare vicino a una finestra esposta a sud, dove ricevere i raggi solari. Se scegli di posizionare il tuo cactus in una posizione diversa, assicurati che possa ancora ricevere almeno sei ore di luce solare diretta.

Fertilizzante

Non è essenziale, ma se vuoi stimolare la crescita dei tuoi cactus in casa puoi concimare ogni due mesi circa con un fertilizzante liquido a basso contenuto di azoto.

Fioritura

Riuscire a far fiorire un cactus in casa è un’impresa difficile, ma non è del tutto impossibile. Sebbene non si trovi nel suo habitat naturale, alla lunga la tua piantina potrebbe sentirsi così a suo agio da decidere di regalarti dei bei fiori.

Cactus in casa

Il potere terapeutico dei cactus

Solitamente acquistate solo per un valore ornamentale, tutte le cactacee incarnano la resilienza del mondo naturale e per questo nei secoli hanno assunto una simbologia legata alla forza e all’ottimismo. Da decenni si studia anche la capacità delle succulente di assorbire le radiazioni: sebbene questa qualità non sia mai stata confermata, c’è almeno un altro buon motivo per far spazio per un cactus.

Secondo i principi di base del Feng Shui, tutte le piante portano dei benefici nell’ambiente domestico, basta che siano posizionate nel luogo più adatto. Per beneficiare della positività e dell’energia dei cactus in casa, si consiglia di inserirli in un living con luminosi e decisi, come il rosso, il giallo o l’arancione.

Idee per decorare la casa con i cactus

Se subisci il fascino del deserto e in generale dei paesaggi americani più selvaggi, crea un mood etnico partendo proprio da questa tipologia unica di piante. I cactus in casa si abbinano benissimo ad alcuni elementi classici, come ad esempio:

  • Cuscini a motivi etnici
  • Tessuti con frange in colori caldi come il mattone, l’ocra, il senape e il verde
  • Tappeti a motivi geometrici
  • Decorazioni in iuta o altri materiali naturali
  • Sedie, tavoli e pouf in vimini e rattan

A seconda delle sue dimensioni, il vaso con il tuo cactus può essere inserito in un cestino in fibre naturali intrecciate oppure in un coprivaso in legno o metallo dorato. In alternativa, le piantine più piccole staranno benissimo appese oppure sistemate su uno scaffale tipo scala. Crea il tuo angolo in stile etno-chic nel soggiorno oppure in una veranda coperta: diventerà il tuo posto preferito!

Suggerimenti per un angolo etno-chic:

Ti sono piaciuti i nostri consigli? Nella sezione “Piante da interno“ trovi altri suggerimenti per scegliere piante e fiori per la casa!

banner guide e consigli