ingresso casa esterno

Sia che tu abiti in una villetta che in un appartamento in condominio, l’occhio vuole la sua parte anche (e soprattutto) quando si tratta dell’ingresso esterno di casa. Questa zona spesso trascurata rappresenta infatti il biglietto da visita per i tuoi ospiti e, di conseguenza, non deve essere assolutamente dimenticata e tralasciata. Abbellire l’ingresso esterno è un imperativo e le possibilità sono tante quante le idee di stile che più si avvicinano al tuo gusto personale. Dai colori alle piante e fino alle decorazioni di design, ecco qualche proposta di cui è facile innamorarsi.

1. Pareti colorate

Se hai la fortuna di vivere in una casa indipendente, avrai la possibilità di giocare moltissimo con i materiali e i colori, sia tono su tono che a contrasto. Fra le idee per abbellire l’ingresso esterno, infatti, c’è quella di fare un restyling della facciata (o di parte di essa) scegliendo pitture o decorazioni con tonalità di sicuro effetto. Certo, fra le proposte elencate questa è sicuramente la più onerosa dal punto di vista economico, ma se avevi già in mente di fare una ristrutturazione poco invasiva dell’edificio è un’ottima occasione per coniugare esigenze strutturali e di design.

  1. Pareti a contrasto
    Se la porta d’ingresso è scura, per le pareti esterne scegli tonalità più chiare così da creare un bel dinamismo cromatico. Se la porta è chiara, invece, puoi giocare con più tonalità optando per colori più estrosi come il verde, l’azzurro e il rosa. Il colpo d’occhio sarà davvero magnifico.
  2. Rivestimenti in mattoni o pietra
    Oltre che cromatico, in questo caso il dinamismo è anche materico. La facciata che ospita la porta d’ingresso può essere infatti rivestita con mattoncini (per un effetto industrial) o in pietra (per un effetto “cottage”)
  3. Perline in legno
    Anche il legno può essere un ottimo rivestimento che, fra le altre cose, ha il pregio di isolare termicamente l’edificio. Sceglile di legno chiaro e applicale alle pareti esterne per donare alla tua abitazione un mood che ricorda quello delle baite in montagna.

2. Piante e fiori

Se cerchi qualcosa di più economico e veloce da realizzare, le piante e i fiori rappresentano un’ottimo modo per rendere più gradevole l’ingresso esterno di casa. Si tratta di un’idea adatta a tutti i tipi di abitazione, sia alle soluzioni indipendenti che agli appartamenti in condominio. Come puoi immaginare, le possibilità sono tante quante la varietà di piante che la natura ci ha donato. Ecco qualche proposta dal sicuro effetto.

  1. Lavanda per un ingresso shabby chic

    Prova a immaginare una parete bianca su cui si staglia il meraviglioso verde e l’iconico viola delle piante di lavanda. Se disponi di un vialetto d’ingresso, puoi radicare la lavanda del terreno, quasi a delimitare il percorso che seguiranno i tuoi ospiti. Se invece hai meno spazio a disposizione, la lavanda starà benissimo anche in vaso, magari da scegliere tra i modelli in metallo decapato.

  2. Piante esotiche per un ingresso originale

    Se cerchi qualcosa di diverso e fuori dall’ordinario, punta tutto su piante che non siamo abituati ad ammirare alle nostre latitudini: un banano o una palma da cocco (anche in versione nana) possono essere radicati in grandi vasi da posizionare ai lati della porta. L’effetto sarà davvero magnifico. In alternativa, la nostrana pianta del limone è bellissima e profumata!

  3. Fiori colorati per un tocco provenzale

    In primavera e in estate il tuo ingresso esterno di casa sarà il più invidiato del quartiere. Dalla pervinca ai gerani, dalle semplici margherite al bellissimo giallo dei bidens, scegli la specie che più ti piace. E i vasi? Acquistali classici o per, un effetto più scenografico, opta per splendide fioriere a sospensione.

