Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Verniciare mobili

Chi ha detto che un vecchio mobile non possa avere una nuova vita? In che modo? Non c’è elisir di giovinezza più semplice che verniciare i mobili con nuovi colori! Sembra un lavoro piuttosto complesso a dirla così, ma in realtà se seguirai i consigli degli esperti di Westwing nelle prossime righe ti renderai conto di quanto sia un gioco da ragazzi. Armati perciò di pennelli, colori e tanta fantasia: dipingere i mobili ti permetterà di donare un nuovo look alle tue stanze.

Dipingere i mobili: da dove iniziare

Verniciare i mobili non significa semplicemente prendere un pennello e tinteggiare la superficie. Il primo step è analizzare il mobile. Che cosa significa?

Dovrai prima di tutto individuare i materiali che compongono i tuoi complementi d’arredo. Nella maggior parte dei casi i mobili sono in legno, ma non è detto che sia sempre così. Nel mobilio moderno vengono utilizzate molto frequentemente le resine. In questo caso dovrai prendere degli accorgimenti particolari prima di iniziare l’opera di pittura.

Altro elemento da tenere in considerazione è la struttura del mobile. Esistono delle parti che si possono smontare facilmente affinché tu possa verniciare i mobili in maniera più agevole? Solitamente i pomelli sono le parti più semplici da svitare, in quanto sono semplicemente fissate con una vite.

Altre componenti sono invece più difficoltose come gli specchi. In questo caso esiste un’alternativa per poter comunque dipingere i tuoi mobili: copri lo specchio con della carta in modo da non sporcare o rovinare la superficie. Nel caso dovesse cadere qualche goccia non temere: con un panno, del solvente e un po’ di olio di gomito verrà via tutto.

I passaggi fondamentali

Una volta smontati cassetti e tutte le parti scomponibili dei tuoi mobili potremo metterci all’opera. Prima di dipingere i mobili è necessarie pulire il legno con della carta abrasiva. Un consiglio: diffida da chi ti promette vernici in grado di coprire la vecchia vernice o lacca senza levigare la superficie.

Infatti passando immediatamente le tanto commercializzate vernici coprenti resteranno comunque visibili tutta una serie di inestetismi che comprometteranno la qualità del tuo lavoro. C’è chi dice che “il tempo è denaro”, ma proprio le ore che dedicherai a verniciare i tuoi mobili ti garantiranno un risultato originale e unico.

Dopo la levigatura, passerai un panno sulle superfici del tuo mobile eliminando così le fibre di legno che si sono staccate durante il passaggio della carta abrasiva. Arrivato a questo punto dovrai passare una mano di fondo o di primer.

Qual è la differenza tra i due? Il fondo è una soluzione liquida creata appositamente per il legno: dona uniformità al materiale evitando la fuoriuscita di macchie o bolle che potrebbero rovinare la verniciatura successiva. Inoltre, essendo il legno un materiale poroso, penetra al suo interno e rinsalda le sue fibre.

Il primer ha la medesima funzione del fondo, ma viene impiegato per i mobili realizzati con le resine oppure con altri materiali, come la plastica o l’acciaio. I due composti esistono sia in una versione all’acqua che in una versione sintetica. Non c’è bisogno di diluirli prima dell’applicazione. Tuttavia la regola più importante da rispettare è quella dell’asciugatura: controlla sempre il tempo indicato sulla confezione e non operare sul mobile prima del dovuto.

Come verniciare il legno

È il momento di entrare nel vivo della fase più importante su come verniciare i mobili. L’oggetto fondamentale per verniciare il legno è ovviamente il pennello, o in alternativa il rullo.

Scegli il tuo colore e inizia a tinteggiare partendo dagli angoli e poi passando lungo i lati. Dopodiché segui le venature del legno e completa l’opera di riempimento. Dipingi esclusivamente le parti esterne del mobile, senza colorare quelle non visibili. Ad esempio la verniciatura delle guide dei cassetti potrebbe rendere difficoltoso il loro scorrimento una volta rimontato il mobile.

Completato l’ultimo centimetro quadrato di superficie lascia essiccare il colore per circa cinque ore. Appena asciutto il tutto passa nuovamente la carta abrasiva per rimuovere i grumi di vernice che potrebbero essersi formati. Terminato? No, dovrai passare ancora una seconda mano di vernice e poi lasciare nuovamente riposare per altre 5-6 ore.

Infine, anche se non obbligatorio, potrai passare ancora una mano di lucido per far risaltare il nuovo colore.

Letto accanto ad una credenza d'epoca, sopra quattro quadri come galleria murale, parete in grigio-bianco

Idee originali per dare nuova vita ai mobili

Verniciare i mobili è sinonimo di “nuova vita” per i tuoi complementi d’arredo, ma alla vivacità dei colori potrai aggiungere il tocco unico della creatività. Ecco qui qualche idea per accendere la tua fantasia.

Un divano nel cassetto

Hai presente le vecchie cassettiere della nonna? Beh si, forse sono ormai troppo ingombranti per la camera da letto di un appartamento moderno. E se invece si trasformassero in una comoda seduta?

Elimina i cassettoni presenti nei piani superiori e l’estremità superiore del mobile lasciando uno spazio cavo. Rivesti il “vuoto” lasciato con del tessuto e crea una comoda seduta con dei cuscini su misura. Nella parte inferiore lascia uno o due cassettoni che potrai utilizzare ancora per riporre i tuoi oggetti. Ovviamente rivernicia anche la struttura per farla entrare in sintonia con lo stile della tua camera da letto.

Suggerimenti

Una cuccia nel cassetto

Un vecchio mobile potrebbe rendere felice anche il tuo amico a quattro zampe. Il vecchio comò in soffitta è pronto a trasformarsi in un’affascinante cuccia. Il procedimento sarà molto simile a quello raccontato nell’idea di poche righe più in su. Elimina i cassetti della parte inferiore e rivesti l’interno con del tessuto e un bel cuscinone dove il tuo fido compagno potrà godersi un bel sonnellino. Anche in questo caso la riverniciatura sarà d’obbligo. Ovviamente la “cuccia-comò” è ideale se il tuo amico a quattro zampe sarà di piccola taglia, se invece hai un San Bernardo l’opzione migliore resterà il giardino.

Suggerimenti

Se hai la passione per il fai-da-te e sei a caccia di nuove idee, dai un’occhiata alla sezione “Fai-da-te“: troverai tanti spunti per metterti alla prova!

banner guide e consigli