Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Mensola con varie decorazioni asiatiche

Le figure e i simboli del buddismo sono radicati in Estremo Oriente e nei luoghi religiosi. Anche nel contesto dell’arredamento troviamo sempre più spesso simboli del Buddismo e decorazioni eleganti rappresentanti il Buddha. Le appariscenti figure si possono inserire in qualunque ambiente: seduto, in piedi o sdraiato, i Buddha sono bellissimi pezzi di decorazione sia in giardino che all’interno della casa. Nella nostra guida ti mostriamo ciò di cui hai bisogno per un ambiente tranquillo, in modo da farti sentire completamente a tuo agio nella tua casa. I nostri esperti di interni ti introdurranno alla filosofia del Buddha e daranno preziosi consigli per creare la tua personale oasi di benessere.

Cosa vuol dire Buddha?

Prima di iniziare a mostrarti come usare le figure del Buddhismo in perfetto stile decorativo orientale, dovremmo prima di tutto occuparci della figura stessa. Cosa c’è dietro alle statue del Buddha, a parte il fatto che sono magnifici oggetti decorativi?

Hai mai notato, per esempio, che ogni statua del Buddha ha sempre un sorriso sulle labbra? Un Buddha ridente, o detto “della fortuna”, è una figura tipica della religione popolare cinese e giapponese. Questo simbolismo può essere ricondotto alla storia di un monaco cinese vissuto mille anni fa. Tutelando la propria mente dai pensieri negativi e aggressivi è diventato sinonimo di pace interiore: infatti si dice che il Buddhismo cinese abbia dato il via alla filosofia zen anche in Giappone. Ora le labbra sorridenti del Buddha sono conosciute in tutto il mondo! Il suo nome cinese “Budai” significa “borsa di stoffa” e si riferisce alla borsa di stoffa che il leggendario monaco portava sempre con sé.

Buddha vuol dire saggezza

Il busto del Buddha è un meraviglioso accessorio da mettere in terrazza o in bagno per decorare l’ambiente. Oltre alle sue qualità decorative, esso porta con sé anche molta saggezza che possiamo usare per noi stessi e per la nostra vita. Le saggezze buddiste, specialmente quelle tramandate dal monaco stesso, sono una grande ispirazione per molte persone. Il buddismo rappresenta il “sentiero del risveglio”: le saggezze del Buddha sostengono le persone nei momenti difficili e in situazioni apparentemente senza speranza.

