rifare il letto

È il primo gesto che facciamo la mattina prima di iniziare la giornata, ci aiuta a schiarirci le idee e a coricarci, la sera, in un luogo ordinato che concilia il riposo: stiamo parlando di rifare il letto. Anche se è un gesto che facciamo più o meno da tutta la vita non è detto che il modo sia quello giusto. Oggi ti vogliamo insegnare alcune tecniche per rifare il letto velocemente e in modo impeccabile.

Rifare il letto ogni mattina: sì o no?

Se anche tu non ami molto rifare il letto, per pigrizia o per mancanza di tempo, sappi che uno studio della Kingston University di Londra forse ti dà (almeno in parte) ragione. Lo studio sostiene che l’umidità che durante la notte si accumula su lenzuola, piumini e coperte favorisce la proliferazione degli acari, i responsabili di allergie e asma. Se, invece, lasci il letto sfatto per tutta la giornata, permetti ai tessuti di asciugarsi e così facendo muoiono gli acari.

Ma un letto in ordine aiuta anche il nostro ordine mentale, le routine in generale migliorano il benessere mentale e rifare il letto può essere vista come la prima cosa produttiva da fare nella giornata, che a cascata ci porterà a essere produttivi anche con il resto. Puoi ritrovare questo pensiero (e forse anche un po’ di motivazione in più per rifare il letto ogni mattina) anche in un manuale che ci è piaciuto molto, “Fatti il letto – Piccole cose che cambiano la tua vita” di William H. McRaven.

Come rifare il letto alla perfezione

Che tu abbia o meno l’abitudine di rifare il letto ogni mattina, oggi ti spieghiamo alcuni trucchi per farlo velocemente e in modo professionale.

Letto matrimoniale

Hai presente la sensazione piacevole di rilassarsi sul letto impeccabile della stanza di un hotel? Quali sono i segreti per avere anche a casa tua la stessa comodità e ordine? Ecco tre aspetti che non devi trascurare.

1. Le lenzuola

Dopo aver steso coprimaterasso e lenzuolo con gli angoli, con l’accortezza di non lasciare pieghe o grinze, passa al lenzuolo di sopra. Il risvolto che fai con il lenzuolo di sopra deve mostrare all’esterno la fantasia, quindi, quando lo stendi, assicurati che questa sia a contatto con il letto. Negli angoli in fondo al letto inserisci solo la parte finale del piumone e delle lenzuola, per evitare di bloccarti nei movimenti quando dormi.

2. Gli angoli da ospedale o angoli alla militare

Quando rifai il letto, un trucco per aiutarti a dormire comodamente ed evitare che i tuoi piedi restino scoperti, è quello dei cosiddetti “angoli da ospedale” o “alla militare”. Quando è il momento di mettere il lenzuolo di sopra, lascia su entrambi i lati del letto 30/40 cm di lenzuolo, poi rincalza la parte finale ai piedi del materasso e crea una sorta di “busta” con gli angoli del lenzuolo, che rimborserai a loro volta sotto il materasso.

3. Il copripiumino

Se vuoi rifare il letto più velocemente, non ti resta che optare per un sacco copripiumino.
C’è una tecnica molto semplice per cambiarlo: prendi due angoli del copripiumino messo alla rovescia, poi prendi i due angoli corrispondenti del piumino, tenendoli insieme agli altri due. Dai qualche scrollata e il gioco è fatto. Semplicissimo, vero?

Lenzuola e copripiumini:

Tatami e futon

Un discorso a parte meritano i tatami e i futon, che differiscono da un letto normale perché il loro essere a livello del pavimento, o comunque ad altezze inferiori rispetto al normale. Quindi, per rifarli in maniera impeccabile, la cosa importante è acquistare lenzuola e piumone delle stesse dimensioni del materasso, o di poco più corti, altrimenti si sporcheranno subito, strisciando per terra. Con tatami e futon sarà sufficiente avere un lenzuolo con gli angoli e un piumone.

Attenzione agli accessori

Il letto dev’essere prima di tutto comodo e ordinato, ma di sicuro puoi decorarlo con accessori che diano movimento e colore. Anche questi vanno scelti con cura, per mantenere il comfort al massimo e allo stesso tempo dare un tocco di stile alla camera da letto.

  • Cuscini e guanciali: i guanciali sono, in senso stretto, i cuscini che usi per dormire. Quando rifai il letto posizionali in fondo, e davanti sbizzarrisciti con quelli decorativi, giocando con colori a contrasto oppure tono su tono;
  • Federe: se vuoi fare una vera e propria cura di bellezza mentre dormi, scegli le federe di seta. Il minore attrito su pelle e capelli riduce i segni del cuscino sul viso (e la formazione di rughe), l’effetto crespo dei capelli e le doppie punte. Prova per credere!
  • Plaid e coperte: se la sera ti piace guardare film e serie tv a letto e usi altre coperte e plaid, o se ti piacciono anche solo come tessili decorativi, adibisci uno spazio dove riporle durante la notte per evitare che ti diano fastidio mentre dormi: può essere una cassapanca o una chaise-longue.

Cuscini e coperte:

Cinque buone abitudini

Per concludere il nostro excursus sul letto perfetto, ecco gli ultimi cinque consigli per tenere la camera da letto sempre in ordine e garantirti la massima pulizia. Perché rifare il letto in modo impeccabile è anche una questione d’igiene.

  1. Ogni mattina arieggia la stanza e, come facevano le nostre nonne, disfa completamente il letto, stendi all’aria aperta lenzuola, coperte e federe per una decina di minuti, e poi rifallo daccapo.
  2. Prendi l’abitudine di sbattere ogni mattina anche i cuscini per togliere la polvere e sprimacciarli;
  3. Lava le lenzuola al massimo ogni due settimane;
  4. Una volta alla settimana, passa l’aspirapolvere sul materasso;
  5. Ogni giorno, come ultimo gesto, spruzza dell’acqua con olio essenziale alla lavanda per rinfrescare le lenzuola e poi lasciale asciugare. Le manterrai fresche e profumate tra un lavaggio e l’altro.

La nostra giornata è scandita da tanti piccoli gesti, da quando ci alziamo la mattina a quando andiamo a dormire. Tutti questi gesti possono diventare semplici e piacevoli, se la nostra casa è ordinata e funzionale: scopri la filosofia del decluttering e impara a organizzare meglio ogni momento e ogni ambiente.

banner guide e consigli