Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Organizzare la dispensa

Che sia uno scaffale, un armadietto o un pensile, la dispensa è fondamentale per conservare tutti quegli alimenti che non devono stare in frigorifero: la pasta, il riso, l’olio, l’aceto, il caffè e gli altri cibi confezionati o in scatola. È uno spazio in cui è molto facile che si crei disordine, e il risultato è che quando cerchi qualcosa, non la trovi mai. Se ti rivedi in questa situazione, è arrivato il momento di organizzare la dispensa! Leggendo le prossime righe scoprirai tantissimi consigli utili: organizzare la tua dispensa sarà un gioco da ragazzi!

Comincia con una pulizia di fondo

Prima di mettere in ordine la dispensa, svuotala del tutto e verifica che non ci siano alimenti scaduti o non più commestibili. Dovresti ripetere quest’operazione regolarmente, ad esempio, ogni tre o sei mesi.

Per evitare gli sprechi, ricorda che ci sono cibi che possono essere consumati anche oltre la data di scadenza, generalmente quelli indicati come “da consumare preferibilmente entro”.

Altri prodotti, anche se non sono scaduti, potrebbero non essere più buoni perché la confezione originale è stata aperta da troppo tempo.

Attenzione agli insetti

Se barattoli e confezioni non sono ben sigillati possono trasformarsi in un’irresistibile calamita per gli insetti. Quante volte ti sarà capitato di trovare farfalline svolazzare intorno alla farina o formiche correre sugli scaffali?

Per evitare che ciò accada esistono dei semplici metodi naturali. Ad esempio le foglie di origano e alloro tengono lontane le farfalline, così come i fondi di caffè hanno lo stesso effetto sulle formiche. Anche qualche goccia di olio essenziale alla citronella o alla lavanda si svelerà un ottimo repellente per gli insetti.

Come organizzare la dispensa

Assegna a ciascun prodotto un posto specifico, in modo da ricordare facilmente dove si trova e da individuarlo a colpo d’occhio.

Suddividi i prodotti in base alla tipologia o all’uso. Ad esempio, tieni la pasta e il riso vicino ai barattoli di sugo, ai dadi e alle spezie. Oppure lo zucchero, le fette biscottate, il caffè e la marmellata insieme agli altri alimenti che usi per la prima colazione, come il miele o il latte a lunga conservazione.

Se prepari spesso la pizza o i dolci, tieni la farina vicina al lievito secco e a tutti gli ingredienti che usi normalmente, in modo da averli a portata di mano, senza doverli cercare ogni volta.

Suddividi i prodotti anche in base alla scadenza e fai in modo che quelli che deperiscono prima siano più visibili.

Non riempire troppo la dispensa. Anche se sei ordinato, organizza la dispensa in modo da non riempirla eccessivamente, perché è facile che si crei confusione quando prendi o riponi i prodotti. Sarebbe ideale non usare più dell’80% dello spazio che hai a disposizione. Questo è utile anche per mantenere una visione d’insieme più chiara di ciò che hai e di ciò che ti serve. Organizzare la dispensa spesso significa disporre i vari prodotti su più piani. Riponi quelli meno utilizzati negli scompartimenti più alti, in modo da avere quelli più usati sempre a portata di mano.

Consigli per conservare gli alimenti

Se usi solo parzialmente alcuni prodotti, richiudi sempre le confezioni con elastici o pinze (ce ne sono di apposite o puoi usare quelle per il bucato). Ma la soluzione perfetta è quella trasferire gli alimenti aperti in appositi contenitori: scatole, barattoli di vetro, di latta o di plastica.

Sono comodi da usare anche per gli alimenti sfusi, che ormai puoi trovare in un numero sempre maggiore di supermercati. Acquistandoli, non solo risparmi denaro, ma riducendo gli imballaggi farai un piccolo gesto d’amore per l’ambiente.

Il contenitore giusto per l’alimento giusto

Usa il contenitore adeguato a ciascun alimento, in modo da mantenere più a lungo le sue proprietà nutrizionali e il suo sapore. Ecco qui una lista per non sbagliare!

  1. Puoi riporre la pasta, il riso, i cereali e i legumi in contenitori di vetro chiusi ermeticamente.
  2. Riponi i biscotti, il caffè e le fette biscottate in barattoli di latta, ceramica o di altro materiale opaco, per tenerli al riparo dalla luce.
  3. Per la farina, puoi usare i contenitori di plastica con coperchio, in modo da proteggere il prodotto da piccoli insetti ed evitare che la confezione originale, spesso di carta, rilasci residui che sporcano la dispensa.

Non dimenticare le cose importanti

Per non dimenticare le date di scadenza, scrivile su delle etichette e apponile sui barattoli. Ricordati di sostituirle quando compri prodotti nuovi. In molti casi, è utile indicare anche il nome o la tipologia di prodotto, sia sui contenitori opachi che su quelli trasparenti. Ti aiuteranno a distinguere, ad esempio, una pasta senza glutine da una normale o il peperoncino piccante da quello dolce.

La dispensa come complemento d’arredo

Non è importante solo organizzare una dispensa, ma anche far sì che entri in sintonia con il resto dell’arredamento. Per tale motivo dovrai scegliere la tipologia adatta alla tua cucina.

Il classico legno è l’espressione migliore per allinearsi ad un design classico oppure, sfruttando versioni dalle tonalità tenui o “consumate”, per un ambiente rustico o shabby chic. Le dispense con ante scorrevoli caratterizzate dai metalli e da linee semplici rientrano invece nel panorama di una cucina moderna.

Se invece opterai per ricreare la tua dispensa in uno sgabuzzino, potrai sfruttare delle strutture in alluminio, tanto antiestetiche quanto spaziose.

Qualche idea creativa e salvaspazio

Organizzare la dispensa può diventare anche sinonimo di creatività. Per quanto possa essere capiente una dispensa, non è certamente un “pozzo senza fondo”. Quindi in alcuni casi sarà necessario creare degli spazi alternativi.

Un’ottima idea creativa è sfruttare le mensole come “porta pasta”. In che modo? Dovrai prendere dei contenitori in vetro per la pasta è fissare i coperchi con una vite nella superficie inferiore della mensola. Una volta fissati avviterai e sviterai i tuoi contenitori in base al bisogno. La superficie superiore della mensola la potrai invece sfruttare come ripiano per porre altri oggetti.

Un’altra soluzione per organizzare una dispensa poco capiente è fissare delle strutture porta spezie nella parte interna delle ante. Farai ordine e ottimizzerai al meglio lo spazio disponibile. Di porta spezie ne esistono anche in versione magnetica: li potrai attaccare sul frigo conferendoli un tocco di creatività e colore!

Infine, ricorda: organizzare la dispensa è un modo per voler bene alla tua cucina, renderla più bella ed evitare gli sprechi.

banner guide e consigli