Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

Iscriviti per scoprire tutti i brand a -70%

soggiorno in stile japandi

Dall’unione tra il carattere accogliente dello stile scandinavo e l’estetica minimale del Giappone nasce il nuovo trend di arredamento Japandi. Un connubio perfetto tra due mondi all’apparenza molto distanti, non solo geograficamente. Il termine Japandi racconta l’incontro di Japan + Scandi e, se vogliamo, anche tra il wabi-sabi (la ricerca della bellezza nell’imperfezione) e l’hygge (il godimento delle cose semplici della vita). Per quanto differenti possano apparire, lo stile scandinavo e quello giapponese in realtà hanno diversi punti in comune, come per esempio la ricerca dell’essenzialità e la preferenza per i materiali naturali.

Cos’è esattamente lo stile Japandi? Vediamo quali sono le caratteristiche principali di questo trend di interior design e cosa rende così speciale quest’incontro eccezionale tra il Nord e l’Oriente!

Per chi è più adatto lo stile Japandi?

Richiamandosi continuamente alla bellezza e alla natura, questo è uno stile che si confà a chi conduce uno stile di vita all’insegna della semplicità, della praticità e dell’amore per la natura. Se cerchi un’atmosfera di ordine, serenità ed armonia, hai trovato il tuo stile.

Le caratteristiche fondamentali dello stile Japandi

  1. Lo stile Japandi è definito da funzionalità e dettagli solitari: ogni elemento inserito nell’ambiente ricopre uno specifico ruolo decorativo e funzionale. Si devono evitare eccesso e accessori inutili. La qualità vince sulla quantità.
  2. Si tratta di uno stile di interni dalle linee essenziali e dal carattere minimale, sommesso e tranquillo, senza tuttavia risultare mai noioso o triste, ma anzi molto sofisticato e rilassante.
  3. L’unione armoniosa di stili unisce il Nord e l’Estremo Oriente: i toni chiari e neutri e la naturalezza del legno non trattato incontrano le tonalità scure ed eleganti.
  4. Legni scuri, leggerezza e colore nero sono un altro elemento distintivo di questo stile ibrido. .

Colori

Scegliere questa tendenza di arredamento significa rinunciare a tinte forti e accese, prediligendo invece una selezione di colori presenti in natura. I colori scandinavi, freddi e luminosi e che si legano molto bene al calore del legno, determinano un’unione perfetta con i colori dello stile giapponese, più accoglienti e rilassanti. Esempi di colore da scegliere sono verde smeraldo, menta, blu Shibori, rosa pastello, avorio, grigio e bianco. I dettagli di colore nero, inoltre, sono un elemento inconfondibilmente japandi: questi non solo catturano lo sguardo, ma sono tipici dello stile tradizionale giapponese. Infine, per i tocchi metallici l’oro è il più indicato.

Materiali

Quanto ai materiali, se hai intenzione di arredare la tua casa in stile Japandi, i legni scuri dalle tonalità calde (brune e marroni) sono un vero e proprio must: essi infonderanno un’atmosfera calda e ricca di personalità agli interni. Il legno è il materiale prediletto non solo per i mobili, ma anche per la pavimentazione: il parquet è dunque perfetto e dà vita ad una superficie calda e accogliente. Altri materiali che puoi impiegare sono il vimini, il bambù e il giunco, oltre all’acciaio, al ferro, al vetro e alle ceramiche.

Un consiglio: per arredare la casa in questo stile, i mobili bassi sono molto indicati: ad esempio un letto futon, divani bassi o comode lounge chair. Assicurati che, nonostante il colore scuro o il materiale rustico, ogni mobile irradi una certa leggerezza nella tua casa e non sembri troppo massiccio.

Per quanto riguarda i tessuti puoi optare sia per quelli grezzi di derivazione scandinava che per quelli lucidi d’ispirazione nipponica: ecco dunque che fanno la loro comparsa velluto, raso, seta, cotone e juta. Per tende e biancheria, vanno bene le trame dipinte con colori naturali. Infine, dal momento che la luce naturale è molto importante per questo stile, cerca di esaltarla con tendaggi leggeri.

L’importanza delle piante

La natura entra in casa grazie alla presenza di piante ed elementi decorativi naturali come legni e pietre. Le piante, in particolare, talvolta preferite a cornici e dipinti, sono un elemento fondamentale per arricchire gli interni. È importante optare per piante alte con foglie grandi ed eleganti, che si attengono al tema zen e attirano l’attenzione con la loro presenza forte e semplice, evitando dunque di usare fiori e fogliame molto colorati. Altre decorazioni con cui puoi impreziosire gli ambienti di casa sono le ceramiche fatte a mano e gli oggetti decorativi in vetro.

Scelta di design e stile di vita

Il Japandi non è un trend destinato a dissolversi nel futuro prossimo: si tratta piuttosto di uno stile senza tempo e di un design pensato per durare a lungo, sia dal punto di vista funzionale che estetico. Infatti, questo stile preferisce arredi e complementi d’artigianato d’eccellenza creati per durare e, dopotutto, la sua semplicità non passa mai di moda e consente un rinnovamento continuo.

La casa Japandi, inoltre, è uno spazio che dà forma al pensiero di chi ci abita, che, grazie al suo minimalismo che non spaventa ma accoglie, libera l’individuo dalle cose inutili e dal superfluo e lo riavvicina alla natura e a ciò che è bello ed essenziale per essere felici.