Cane su divano

Bisogna farsene una ragione: il divano si sporca. Sul divano guardiamo film, leggiamo libri, ci rilassiamo con la famiglia e a volte, magari in un’occasione speciale, mangiamo anche. Per quanto il tessuto sia di qualità, prima o poi è inevitabile che macchie e sporco facciano la loro apparizione. Ecco perché dovresti pulire il divano frequentemente, pianificando anche una pulizia di fondo almeno un paio di volte all’anno. Come rimuovere le macchie in modo efficace? Quando il divano è sfoderabile si tratta di un’operazione abbastanza semplice, ma quando non lo è? In questo articolo vedremo come pulire il divano preservando al meglio i tessuti, svelandoti anche qualche trucco casalingo per trattare sporco e macchie tenaci.

Come pulire il divano: domande fequenti

Prima di scoprire quali sono i metodi più efficaci per pulire il divano, ecco le risposte ad alcune delle domande più comuni.

Come pulire il divano in pochi passaggi

Indipendentemente dal tessuto, per pulire il divano in modo efficace è bene procedere con ordine. Con aspirapolvere, un panno morbido in microfibra e un detergente specifico sarà un gioco da ragazzi!

  1. Aspira con l’aspirapolvere

    Non lasciare che la polvere si accumuli per troppo tempo! Cerca di aspirare il divano con frequenza settimanale, eliminando residui di sporco e polvere che potrebbero penetrare nei tessuti, danneggiandoli. Rimuovi i cuscini e aspira anche gli angoli: per questa operazione l’aspirabriciole risulta particolarmente utile.

  2. Strofina con un panno umido

    Strofina delicatamente il tessuto con un panno in spugna umido e tiepido. Questo aggiunge umidità alle fibre o alla pelle e le protegge dall’essiccazione e dalla carica elettrostatica. In alternativa puoi anche utilizzare una spazzola morbida.

  3. Passa al lavaggio

    Ora tocca al lavaggio vero e proprio. Prepara una soluzione fai da te con acqua tiepida e aceto e passa con un panno in microfibra su tutta la superficie del divano. In caso di sporco particolarmente ostinato, aggiungi alla soluzione anche del bicarbonato. Un consiglio: per un divano pulito e profumato aggiungi qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o al rosmarino!

  4. Fai asciugare

    Per evitare la formazione di aloni, non dimenticare di aprire le finestre e di arieggiare l’ambiente.

Rimedi casalinghi per macchie ostinate

Ecco qualche consiglio per trattare alcune tipologie di macchie.

Schiuma da barba

La schiuma da barba penetra particolarmente bene nelle fibre ed è adatta per vino rosso, caffè, macchie di grasso e molto altro ancora!

Come fare:

  1. Spruzza la schiuma sulla macchia e lascia agire per circa dieci minuti.
  2. Applica la schiuma con una spazzola morbida. Molto importante: pulire solo in una direzione! La schiuma da barba fa miracoli, specialmente con le macchie di vino rosso.

Bicarbonato

Grazie ad una reazione chimica, le macchie possono essere rimosse da proteine, grassi, acidi grassi.

  1. Mescola il bicarbonato con un po’ d’acqua (le quantità variano a seconda delle dimensioni della macchia). Applica poi la sostanza che hai ottenuto sulla macchia e lascia agire durante la notte. In alternativa, il bicarbonato di sodio può anche essere spruzzato a secco sulla macchia.
  2. Il giorno dopo, aspirare a fondo l’area con un aspirapolvere.

Sale

Le macchie di vino rosso sono molto fastidiose, specialmente sui tessuti chiari. In questo caso il comune sale da cucina viene in tuo soccorso!

  1. Metti semplicemente il sale sulla macchia.
  2. In caso la macchia fosse già secca, inumidire leggermente l’area.
  3. Strofinare dall’esterno verso l’interno. Dopo che si è asciugato, aspirare il sale e ripetere se necessario.

Ghiaccio

Il ghiaccio è un rimedio utilissimo contro il cioccolato e le gomme da masticare!

  1. Mettere il ghiaccio in un sacchetto e poi sulla macchia, quindi far raffreddare la macchia.
  2. Di norma, le macchie poi possono essere facilmente sollevate dato che si sono solidificate: cerca di toglierle delicatamente!

Attenzione: questa tecnica non è adatta per la pelle o la similpelle.

Come pulire il divano in pelle o in ecopelle

La pelle merita un discorso a parte.

  • Precauzione: evita la luce diretta del sole, poiché la pelle artificiale potrebbe sbiadire! Se c’è troppo calore, il divano in pelle potrebbe anche seccarsi e rovinarsi.
  • Cura: in generale è meglio usare prodotti specifici se dovete pulire un divano in pelle o similpelle. Per restituire lucentezza al divano, però, il latte detergente per la pulizia del viso può rivelarsi utile, grazie alle sue proprietà idratanti.
  • Pulizia: per prima cosa spolvera il divano, passa l’aspirapolvere e rimuovi le fodere. Per la pulizia utilizza solo acqua distillata. Evita di utilizzare detergenti con solventi grassi. Le salviettine per neonati o una soluzione di sapone puro in acqua tiepida, invece, sono adatte. Se hai un divano in vera pelle, ti consigliamo la lettura dell’articolo sulla pulizia della vera pelle.

Come eliminare i cattivi odori

I tessuti del divano possono facilmente impregnarsi di ogni genere di odori, specialmente quando la zona giorno comunica direttamente con la cucina o la sala da pranzo.

Il bicarbonato di sodio può essere usato come neutralizzatore di odori e disinfettante! Ricordati solo di rimuoverlo bene dopo che ha fatto effetto. Se pulisci il divano con frequenza, il bicarbonato di sodio elimina anche gli odori sgradevoli. A volte anche i classici rimedi domestici funzionano!

Suggerimenti:

Sei in cerca di altri consigli pratici e rimedi naturali per pulire la casa? Trovi altri consigli nella nostra sezione dedicata “Ordine e Pulizia“.