24.11.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

cromoterapia: camera da letto con parete verde chiaro e tessili coordinati

I colori influiscono su molti aspetti della vita di ogni giorno, da come ti vesti a come arredi la casa. Se credi nell’energia del rosso o nelle capacità rilassanti del verde, allora scopri la cromoterapia! In questo articolo abbiamo raccolto tutto quello che ti serve sapere su questo argomento, dalle sue origini ai benefici, senza dimenticare tutti i consigli utili per portare il colore giusto in ogni stanza. Inizia subito il tuo viaggio cromatico!

Cos’è la cromoterapia?

Immagina un mondo senza colori: è impossibile, vero? Ecco perché l’origine delle pratiche cromoterapiche risale addirittura all’Antico Egitto, con il giallo che simbolizzava il divino e il rosso che poteva di volta in volta essere espressione di energia positiva o negativa. Persino i Greci erano soliti dipingere le pareti dei luoghi di cura con tinte specifiche. In India, la medicina ayurvedica ha sempre considerato i colori come elementi capaci di influenzare i chakra.

A partire dall’Illuminismo, la cromoterapia è stata considerata una medicina alternativa, dato che non esistono sufficienti studi capaci di confermare la sua efficacia sull’equilibro fisico, mentale e spirituale di ogni persona. La psicologia dei colori, invece, è stata dimostrata da diverse ricerche e la vediamo applicata ogni giorno nella pubblicità, nella moda, nell’arredamento e in molti altri ambiti.

Benefici della cromoterapia

Il nostro cervello percepisce i colori e ciò si riflette in un determinato atteggiamento psicologico, che può influenzare anche il nostro benessere fisico. Sappiamo per certo che le tinte calde, come il giallo, il rosso e l’arancione, sono stimolanti ed energetiche, perfette per tenere il cervello attivo e vigile.

Idee per usare i toni caldi:

Le tonalità più delicate, come l’azzurro, il rosa e in generale i colori neutri o freddi, sono più rilassanti, rassicuranti e placano lo stress.

Idee per usare toni delicati:

In ogni caso, ognuno di noi dispone già naturalmente di una sua palette di colori personale, a cui inconsciamente associa una sensazione positiva e negativa. Capita spesso, per esempio, di vestirsi con colori sgargianti quando si è di buon umore o di scuro quando si è tristi. Talvolta si sceglie proprio di indossare un certo capo di un colore specifico per migliorare l’umore.

Cromoterapia in casa: consigli pratici

Basta dare un’occhiata a una rivista d’arredamento o a una Pinterest board per accorgersi di come la cromoterapia venga applicata soprattutto in casa. Se ci fai caso, a seconda delle diverse stanze ci sono abbinamenti di colori ricorrenti e non è solo una questione estetica. Scopri quali sensazioni ed effetti vengono normalmente attribuiti a ogni tinta.

Significato dei colori principali

  • Rosso: il rosso simboleggia il fuoco, il calore e la passione, ma anche il pericolo. Ecco perché secondo la cromoterapia si associa a sensazioni forti, che possono spaziare dalla gioia all’eccesso di energia. In tutti i casi, viene considerato un catalizzatore di energia, capace persino di aumentare la pressione sanguigna.
  • Nero: a suo modo, è considerato il colore della forza, ma veicola anche un senso di distinzione e austerità.
  • Blu: è il colore della calma e del relax, ma le sensazioni generate in ogni persona variano a seconda della sfumatura. Nelle sue varianti più calde e brillanti è adatto persino negli spazi comuni, mentre il blu navy può suscitare malinconia. Inoltre, Classic Blue è il colore Pantone 2020, quindi è anche di tendenza!
  • Giallo: è il colore associato al cervello e alla concentrazione.
  • Arancione: vitaminico ed energizzante, è un colore che trasmette ottimismo e voglia di vivere.
  • Verde: viene associato alla Natura ed è quindi simbolo di armonia, rigenerazione e speranza. Favorisce le riflessività, è un antistress e trasmette un senso di pace.
  • Viola: secondo le teorie classiche della cromoterapia, esprime la connessione con il divino, proprio come il bianco, ovvero il “non colore”.

Idee per osare:

Consigli per arredare la casa

  1. Bagno: le nuance più indicate sono sicuramente chiare e rilassanti. Spaziano dal bianco al giallo, fino al verde chiaro o alle tinte neutre come panna e tortora. L’unica concessione ai colori più forti è per i piccoli accessori o la biancheria da bagno.
  2. Camera da letto: per la stanza dove il riposo deve sempre essere al primo posto, la cromoterapia sconsiglia i colori energetici come il rosso o l’arancione, che non favoriscono il riposo. Meglio i colori pastello, come azzurro e rosa.
  3. Cucina: ecco il luogo perfetto dove usare giallo e rosso, perché esprimono un senso di calore e favoriscono persino l’appetito (oltre che l’energia per cucinare!). Scegli una di queste tinte super “corroboranti” per le sedute, le piastrelle oppure per gli accessori da cucina, come contenitori, piatti e bicchieri.
  4. Cameretta: se viene usata per lo studio e il gioco, punta sui colori energetici come il verde lime e il giallo, che stimolano l’attenzione e la vitalità. Abbinali a sfumature più chiare e riposanti nell’angolo dove viene posizionato il letto.
  5. Living: normalmente il soggiorno è la zona dedicata alla socialità, ma anche al relax. Ti consigliamo quindi di puntare su un gioco di equilibri, mantenendo una tonalità neutra come colore principale (bianco, grigio o beige), e aggiungere accenti di colore, come blu, verde, giallo e rosso. Può essere una poltrona, un pouf, una coppia di cuscini oppure un set di sedie per il tavolo.

Stai arredando la tua casa e vuoi aggiungere un tocco di colore giusto, ispirandoti alla cromoterapia? Registrati gratuitamente su Westwing per ricevere tante offerte esclusive e altri consigli utili!