25.11.2020 Consegne regolari su tutto il territorio nazionale.

lagom

“Non troppo, non troppo poco, il giusto”, questa è la traduzione di “Lagom“, la risposta svedese all’hygge danese. Anche in questo caso si tratta di un invito a eliminare il superfluo, facendo della moderazione il proprio stile di vita, con un occhio di riguardo alla sostenibilità e al riciclo. Ecco come applicare i principi di questa filosofia anche in casa, scegliendo i materiali e i colori giusti per creare un ambiente minimal e confortevole.

Prima è stata la volta dell’hygge danese, che professava uno stile di vita semplice invitandoci a concentrarci sulle cose che contano davvero: una cena con gli amici, una tazza di tè davanti al camino, un buon libro in una domenica di pioggia. Ora tocca al concetto di Lagom, la risposta svedese alla via danese per la felicità. Si tratta di una filosofia di vita che ha un senso etico ed estetico, e trova applicazione in diversi ambiti, incluso quello dell’interior design.

Nei prossimi paragrafi scopriremo meglio cosa significa Lagom, vedremo come si riflette sugli spazi domestici e ti daremo qualche consiglio per trasformare la tua casa secondo i canoni svedesi di moderazione ed equilibrio.

Cosa significa Lagom?

Come sempre può essere utile partire dalla traduzione del termine, anche se non esiste un equivalente in italiano. Il detto svedese “Lagom är bäst” può essere tradotto con “non troppo, non troppo poco, il giusto“, oppure con “una vita senza eccessi, che non ammette sprechi”.

Vivere secondo questo stile di vita, dunque, significa eliminare il superfluo e liberarsi di tutto ciò che è inutile (nella propria casa, ma anche nella vita). Le parole d’ordine sono moderazione e rifiuto degli eccessi: “in medio stat virtus” (la virtù sta nel mezzo).

Niente shopping sfrenato, niente esagerazioni né vistosità. Sì invece al riciclo e al riuso di oggetti, capi di abbigliamento e materiali di ogni genere, rispettando l’ambiente per cercare di condurre una vita più sostenibile.

Ciò che distingue il Lagom dall’hygge, infatti, è proprio l’attenzione alla tematica ambientale, cercando di integrare azioni e comportamenti sostenibili nella nostra quotidianità.

Una casa in stile Lagom

Cosa significa arredare una casa seguendo i principi di questa filosofia? Ancora una volta: moderazione, non troppo né troppo poco. A volte, però, non è così facile esprimere questo concetto in casa propria: trovare un equilibrio non è un’impresa facile.

Il Lagom rifuta l’ostentazione e invita alla consapevolezza: cosa è strettamente indispensabile e cosa può invece essere eliminato? Quali sono le cose a cui tieni davvero? Se è vero, come sostengono gli svedesi, che per essere felici basta poco, il primo step è rispondere a queste domande e cimentarti in una grande operazione di decluttering e pulizia.

Le stanze della casa non devono essere sovraccariche, e questo vale sia per mobili e decorazioni, ma anche per le scelte cromatiche. Evita di dipingere le pareti con colori troppo accesi e di mescolare troppe tonalità diverse. I colori ideali per una casa in stile Lagom sono tendenzialmente neutri: bianco, grigio, beige, panna, da combinare con qualche accenno di nero o antracite.

7 consigli di stile

Passiamo dalla teoria alla pratica: ecco qualche suggerimento per dare alla tua casa un look Lagom.

  1. Minimalismo moderato: vivere Lagom non significa arredare la casa nel modo più minimalista possibile. Qui non si tratta di creare un ambiente pulito e quasi asettico, ma di bilanciare gli elementi in modo ponderato.
  2. Non esagerare con le decorazioni: anche se la tentazione può essere forte, cerca di non farti prendere la mano. Per accessori, complementi e decorazioni la regola è less is more.
  3. Funzionale e confortevole: una delle regole più importanti per gli svedesi è che la casa deve essere sia funzionale che confortevole. Questi due aspetti si completano a vicenda e ogni elemento contribuisce al risultato finale.
  4. Materiali naturali: il legno è senza dubbio il materiale che meglio esprime il concetto di Lagom, seguito da vetro e pietra. Per quanto riguarda i tessuti, invece: cotone, lino e fibre naturali.
  5. Riciclo creativo: invece di acquistare altre cose dai una nuova vita a un vecchio mobile, trova il modo di riutilizzare oggetti che hai già in casa.
  6. No agli eccessi: come abbiamo già detto il Lagom professa la moderazione. Evita quindi le decorazioni troppo appariscenti e i colori troppo accesi.
  7. Attenzione all’illuminazione: le luci giocano un ruolo cruciale per creare l’atmosfera giusta. Per una casa in stile Lagom opta per luci calde e soffuse, integrando lampadari a soffitto, lampade da terra, applique, ma anche candele e lanterne.

Ora tocca a te: liberati di ciò che non è necessario e crea un mood Lagom in casa tua! E se sei ancora indeciso sullo stile giusto per te, dai un’occhiata alla categoria “Stili di arredamento” e lasciati guidare dai nostri consigli!

banner arredamento