10 cose che puoi imparare dal Buddha

  • Segui la tua saggezza interiore!
    Sviluppa una coscienza e stabilisci una connessione con la tua mente e impara ad agire di conseguenza. Se non sei sicuro di una scelta da fare, poniti sempre la domanda: cosa mi fa stare bene? Solo tu sai quali sono i tuoi bisogni e cosa ti rende felice. Nessuno può ostacolarti nel percorso individuale verso il tuo obiettivo: comincia ad essere sicuro di te stesso e fai tesoro di tutte le esperienze che hai vissuto.
  • La felicità esiste – per tutti!
    Non importa quanto tu sia infelice, ricordati che c’è sempre una via d’uscita (almeno questo è ciò che affermava il Buddha). Ogni essere umano ha una forza interiore che gli permette di ricercare e di trovare la propria felicità. Anche se ti sei smarrito, tieni sempre a mente che la felicità può sempre essere alla tua portata.
  • Controlla la tua mente
    Forse hai già notato che senti e agisci nel modo in cui pensi e questa è una qualità che tutti abbiamo. Per il Buddha, il controllo della propria mente è la cosa più difficile che una persona possa mai sviluppare. Secondo lui, ogni essere umano può raggiungere la felicità solo se diventa capace di questa abilità.
  • Usa la sofferenza per trovare la felicità
    All’inizio può sembrare un po’ assurdo, ma il dolore fisico e mentale non serve solo per torturarci, ma secondo il Buddha, ci manda un messaggio che dobbiamo solo capire correttamente. Spesso bisogna cambiare qualcosa nella nostra vita se quello che facciamo ogni giorno ci procura sofferenza. Scopri dentro di te cosa ti fa soffrire veramente e cambiate il tuo atteggiamento a riguardo.
  • Mantieni la calma
    Metti fine alla tua ricerca del perfezionismo, dato che il mondo non sarà mai perfetto. È utopico pretendere ciò da se stessi o dalla comunità in cui si vive, né la sfortuna né la felicità sono costanti. Il mondo cambia di giorno in giorno. Sostituisci l’avidità e l’odio con la serenità e la tolleranza. Ti renderai subito conto che ridurrai automaticamente lo stress.
  • Elimina invidia e odio
    L’invidia e l’odio non danneggiano la persona verso cui si provano questi sentimenti. Infatti, danneggiano la persona che genera questi sentimenti: proprio te! Cerca di essere amichevole con gli altri. Questo non significa che non dovi mai dire quello che pensi veramente. Naturalmente, si possono anche esprimere sentimenti negativi con moderazione, ma si dovrebbe praticare la buona pratica della coesistenza pacifica.
  • Il sentiero del Buddha
    Attraverso la via della pura felicità, il Buddha suggerisce il nobile ottuplice sentiero, che porta ad una completa liberazione dalla sofferenza. Dal riconoscimento della realtà, all’azione serena e amorevole su tutti i piani, insegnava alle persone come sentirsi completi. Non importa se sul lavoro, nella propria relazione o in qualsiasi altro scenario, il sentiero del Buddha è per molti versi contrario a ciò che ci è stato insegnato in infanzia.
  • Inizia a meditare
    La vita quotidiana è spesso molto stressante e anche nei momenti liberi durante le serate sul divano non ti riesci a rilassare? Spesso non ci lasciamo andare completamente. Il Buddha ha semplificato la vita con la meditazione: riconosci il piacevole stato di rilassamento che si può sentire in qualunque momento della giornata. Naturalmente, la meditazione non scaccia lo stress in modo permanente, ma è un ottimo esercizio per allenare la propria coscienza interiore.
  • Trova la via maestra
    Come per tutte le cose della vita, è importante trovare la via maestra. Né gli estremi né il centro portano ad una vita felice. Vai al centro e guardati intorno di tanto in tanto! La tua felicità non dipende da una singola cosa o da una singola persona.
  • Comincia da te stesso
    Se vuoi migliorare il mondo, comincia da te stesso. Dopotutto, ogni monsone inizia con una sola goccia di pioggia. Se non ti piacciono delle cose nella tua vita, non negre l’evidenza, ma considera di cambiare te stesso.

Figure e rappresentazioni del Buddha

Una decorazione che porta fortuna! È un’usanza cinese accarezzare la pancia rotonda del Buddha sorridente: questo porta felicità, prosperità e spensieratezza.

Cosa significano le diverse posizioni

Hai mai visto figure di Buddha di diverse dimensioni? Allora avrai notato che è rappresentato in tre diverse posizioni. Quelle più conosciute sono da seduto, in piedi, o sdraiato. Nel Buddismo, ad ogni postura è assegnato un significato particolare, che è definito dalla posizione del corpo e della mano del Buddha e porta il nome “mudra”.

  • Il Buddha seduto
    Il Buddha seduto è nella posizione di meditazione. Le sue braccia sono incrociate e posate sul suo grembo, con i palmi delle mani che puntano verso l’alto. La postura si chiama “Dhyana mudra” e si traduce come “mettere in moto la ruota dell’insegnamento”. Anche la fermezza e la potenza sono simboleggiate in questa posizione. Seduto a gambe incrociate, il Buddha thailandese ha la mano sinistra in grembo e mette la mano destra sul ginocchio. Le dita di quest’ultima mano puntano al pavimento.
  • Il Buddha in piedi
    Spesso raffigurato in piedi, con le mani alzate e i palmi rivolti in avanti, si chiama “Abhaya mudra”. La posizione ispira protezione e assenza di paura, viene tradotto letteralmente come “allontanare la paura”. Ci sono anche piccole figure del Buddha che sono raffigurate in piedi con il pollice e l’indice alzati di una o di tutte le due mani. Spesso. Questo è il “gesto di istruzione”.
  • Il Buddha sdraiato
    Questa posizione non è così comune come la figura seduta. Nell’ambito buddista, tuttavia, questa magnifica posizione non è insolita. Spesso le statue si trovano coricate sul lato destro del corpo e sostengono la testa con le mani. I piedi sono paralleli e la mano sinistra è distesa sul corpo. Questa posizione del Buddha simboleggia il suo ingresso nel Nirvana. Il nirvana non è un luogo reale, ma piuttosto il nome di uno stato d’animo spensierato e felice.