  4. Succulente, per ingressi esposti a sud

    Piante grasse per l’ingresso di casa esterno? Perché no! Si tratta di un’ottima scelta per tutti coloro che hanno la porta d’ingresso esposta a sud in località particolarmente calde durante l’estate. Puoi optare per le specie più diverse e, piccolo spoiler, potrai godere di fioriture tanto spettacolari quanto effimere. Non ti pentirai assolutamente della scelta.

3. Luci di design

Un ingresso esterno ben curato è un ingresso che non lesina nemmeno sull’illuminazione. I giusti punti luce, infatti, permettono di creare chiaroscuri scenografici e dare il giusto risalto alle piante e alle decorazioni utilizzate per abbellire gli spazi esterni di casa. La luce, oltre a essere funzionale, infatti, permette di dar vita alla giusta atmosfera.

Ovviamente, quando si parla di luce d’atmosfera, è necessario che l’illuminazione scelta sia soffusa e soprattutto diffusa. Scegliere lampade con luce diretta appiattirebbe l’ambiente non facendoti centrare l’obiettivo che ti sei prefissato.

Se l’ingresso, ad esempio, è preceduto da un piccolo giardino munito di vialetto potrai prevedere la presenza di segnapassi Led da inserire direttamente nel terreno. Nei pressi dell’ingresso, invece, faretti a picchetto, applique di design o scenografici lampioni ti faranno ottenere il risultato sperato.

Discorso a parte va fatto per il tono dell’illuminazione: è meglio scegliere toni caldi o freddi? Non esiste una regola, anzi la scelta deve essere fatta seguendo il tuo gusto personale. Spoiler: nessuno ti vieta di mixare le due tipologie per dar vita a un gioco luminoso più dinamico.

Suggerimenti:

4. Decorazioni fai da te

Tra le idee per l’ingresso esterno di casa non può mancare neanche l’handcraft o, per dirla all’italiana, il fai da te. Liberare la fantasia e dar sfogo alla manualità (oltre che essere liberatorio) ti permetterà di dar vita a decorazioni che rispecchiano pienamente il tuo gusto personale.

In questo caso è il riuso creativo a essere protagonista. Una vecchia scala in legno, ad esempio, può diventare dimora di meravigliosi vasetti di fiori. La porta può invece diventare protagonista con una ghirlanda fai da te che segue il mutare del tempo e il passare delle stagioni. Se, invece, te la cavi con l’intaglio del legno, tronchi di alberi destinati al macero possono essere lavorati fino a ottenere le forme più belle ed estrose e contribuire a creare una tipica atmosfera da baita.

Le decorazioni fai da te per l’ingresso esterno di casa, inoltre, fanno rima con giardinaggio creativo: dai vasi decorati a mano, alle carriole che ospitano piante fiorite, da una parete “attrezzata” con piante pensili a un ingresso in stile urban jungle, le possibilità sono davvero infinite. Sei pronto a metterti all’opera?

5. Tappeti e zerbini colorati

Sembra difficile a credersi, ma anche lo zerbino contribuisce a farti fare bella figura. Lascia da parte gli zerbini anonimi a tinta unita e punta tutto su quelli a fantasia, magari decorati, colorati o con simpatiche e ironiche) frasi di benvenuto. Ne esistono davvero per tutti i gusti e per tutti gli stili d’arredo: troverai sicuramente quello che fa al caso tuo.

Se, invece, uno zerbino ti sembra troppo scontato puoi sempre optare per un tappeto da esterno, anch’esso disponibile in molteplici colori e fantasie. Una raccomandazione, però, è d’obbligo: benché adatto a essere utilizzato fuori casa, un tappeto da esterno si sporca più velocemente di uno zerbino. Acquistane quindi un paio, da alternare al momento opportuno.

Suggerimenti:

E dall’esterno all’interno il passo è (letteralmente) molto breve: se vuoi rendere la tua casa un piccolo gioiello di design e funzionalità non perderti le nostre guide pratiche d’arredo. Le trovi tutte nella sezione “Casa“. Buona lettura!