Immagini decorative del Buddha

Oltre alle splendide figure del Buddha in pietra o alle rinfrescanti fontane buddhiste, anche le sue raffigurazioni sono molto diffuse. Con queste decorazioni Buddha puoi portare la sua aura spirituale a casa tua. Che si tratti di una stampa artistica moderna o di una pittura ad olio di grande effetto, le immagini del Buddha vivono un elegante revival interno e possono essere integrate in modo eccellente all’interno di uno stile semplice e moderno. Lo sapevi che il Buddha è uno dei motivi più fotografati al mondo? Da quale prospettiva vorresti guardare giorno dopo giorno il Buddha? Ogni immagine simboleggia ad arte l’unione tra la natura e la spiritualità.

Il posto giusto per la decorazione Buddha

Le bellissime decorazioni in del buddha sono molto adatte ad ornare elegantemente il giardino o il bagno in pieno stile orientale. Soprattutto le statue del Buddha color oro o argento hanno un aspetto molto elegante. Affinché il tuo oggetto decorativo diventi anche un’attrazione per la tua casa, devi posizionarlo con una parete solida alle spalle. La mensola in muratura sopra il lavabo o la vasca da bagno, ad esempio, fanno proprio al caso nostro. Nel giardino o sulla terrazza può essere posizionato su un tavolino. Un Buddha della taglia XXL sta bene anche nella tua camera da letto accanto ai tuoi fiori preferiti.

Le nostre 5 idee di decorazione più belle con il Buddha

  • Sul balcone: crea un ambiente tranquillo con una statua in pietra e una lanterna orientale che si combinano bene insieme sulla terrazza.
  • Nel giardino: anche all’aperto, una grande statua del trova un’ottima collocazione tra piante verdi esotiche e sfere solari di diverse dimensioni.
  • In un mini giardino: invece di un piccolo giardino Zen, puoi anche creare il tuo giardino paesaggistico. Usa la ghiaia, pietre, sassi e, naturalmente, una magnifica figura del Buddha. Fatta eccezione per il muschio, qui non sono ammesse piante.
  • In bagno: il Buddha si sente più a suo agio nel bagno tra bastoncini di incenso e candele profumate. Per un aspetto fresco, utilizza piante verdi come il canneto o dell’erba decorativa.
  • Come decorazione da tavolo: la testa del Buddha su un vassoio decorativo dorato crea un’atmosfera spirituale che si può combinare con candele e delicati ramicelli.

Decorazione di Buddha per il giardino

Perché non posizionare una figura di Buddha in giardino? Infatti, sono molto diffuse e molti appassionati d’interni che amano lo stile dell’Estremo Oriente vorrebbero decorare la loro area esterna con una statua del Buddha. Essendo la statua esposta a qualsiasi condizione atmosferica, è necessario assicurarsi che il materiale di cui è fatto il Buddha sia anche resistente alle intemperie. Le figure del Buddha o le fontane in pietra naturale o in materiale rivestito sono adatte per il giardino. Le ceramiche, ad esempio, sono piuttosto inadatte perché meno resistenti al brutto tempo.

Ultima tendenza: il terrario del Buddha

Un terrario del Buddha o anche un mini giardino è un’idea regalo creativa per tutti coloro che amano le piccole cose. Il Buddha-terrario è un piccolo giardino che viene disposto con cura e cautela in un contenitore di vetro. La base di questo mini giardino sono le pietre, la ghiaia e diversi strati di terra o sabbia. A seconda della luce e dello scopo, è possibile scegliere tra diverse piante. Le cosiddette piante d’aria, che non devono nemmeno essere innaffiate, ma solo spruzzate con l’acqua, sono particolarmente indicate per questo caso. Naturalmente, una piccola figura del Buddha seduto su un trono al centro del terrario è indispensabile. In un vaso rotondo in vetro, il mini giardino con figura del Buddha in miniatura fa anche da ornamento da tavolo.

Con i nostri articoli decorativi in stile Buddista lascia che la magia dell’Estremo Oriente trasformi la tua casa. Divertiti a navigare e decorare!